Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

"La neve solo in montagna"! Ma non dovevamo fermare il cambiamento climatico?

Questa frase è il cavallo di battaglia per milioni di persone nel nostro Paese, tutte ambientaliste a parole.

Editoriali - 17 Dicembre 2019, ore 12.10

Appena si avvicina il pericolo di una nevicata a basse quote, subito, alle fermate dei tram, nei bar, davanti alle scuole, così come nei cortili, si alza il solito coro: "eh no eh, la neve solo in montagna, in pianura crea disagi e basta". Ed è un coro trasversale, cioè non riguarda solo gli anziani, ma anche giovani e meno giovani. Come se poi la neve potesse ascoltarli e rifugiarsi sui monti perché non gradita. Il problema però è un altro...

Ma come? Non dovremmo forse tutti cominciare a ragionare secondo il paradigma per cui: "freddo è bello?". Non abbiamo fatto scioperare i nostri figli per fermare il riscaldamento globale? Non abbiamo applaudito una ragazzina che si è guadagnata la copertina del Time?

Ma come pensate che possano tornare a crescere i ghiacciai sulle Alpi, una volta azzerate (limitate meglio) le emissioni antropiche, se non con un calo importante delle temperature e il ritorno di tante nevicate anche alle basse quote? Si, perché riuscire a fermare il cambiamento climatico, impresa ardua ma possibile secondo gli studiati (e non), comporterà un sacco di disagi, anche nel cuore dell'estate, magari proprio quando si dovrà andare in vacanza al mare dopo un anno di lavoro e la si trascorrerà sotto l'ombrellone per ripararsi dai temporali e non dal sole.

Fermare il riscaldamento globale significa RINUNCIARE; quanti sarebbero disposti a farlo, viziati come siamo oggi? Credete forse che la popolazione in un mondo più freddo, per scaldarsi, non darebbe fondo a tutto il metano e il gasolio di cui dispone? 

Credete che le vecchie e le nuove generazioni non continueranno ad aspettare i figli davanti a scuola tenendo accesa l'auto per scaldarsi fintanto che non appariranno davanti alla soglia del plesso scolastico che li ospita? Qualcuno obietterà: ma avremo tutti le auto ecologiche nel frattempo. Forse, ma con quali soldi pensate che le acquisteremo quando la rendita di posizione di aver avuto nonni e genitori ancora vivi con pensioni d'oro, che ci hanno mantenuto sino a 40 anni terminerà?

In un mondo più freddo immaginatevi la Coldiretti quante volte interverrà per chiedere al Governo di stanziare fondi per i danni che subiranno frutta e verdura dei coltivatori diretti nel nostro Paese se il tempo dovesse tornare al dinamismo degli anni 70, senza contare il danno permanente che subiranno alcune colture.

Certamente il turismo invernale ne avrebbe un vantaggio, ma ne sarebbe penalizzato quello nelle città d'arte e tutto quello marittimo nelle varie stagioni, caratterizzate da tempo sovente capriccioso e comunque meno invitante; forse bisognerà puntare su una massiccia campagna pubblicitaria per i popoli del nord e dell'est (che peraltro già salvano adesso molti dei nostri alberghi da un sicuro fallimento, considerati i prezzi altissimi per noi italiani).

Milioni di italiani hanno più volte ribadito di desiderare l'eterna estate, con buona pace del Global Warming; che tutti deprecano a parole ma che nessuno capisce concretamente cosa sia e cosa comporti nei fatti, ammesso (ma per noi non del tutto concesso) che sia quasi tutta colpa dell'uomo. 

In un simile contesto sono certamente iniziative intelligenti quelle delle domeniche ecologiche: armati di sacchetti e guanti tutti in riva al Tevere o all'Arno a fare pulizia, in un Paese sempre più zozzo ed egoista, ma bisognerebbe far capire alla popolazione che condividere l'impegno sul clima significa accettare di vedere la natura scatenata, perché più freddo non farà certamente mai rima con fenomeni meno estremi, perlomeno per i prossimi 50-70 anni.

Riflettiamo e smettiamola per favore di denigrare la neve! Per un giorno all'anno in compagnia dei fiocchi si potrà pure rinunciare a qualcosa e siccome ormai siamo tutti super informati, saperlo per tempo eviterà quasi tutte le problematiche senza farne una tragedia.  


Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum