Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

L'AFFONDO FREDDO dei primi di aprile: tutte le ultimissime!

I meteorologi hanno il vizio di cercare di scovare il maltempo a lungo termine: cosa potrebbe succedere nel corso della prima decade di aprile?

In primo piano - 26 Marzo 2020, ore 10.12

L'affondo artico per i primi giorni di aprile si scorge sulle carte da almeno 36 ore.

Come sempre accade con i modelli quando si parla di previsione a lungo termine e si fiuta "qualcosa di grosso", lo scenario viene proposto per un paio di emissioni, poi "messo in naftalina" o deviato sensibilmente più lontano dal nostro Paese, infine spesso ripreso e portato avanti con determinazione, oppure scartato del tutto.

Oggi siamo nella fase della "deviazione verso est" della colata artica che dovrebbe investire l'Europa centrale tra venerdì 3 e sabato 4 aprile, ma la tesi ufficiale del mancato affondo verso sud, viene smentita da molte corse cosiddette "perturbatrici" che dimostrano quanto questo scenario sia ancora ampiamente possibile. Qui sotto ne vediamo un paio:

Da notare che, nel caso andasse in porto, saremmo raggiunti da una vasta massa d'aria fredda che, sebbene non gelida come quella che è arrivata da est in questi giorni, risulta comunque più umida, più instabile e foriera di contrasti non trascurabili. Eccola a 1500m vista nell'emissione cosiddetta di "controllo" del modello americano sempre per la notte su sabato 4 aprile:

Come mai allora questa "deviazione" verso levante contemplata da molte emissioni ufficiali odierne, come si vede qui sotto?

Perché si ritiene che la corrente zonale, cioè da ovest, abbia ancora una voce in capitolo molto importante nel disegnare lo schema barico del tempo europeo durante la prima decade di aprile.

Se la colata artica non arrivasse, cioè deviasse verso la Russia, si aprirebbero due scenari:
1 anticiclonico, cioè con tempo buono, perché terminerebbe la posizione anomala di quello che si è piazzato in pieno Atlantico, che verrebbe dunque a farci visita.

2 variabile, con l'anticiclone presto sconfitto da un flusso di correnti instabili ma miti di derivazione oceanica con qualche occasione per precipitazioni, ma non immediate, semmai a fine decade.

Quale sarebbe allora l'ipotesi più probabile? Al momento appare più probabile che in qualche modo l'affondo artico possa farsi sentire, magari avendo come obiettivo i Balcani, ma senza trascurarci del tutto, non è detto però che questa sbandata verso est sia la linea vincente.

Dunque per ora l'attendibilità della colata è del 35%, quella anticiclonica del 25%, quella mista di un altro 25%, mentre altri scenari qui non descritti raggiungono un 15%.

 

 

 

 


Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum