Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Lunedì di tempo instabile, poi largo spazio all'anticiclone primaverile

L'ultima perturbazione di questo ciclo perturbato, si porterà sui mari italiani nel corso di lunedì, con fenomeni che saranno più probabili sul nord-ovest, il versante tirrenico e le due isole maggiori. In seguito spazio all'anticiclone ma probabilmente non per un lungo periodo.

In primo piano - 8 Marzo 2020, ore 21.40

Una circolazione di bassa pressione raggiungerà il nostro Paese lunedì 9 marzo, portando un veloce passaggio di nuvolosità, con precipitazioni che dalle regioni del nord si porteranno già entro la serata sulle regioni del centro e del sud. Questo sistema perturbato chiude un ciclo di instabilità a favore di un nuovo anticiclone che tornerà a conquistare le nostre regioni a partire dal prossimo mercoledì. Viene infatti previsto un nuovo rinforzo del vortice polare che avrà come conseguenza, un aumento nell'intensità dei venti occidentali che favoriranno l'ennesimo rialzo della pressione atmosferica alle latitudini del Mediterraneo. La previsione della pressione al suolo calcolata dal modello americano riferita al pomeriggio di domani, mette in luce il passaggio dell'ultimo impulso perturbato, prima di una fase di tempo più stabile, attraverso un minimo di pressione che dal Mar Ligure si porterà rapidamente verso sud:

 

Come detto, l'evoluzione relativa alla seconda metà della prossima settimana, porterà al consolidamento di un nuovo anticiclone disteso lungo la fascia dei paralleli. In questa sede ci aspettiamo un rialzo delle temperature particolarmente sensibile sulle regioni tirreniche ed al nord, dove i valori potrebbero nuovamente portarsi superiori alle medie del periodo. L'arrivo dell'aria calda porterà ovviamente uno stop generale dei fenomeni di instabilità, con l'avvento di un periodo di tempo nuovamente più stabile tranquillo. In questa sede residui fenomeni di instabilità potrebbero interessare soltanto le regioni del Mezzogiorno con particolare riferimento dei versanti ionici, dove potrebbero insistere in modo del tutto residuo, correnti più fresche accompagnate da venti nord-orientali. Ecco la previsione del modello europeo riferita a giovedì 12 marzo:

 

In linea generale, questa mensilità sembra trascorrere sotto condizioni atmosferiche non troppo diverse rispetto ai mesi che l'hanno preceduta, senza dubbio ci sarà una maggiore dinamicità delle figure bariche sull'Europa, pur senza stravolgere il disegno generale dell'atmosfera che prevede ancora la presenza di forti circolazioni di bassa pressione alle latitudini settentrionali, con reiterate tendenze anticicloniche in sede Mediterranea.


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum