Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Anticiclone mostro: il perché di un'anomalia natalizia ormai epocale e le prospettive

Una patologia nata già negli anni 80 del secolo scorso.

Editoriali - 24 Dicembre 2019, ore 10.17

Ricordo certi Natali dell'inizio degli anni 80, in tempi non sospetti, in un paesino di montagna della bergamasca, dove mio padre, come tanti, era riuscito ad acquistare una modesta seconda casa. Tutti aspettavano la neve che, invece dopo le abbuffate degli anni 70, non arrivava più.

Era già tempo di anticicloni, non cosi persistenti e duraturi, ma c'erano già, magari alternati a qualche bella sciroccata che lavava via tutta la neve caduta prima o a ridosso del Natale. Cominciarono li quei discorsi da "bar meteo": troppe seconde case, troppi termosifoni, non nevica perché fa troppo caldo.

Un discorso che aveva anche un fondo di verità ma che in realtà non poteva andare alla radice del problema: l'anomalia barica più impressionante degli ultimi 35 anni, l'anticiclone invernale sul Mediterraneo. Eccone un esempio qui sotto:

Il metro di misura degli anni 70 nel giudicare le stagioni aveva illuso, molti impianti costruiti a quote modeste sulle Alpi, fallirono miseramente negli anni successivi, dopo l'abbuffata di neve del 1985-86 che illuse molti sulle potenzialità dell'inverno.

Il 1988 fece da spartiacque: l'anticiclone da quell'anno in poi, avrebbe spesso spadroneggiato, eccezion fatta per qualche momento invernale ancora storico come nel febbraio del 91 o il dicembre del 96 ma si contavano sulle dita di una mano.

Chi gonfia cosi l'anticiclone? Si fece presto ad accusare le attività antropiche, ma venne da chiedersi perché a questo punto non se ne forma uno cosi anche sulla costa orientale americana, dove invece spesso nevica, o nelle zone più inquinate del mondo? Un sacco di chiacchiere...
 
Si parlò più in generale di un meccanismo inceppato, di un fronte polare che viaggiava troppo alto di latitudine, di una cella di Hadley spostata verso nord, di un vortice polare sfrontato che, invece limitarsi a far correre la corrente a getto all'impazzata solo per pochi frangenti della stagione fredda, spesso ne condizionava l'intera stagione.

Ed ecco il nuovo secolo dove, a parte qualche annata più favorevole tra il 2000 e il 2012, intervallata comunque da inverni particolarmente miti, ha visto ben 6 inverni succedersi dal 2013 ad oggi, (nonostante nevicate alpine anche eccezionali che non si registravano dall'inverno del 51, ma figlie di una grande mitezza).

E da questa situazione non si vede via d'uscita, perché l'anticiclone o la mitezza atlantica riescono quasi sempre ad avere la meglio sulle masse d'aria gelide parcheggiate nel nord o nell'est del Continente.

C'è da aspettarsi qualcosa di buono da qui a tutta la prima decade di gennaio? La tensione zonale non potrà resistere con la veemenza descritta dai modelli per cosi tanto tempo senza concedere almeno ad una o due saccature di provare ad inserirsi nel Mediterraneo, con quale efficacia però non sapremmo dire. Eccone un esempio previsto per i primi giorni di gennaio 2020 dal modello europeo:

Di certo da est o da nord difficilmente arriverà qualcosa, perché la sfrontatezza e la tracotanza delle westerlies, sarà tale da impedire situazioni di blocco favorevoli all'arrivo del freddo vero che, come nelle peggiori annate, andrà a limitare la sua azione a Grecia, Albania e Turchia.

E tutti i discorsi che abbiamo fatto a novembre e ad inizio dicembre? Erano tutti nobili, sempre scientificamente interessanti, scaturiti da una grande passione, ma quando si scontrano con tali anomalie, purtroppo pagano dazio.






 


Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum