Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

L'Artico dietro casa

Sull'Appennino Centrale in certi casi può sembrare di essere nel profondo Nord

I vostri articoli - 26 Dicembre 2001, ore 09.42

Raramente capita di fare una sciata così: neve appena caduta e farinosa, freddo pungente, tempo splendido (completamente sereno) e pochissima gente a Campo Felice. Mi alzo alle 7 (a L'Aquila) il 25 dicembre 2001 con una minima di -9 ed un cielo azzurro. Partiamo con tre amici e cominciamo a salire. Già verso i 1300 m la strada era completamente bianca e leggere folate di vento sollevavano piccole nuvole di neve. A causa dell'inversione termica la temperatura in quota non era molto più bassa di quella in città: il termometro dell'auto segnava -8 a 1400 m, dopo il paese di Casamaina. Ma ad un certo punto, come immaginavo, la stessa inversione termica ha giocato un bello scherzetto. Valicato il passo a quota 1550m circa, scendiamo nella piana di Campo Felice, poche decine di metri al di sotto. Ma bastano 100-200 m percorsi all'interno della conca per vedere il termometro letteralmente precipitare: -15, -17, -19!! Noi siamo increduli (gli altri soprattutto, ma anche io!): avanziamo in un piccolo Artico, con una nebbiolina di aghi di ghiaccio, quasi spettrale, che invade la parte più depressa (e fredda) della piana. Quando usciamo fuori per indossare l'attrezzatura ho quasi timore. Devo togliere i guanti ma stranamente sembra quasi che non faccia troppo freddo. Ovviamente è un'illusione ed in capo a 1 minuto il gelo ha pervaso tutto, gli scarponi sono come ghiacciaie mentre cerco di infilarli. Camminando per raggiungere la biglietteria trovo difficoltà a respirare bene e il naso umido si congela. Per fortuna che, come prevedibile, salendo su la temperatura risale molto e sulle creste con pochi gradi sotto zero sembra addirittura caldo! Per un paio d'ore abbiamo sciato con pochissima gente, le piste erano quasi solo per noi, poi sono affluiti altri sciatori ma comunque sempre pochi, con file limitate agli impianti. Quando siamo ritornati all'auto, verso le 12, la temperatura, ormai quasi la massima, era ancora -9! Un dicembre coi fiocchi per l'Appennino, questo del 2001. E pensare che altra ne verrà nei prossimi giorni. Sarà di buon auspicio per L'inverno appena cominciato?

Autore : Marco Scozzafava

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum