Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Meteo a 15 giorni: Europa divisa tra anticiclone e FREDDO SEVERO

Una lotta senza esclusione di colpi per il possesso del centro del Continente e del Mediterraneo.

Fantameteo 15gg - 8 Gennaio 2021, ore 15.46

L'immagine qui sopra è una delle tante carte che mostra per giovedi 14 gennaio un nucleo gelido davvero prossimo alla Penisola ma con l'alta pressione che potrebbe parzialmente deviarne gli effetti sui Balcani.

Se la giocheranno quasi alla pari anticiclone e vortice polare la partita dell'inverno sull'Europa. 

Un ramo del vortice polare vuole fiondarsi verso l'Europa balcanica e coinvolgere almeno in parte l'area mediterranea, preparando eventualmente il terreno ad altri affondi più occidentali, in grado di portare maltempo e magari anche neve sul nostro territorio.

La battaglia è cosi aspra che davvero le probabilità che si imponga l'una o l'altra compagine si gioca sul filo dei meridiani; basterà davvero poco per sperimentare entro metà mese del FREDDO severo direttamente "in our back yard" , nel giardino di casa nostra. Ecco la media degli scenari proposta dal modello americano proprio per venerdi 15 gennaio:


E un tale freddo NON rimarrebbe STERILE in Adriatico e al sud, ma sicuramente sarebbe accompagnato da rovesci nevosi anche a quote di pianura o litorale.

Il freddo e la neve su medio Adriatico e meridione non sono di per sè una novità, anche negli ultimi 7 anni, in cui abbiamo vissuto sostanzialmente gli inverni più "spenti" della nostra storia recente, eppure c'è qualcosa di più quest'anno che fa pensare che gennaio non si limiterà a mostrarci una di queste scorribande.

Ci sono i presupposti per cui il vortice polare seguiti a risultare disturbato e dunque anche rallentato nella sua espressione più importante per l'Europa, cioè la corrente a getto, quel fiume d'aria che scorre in alta quota da ovest verso est e che detta le condizioni atmosferiche anche dell'Italia, potrebbe incepparsi, ondularsi ulteriormente dopo la metà del mese, anche dopo cioè il primo assalto dell'aria fredda.

Ne conseguirebbero attacchi a ripetizione dei vortici depressionari alla nostra Penisola con maltempo in rapido trasferimento da nord a sud, piogge, nevicate a quote basse e sbalzi termici sino alla fine di gennaio, come mostra la mappa qui sotto prevista per martedi 19 gennaio:

E se questa ipotesi non funzionasse, se tutti questi scambi meridiani fossero eccessivi? C'è sempre pronta la soluzione di riserva che ripercorre schemi già visti e stravisti, collaudati e in fondo anche più facili da prevedere; l'anticiclone non si imporrebbe in modo netto ma i disturbi proverrebbero da ovest, interessando soprattutto il nord con qualche pioggia in pianura e nevicata in montagna ma solo a quote piuttosto elevate, come mostra la mappa seguente:

Una piega che riporterebbe la stagione su un binario di triste e spenta "normalità" rispetto a quanto osservato dal 2014 ad oggi. Al momento però l'inverno ha ancora tutte le possibilità di giocarsi le sue carte migliori.



 


Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum