Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

FREDDO in arrivo? Prospettive e differenze tra il modello americano ed europeo

I modelli di oggi virano nuovamente verso il freddo anche se con modalità diverse.

In primo piano - 17 Marzo 2020, ore 10.00

Freddo sì, freddo no? I modelli matematici procedono a fasi alterne, segno che la previsione per la terza decade del mese risulta ancora incerta. Ieri le mappe optavano per il passaggio dell'aria fredda più a nord; oggi invece inquadrano l'Italia come obiettivo primario della colata gelida, seppure con opportune differenze. 

La giornata presa come campione per il nostro confronto è martedi 24 marzo...tra una settimana esatta. 

La prima mappa mostra la previsione imbastita questa mattina dal modello americano per la giornata medesima: 

L'elaborato di oltre oceano pone una decisa frenata del getto alle alte latitudini con insediamento di un ponte altopressorio con un massimo sul Baltico. 

Sul fianco meridionale del colosso anticiclonico prenderà piede un afflusso di aria fredda da est (frecce blu) con un nucleo gelido che secondo questo elaborato si piazzerebbe tra la Slovenia e il nord-est italiano, in moto retrogrado poi verso il restante settentrione.

Questa situazione verrebbe accompagnata da isoterme a 1500 metri comprese tra -8 e -10° sulla verticale del settentrione e le aree interne del centro. Se questa situazione divenisse reale, sarebbero possibili NEVICATE al nord e nelle aree interne del centro a quote molto basse, se non addirittura in pianura. 

La seconda mappa mostra invece la previsione imbastita questa mattina dal modello europeo per la medesima giornata, ovvero martedi 24 marzo

La differenza con il modello americano sta nella posizione che assumerà l'alta pressione. Secondo il modello nostrano, la frenata del getto non sarebbe sufficiente a far ergere l'alta pressione verso nord. Il colosso di stabilità tenderebbe quindi a coricarsi sull'Europa centrale, deviando più a sud il medesimo nucleo gelido. 

Con questa situazione, a fare la voce grossa in termini di freddo e neve sarebbero le regioni del versante adriatico e il meridione, con il nord Italia ai margini. 

Il modello canadese, infine, sembra porsi nel mezzo tra  queste due differenti versioni, ponendo il nucleo gelido sul centro Italia. 

Vedremo nei prossimi giorni quale sarà l'ipotesi vincente, per adesso vi invitiamo a seguire tutti i nostri aggiornamenti. 

Controlla sempre le previsioni dettagliate e specifiche per la tua cittàcontinuamente aggiornate:

>>> ROMA
>>> MILANO
>>> NAPOLI

>>> altre località


Autore : Paolo Bonino

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum