Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Meteo a 15 giorni: chi manderà al tappeto l'anticiclone?

Probabilmente nessuno, forse perderà ai punti durante il mese di febbraio, ma è tutto da dimostrare.

Fantameteo 15gg - 17 Gennaio 2020, ore 15.50

Liberarsi di un colosso, di un mostro insaziabile di stabilità come l'anticiclone african-europeo, come ormai potremmo ribattezzarlo, non sarà facile prima della fine stagione.

Quando "gira storta" è difficile che di colpo il panorama possa mutare, ma naturalmente nessuno ha la verità in tasca e siamo pronti ad essere smentiti.

Al momento un "KO" spettacolare non è probabile, né tantomeno prevedibile; dunque che l'anticiclone vada al tappeto o sgombri il quadrato per far posto ad una figura antagonista resta per ora l'ultima strada praticabile.

Più facile che perda il dominio del Mediterraneo "ai punti", attraverso un lungo lavoro di erosione da parte delle correnti atlantiche, tra fine mese e i primi giorni di febbraio.

Non sarà comunque facile perché:
1 le correnti devono scavarsi un sentiero da ovest
2 abbassarsi di latitudine
3 infine ondulare

Senza questi tre movimenti fondamentali, che sottendono una frenata della corrente a getto, l'anticiclone spadroneggerà ancora per molti giorni, fino a quando tutto quel freddo confinato al Polo non reggerà più e dovrà trovare necessariamente una valvola di sfogo verso sud, favorita dal fisiologico indebolimento del vortice polare che si riscontra a fine stagione.

Vediamola comunque la sequenza che potrebbe portarci fuori da questa situazione di relativo immobilismo; nella prima mappa si nota l'anticiclone ancora forte, come evidenziano molte emissioni del modello americano per la fine del mese:

Ecco invece per lo stesso periodo (sempre fine gennaio) un tentativo di penetrazione delle correnti da ovest, peraltro piuttosto blando, ma sufficiente ad indebolire il pachiderma:

Infine nella terza mappa l'ondulazione che servirebbe a sbloccare la situazione. Non di quelle fantasmagoriche, ma nemmeno trascurabili, servirebbe alla stagione per prendere, almeno nel finale, una piega diversa da quella vissuta dal 22 dicembre scorso.



 


Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum