Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

GROSSO: "cicloni pericolosi su Europa ed Italia per tutto il resto dell'autunno"

Tradizionale intervista settimanale ad Alessio Grosso.

In primo piano - 5 Ottobre 2020, ore 08.54

REDAZIONE: primo ciclone di stampo autunnale, prima devastazione, ce ne attendono altri?
GROSSO: la piega che sta prendendo la stagione non è affatto confortante, ricordiamo che il ciclone che due anni fa danneggiò seriamente il patrimonio boschivo di molte vallate alpine e distrusse i lungomare di alcune località turistiche liguri, giunse il 27 ottobre, mentre quest'anno cicloni simili risultano attivi già da fine settembre.

REDAZIONE: dunque dobbiamo aspettarcene altri di questa portata?
GROSSO: già le mappe nel medio e nel lungo termine seguitano a piazzare affondi depressionari importanti sull'Europa centrale e mediterranea, per fortuna non con questa veemenza, ma si tratta comunque di un segnale non trascurabile. L'approfondimento di un ciclone sotto i 990hPa a ridosso delle nostre coste, per come è messo il territorio oggi, con strade costruite ancora in epoca fascista o precedenti e mai risistemate, con arenili non protetti, argini dei fiumi mai rinforzati, presenza di abitazioni abusive e ponti pericolanti, deve farci pensare che altre tragedie possano originarsi da piogge più abbondanti del normale.

REDAZIONE: il prossimo peggioramento quando interverrà?
GROSSO: il prossimo importante peggioramento è previsto per domenica 11 ottobre al nord, dove i modelli prevedono l'approfondimento di una depressione e conseguente fase perturbata, in grado poi di estendersi al resto del Paese nei giorni successivi.

REDAZIONE: situazioni simili a quelle vissute al nord potranno verificarsi anche al centro e al sud?
GROSSO: assolutamente si, ricordiamoci oltretutto che la stagione più piovosa per il sud non è necessariamente l'autunno, ma coincide spesso con l'inverno, dunque nessuno si senta al sicuro fintanto che si verificheranno contrasti termici e barici importanti come quelli che abbiamo sperimentato.

REDAZIONE: però poi in inverno spesso il tempo è come se dormisse.
GROSSO: il vortice polare risulta da anni troppo compatto e l'alta pressione in inverno troppo invadente per assistere a tempeste invernali nevose di grande rilevanza. Potrà certamente ancora succedere, ma saranno episodi di breve durata, magari preceduti e seguiti da lunghe fasi di calma atmosferica e purtroppo di inquinamento ambientale alle stelle.
 


Autore : Redazione MeteoLive.it

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum