Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Meteo a 15 giorni: INVERNATA tardiva solo un episodio? Forse NO

Il sussulto invernale tra il 22 ed il 26 marzo potrebbe non restare isolato, poiché potrebbe aprire la strada a nuovi importanti scambi di calore tra le latitudini con annesse precipitazioni e ulteriori sbalzi termici.

Fantameteo 15gg - 20 Marzo 2020, ore 15.32

L'irruzione fredda prevista tra il 22 ed il 26 marzo sull'Italia con buona probabilità non resterà un episodio isolato di maltempo invernale tardivo, ma sarà seguito da altri, magari non della stessa intensità a livello di freddo arrivo, ma sicuramente efficace in termini di perturbabilità.

Lo si vede chiaramente da molte mappe del modello americano ed europeo previste da sabato 28 marzo sino ai primi giorni di aprile. Partiremo probabilmente con questa situazione, cioè ancora con correnti orientali, in procinto però di essere sostituite da un affondo freddo in arrivo dal nord Europa, in linea con la frenata delle correnti occidentali, come si vede chiaramente dalla sequenza:

Le medie degli scenari mettono in risalto lo scambio meridiano di calore che mette in comunicazione la depressione presente sulla Spagna con l'aria artica marittima in discesa dal Polo: lo si vede sia nel modello europeo (seconda mappa dall'alto) che in quello americano (terza mappa dall'alto) con conseguenze che gradualmente diverrebbero piovose per le nostre regioni o per gran parte di esse.
 
C'è però anche dell'altro: nel senso che non è detto che l'aria fredda scenda proprio sull'ovest del Continente. Emissioni alternative di vari modelli vedono per i primi giorni di aprile (tipo giovedì 2 o venerdì 3 aprile) l'aria fredda circumnavigare l'alta pressione insediatasi sul nord-ovest del Continente e piombarci addosso da NNE, come vediamo nella mappa qui sotto:

Le conseguenze sarebbero chiaramente perturbate per l'Italia con formazioni di vortici depressionari e precipitazioni anche nevose a quote basse per la stagione. Inoltre al Polo si è conservata una notevole dose di freddo e, come mostra la carta qui sotto, riferite alle temperature previste a 1500m per lo stesso periodo, non ci stupiremmo di assistere ad un'altra offensiva simil-invernale tardiva sul nostro Paese:

IN SINTESI il tempo da sabato 28 marzo a sabato 4 aprile (linea previsionale votata ad un moderato maltempo, attendibilità media: 45%):

sabato 28 marzo: nuvolaglia al nord-ovest e sul medio Adriatico ma con scarsi fenomeni, bel tempo ma ventilato altrove e ancora un po' freddo per il periodo.

domenica 29 marzo: nubi in arrivo sulle regioni tirreniche, la Sardegna e il nord-ovest ma ancora senza precipitazioni, prime piogge in Liguria in serata. Altrove abbastanza soleggiato.

lunedì 30 marzo, martedì 31 marzo: moderato maltempo su gran parte del Paese con piogge, rovesci e neve sulle Alpi oltre i 1400-1500m, un po' freddo al nord, tempo più asciutto su medio e basso Adriatico.

mercoledì 1 aprile: temporaneo miglioramento con schiarite anche ampie e lieve o moderato rialzo termico.

da giovedì 2 aprile a sabato 4 aprile: possibile nuova fase instabile e più fredda con precipitazioni, anche nevose in montagna, da confermare.
 

 

 


Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum