Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Il LOWERING può annunciare un tornado?

L'abbassamento di una nube temporalesca deve farci sospettare che qualcosa di pericoloso possa accadere a breve sulla nostra zona. Vediamo quando...

In primo piano - 15 Giugno 2017, ore 10.00

Nella foto una nube a muro.
Talvolta da una nube temporalesca può verificarsi un improvviso abbassamento (detto Lowering) dalla base della nube, che vive sull'equilibrio tra correnti ascendenti e discendenti nei pressi della nube stessa.

Un abbassamento che aderisca alla base del cumulonembo presuppone ascendenze molto importanti e potenzialmente in grado di "far male". Un abbassamento irregolare invece segnala un po' di confusione nel rimescolamento tra masse d'aria fresche e calde.

Un abbassamento circolare toglie ogni dubbio sulla presenza di una supercella rotante.
Un abbassamento inclinato fa pensare che la struttura sia soggetta a deboli apporti caldo-umidi.

Più il lowering si abbassa e si ingrossa più deve farci preoccupare circa la possibile formazione di una nube a muro, ma è la caratteristica circolare a conferirgli il nome di wall cloud. Molti confondono il bordo avanzante di un temporale con una nube a muro, in realtà sono cose molto diverse. La predominanza di correnti discendenti che spingono avanti la nube a mensola del temporale annullano il rischio di tornado.

Quando invece non si muove foglia o il temporale dà l'impressione di muoversi contro vento e vediamo cumulus fractus avvilupparsi verso l'alto ed assumere un movimento circolare è bene rimanere in guardia, la nube a muro potrebbe essere presto realtà, anche entro pochissimi minuti.

Questo non significa che automaticamente da lì si innescherà un funnel cloud, cioè una nube ad imbuto tornadico, ma si tratta comunque di un segnale da non sottovalutare. 

La nube a muro comunque si nota da questo netto e sensibile, oltre che isolato abbassamento di una parte della base del cumulobembo. L'aria fredda discendente viene richiamata all'interno della nube temporalesca dal movimento rotatorio che subisce la supercella. L'aria fredda che va a mescolarsi con quella calda, favorirà una condensazione a quote inferiori rispetto alla base del cumulonembo e l'umidità presente darà origine a questa nube a drappo o parete. 

La nube a muro si trova generalmente a SSW dell'area precipitativa e MAI lungo il bordo avanzante del temporale. Questo non esclude che nell'ambito della nube a mensola che precede l'arrivo dei rovesci possano innescarsi dei piccoli tornado, ma mai con l'intensità che si registra nelle nubi a muro.

La nube a mensola non ruota, la nube a muro si. La nube a mensola avanza sotto la spinta delle correnti discendenti e non è la base del cumulonembo, semmai la precede.
Sarà il fronte di raffica ad originarla, sollevando davanti a sè aria caldo-umida, La shelf cloud può anche arcuarsi ma questo non significa che stia ruotando, ma piuttosto che sia stata colpita da una raffica discendente in arrivo dal cuore del temporale. 


Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum