Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Novembre bagnato: nuovo peggioramento tra venerdì 16 a domenica 18 novembre

Maltempo nuovamente all'assalto dell'Italia.

Fantameteo 15gg - 7 Novembre 2012, ore 15.27

Scrivetevi queste regoline:
1 quando comincia a piovere, piove sempre sul bagnato
2 se parte una fase secca, questa tenderà a persistere

Se l'autunno prende una piega bagnata tenderà dunque a portarla avanti, non perchè lo scrive Frate Indovino, ma semplicemente, come oggi è stato analizzato in mille salse su MeteoLive, perchè ci sono le condizioni perchè l'anomalia barica che si è venuta a creare, depone per un ingresso franco delle saccature dall'Atlantico con obiettivo l'Europa occidentale, con perturbazioni che poi raggiungono l'Italia con il loro carico di piogge.

Aldilà degli sbalzi termici e del tempo pazzerello che stiamo sperimentando, c'è da gioire per la grande quantità di pioggia caduta che, grazie al cielo, pur tra qualche apprensione, sino ad ora ha rifornito fiumi ed invasi di acqua preziosissima, dopo la situazione di grave siccità che persisteva su alcune regioni.

Ora però non si può avere la botta piena e la moglie ubriaca e dunque paghiamo questo prezioso carico con giornate deprimenti, che spesso oltretutto coincidono con i fine settimana. Non si può nemmeno pensare che oltre alla pioggia arrivino anche nevicate abbondanti a bassa quote, perchè le piogge atlantiche di novembre sono accompagnate dallo Scirocco e dal Libeccio o non certo da precoci irruzioni fredde invernali.

Dopo il peggioramento del 10-11 e la fase depressionaria attesa al sud tra lunedì 12 e mercoledì 14, ecco arrivare da ovest un'altra pesante saccatura, che dovrebbe impegnarci soprattutto da venerdì 16 a domenica 18, scaricando un'altra bella dose di precipitazioni, ancora una volta con caratteristiche autunnali e non certo invernali.

Tuttavia, proprio questo continuo martellamento delle saccature, finirà per trasportare verso di noi anche dosi di aria fredda sempre più consistenti, che si inseriranno nel cuore delle depressioni. In questo modo potranno realizzarsi condizioni favorevoli a nevicate a quote progressivamente più basse sulle Alpi e poi in Appennino, ma questo non prima della terza decade del mese, anche se non si esclude qualche velleitario tentativo anche prima di questo periodo.

C'è però come sempre troppa fretta di vivere l'inverno: è vero che l'anno scorso i fiocchi si sono fatti attendere al sud delle Alpi per molti mesi, salvo poi scatenarsi selvaggiamente in Adriatico, ma quest'anno viviamo condizioni bariche diverse e più favorevoli al passaggio di fronti carichi di neve anche al meridione delle Alpi, bisogna solo saper aspettare.

RIASSUMENDO: se non dovesse intervenire un improvviso reset barico, il tempo rimarrà caratterizzato da fasi perturbate alternate a momenti asciutti e in parte soleggiati e complessivamente non freddi dal 15 al 24 novembre.


Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum