Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Ecco la BOTTA FREDDA tra mercoledì 5 e venerdì 7 febbraio!

Correnti da nord gelide spazzeranno via in poche ore la mitezza da tutto il Paese e si tornerà in inverno, almeno per qualche giorno.

In primo piano - 30 Gennaio 2020, ore 09.34

Una mitezza esagerata quella che sta raggiungendo l'Italia proprio durante i giorni della Merla, come se volesse umiliare l'inverno, stagione di per sé ormai tormentata da oltre un trentennio.

Di colpo però ci sarà una frenata delle correnti zonali (da ovest) che consentirà ad una discreta dose di freddo di raggiungere il nostro Paese da nord, dando vita anche ad alcuni contrasti non trascurabili, sia sull'Emilia-Romagna che lungo la dorsale appenninica centrale e meridionale.

Cosi, unitamente ad un generale rinforzo dei venti e al repentino calo termico, alcune zone potrebbero anche sperimentare nevicate sino a quote molto basse (300m) con rovesci di neve non esclusi persino sulle coste, pur in presenza di temperature al suolo non necessariamente prossime allo zero.

Ecco allora cosa prevede la media degli scenari del modello europeo nella notte tra martedì 4 e mercoledì 5 febbraio:

La fase fredda tenderebbe a persistere maggiormente lungo le regioni adriatiche e meridionali, dove potrebbero anche verificarsi ulteriori nevicate tra giovedì 6 e l'alba di venerdì 7, ci riferiamo in particolare a Puglia, Lucania, Molise, Calabria:

Non possiamo inoltre non mostrarvi lo spettacolare passaggio da temperature nettamente superiori alla norma a 1500m previste nei primi giorni di febbraio, a valori moderatamente inferiori alla media, come quelli previsti per mercoledì 6 febbraio, guardate la sequenza:

 

Infine qualcuno si chiede: ma se parte di questo freddo riuscisse a sedimentare ad est, mantenendo "un piede" sul nostro settentrione, da ovest potrebbe poi arrivare una perturbazione foriera di nevicate anche al nord?

Al momento questa possibilità c'è ma è molto remota; ecco comunque come la pensava a tal proposito il modello americano nell'emissione della notte scorsa per venerdì 7 febbraio a 1500m: una lingua fredda persisterebbe sul settentrione e lungo tutte le regioni adriatiche, dunque la cosa merita perlomeno un po' di attenzione!

 

 


Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum