Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

La tendenza per la settimana prossima secondo il MODELLO EUROPEO: molta INSTABILITA' in Italia

Prospettive non molto rosee per chi aspetta il caldo e il bel tempo...

In primo piano - 29 Maggio 2020, ore 11.43

Il caldo e il bel tempo estivo possono attendere. Secondo il modello nostrano, i primi giorni di giugno saranno caratterizzati da condizioni di potenziale instabilità con la possibilità di un vero e proprio peggioramento al centro-nord sul finire della settimana prossima. 

L'alta pressione non sembra intenzionata a stazionare sui nostri lidi, risultando spesso defilata in Atlantico. 

Secondo il modello europeo, la settimana partirà con infiltrazioni instabili provenienti da est. Ecco la mappa relativa a lunedi 1 giugno: 

L'alta pressione forte sarà presente in sede scandinava. Sul suo bordo meridionale scorreranno correnti fresche da est che determineranno la nascita di temporali segnatamente nelle aree interne e durante il pomeriggio, con maggiore predilezione per l'Appennino centro-meridionale. 

A seguire, tra mercoledi 3 e giovedi 4 giugno, il modello nostrano contempla una sorta di pausa alle condizioni instabili perduranti. 

Si tratterà di un'alta pressione molto blanda che segnerà il confine tra due diverse situazioni; in altre parole, se ne andranno le correnti fresche orientali mentre prenderà piede una vasta saccatura atlantica che darà filo da torcere all'Italia durante il fine settimana, specie al nord e al centro. 

Tuttavia, tra mercoledi 3 e giovedi 4 giugno un po' di bel tempo potrebbe interessarci con anche un lieve aumento termico. 

Se con un balzo virtuale ci portiamo a sabato 6 giugno, notiamo la saccatura atlantica di cui sopra prendere di mira soprattutto il nord: 

La figura di maltempo sarà generata da una rimonta dell'alta pressione atlantica verso nord; sul suo fianco orientale verrà scaraventata verso sud l'aria fredda che contrastando con le acque più calde del Mediterraneo, darà luogo a temporali anche forti dapprima al nord, ma in estensione successiva anche al centro e parte del meridione, con annesso calo delle temperature. 


Autore : Paolo Bonino

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum