Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Meteo ANGOSCIANTE: c'è davvero il rischio che NON piova (seriamente) sino ad aprile?

Se aspettate la pioggia scaccia-siccità non sono buone le proiezioni per i prossimi 10 giorni, ecco perchè...

In primo piano - 17 Marzo 2023, ore 20.57

 

Le grandi depressioni atlantiche svaniscono come miraggi quando si avvicinano al Mediterraneo: è certamente un limite dei modelli matematici che non riescono più a "condurle in porto" proprio negli ultimissimi giorni della previsione, dopo averle scovate magari anche 8-9 giorni prima. 

Lo stravolgimento arriva negli ultimi 3 giorni e costringe i previsori a salti mortali per ritrovare una linea coerente con quanto esposto in diversi articoli e questa linea improvvisamente si "perde per strada" e così NON PIOVE.

C'è angoscia e preoccupazione per questa cronica sconfitta delle perturbazioni cariche di pioggia a cospetto anche di anticicloni non fortissime, ma che finiscono per esserlo di fronte alla pochezza delle saccature in avvicinamento.

L'abbiamo scritto più volte su MeteoLive: l'unica configurazione barica in grado ormai di portare qualche fenomeno rilevante, sia pure NON su tutta Italia è quella che prevede uno scambio meridiano di calore, cioè NORD-SUD, perchè introduce aria fredda dal nord Europa, che riesce ad innescare instabilità dai contrasti termici scaturiti.

Del resto, vogliamo fare un riassunto di cosa ci aspetta?
-il week-end 18-19 (con l'appendice di lunedì 20 marzo) vedrà il passaggio di un fronte così debole che potrebbe dare qualche rovescio solo in Toscana e sul Levante ligure. 

- nei giorni successivi martedì 21, mercoledì 22, giovedì 23 marzo non accadrà niente di rilevante e la carta qui sotto:

In pratica, senza grandi sforzi, l'anticiclone si prende la scena e se la tiene sino a venerdì 24 marzo, quella grande depressione che vediamo in Atlantico, si muoverà verso est, ma si limiterà a sfiorare l'Italia, determinando probabilmente solo qualche fenomeno tra le Alpi e l'alto Tirreno:

Lo testimonia anche la mappa relativa alla probabilità di precipitazioni superiori ai 10mm espressa in percentuale prevista proprio per sabato 25: non si va oltre il 45% su buona parte di Francia, Germania, Svizzera e regione alpina, ancor più trascurabili o nulle le percentuali sul resto del nostro Paese, così non ci siamo:

Solo verso fine mese, cioè da lunedì 27 marzo, con la rotazione delle correnti a nord-ovest si nota finalmente uno sfondamento deciso di una massa d'aria più fredda ma con fenomeni ancora praticamente assenti al nord-ovest, mentre qualche rovescio o i primi temporali stagionali potrebbero coinvolgere almeno parte del centro e del sud, ma è presto per fare previsioni così dettagliate, resta l'opzione correnti da nord con annessi vortici al suolo, sulla cui ubicazione meglio non esprimersi:

Quanto è attendibile questa ondulazione delle correnti in quota? Tanto, se seguiamo le mappe delle corrente a getto per la fine del mese, eccola qui sotto:

RIASSUMENDO:
poche le prospettive piovose rilevanti per risolvere la crisi idrica, sembra che da ovest ormai non sia capace di arrivare più nulla. Una volta si contavano le perturbazioni numerandole, oggi se ne passa anche solo una si grida al miracolo. Bisognerà probabilmente affidarsi a correnti da nord per attivare almeno l'instabilità atmosferica e ricordare al calendario che termicamente siamo ancora a fine marzo e non a fine aprile. A risentirci.

 


Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum