Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Storia del clima: l'uragano San Callisto che distrusse i Caraibi nel 1780

Climatologia - 16 Ottobre 2020, ore 18.35

Più di due secondi fa i Caraibi dovettero fare i conti con uno dei cicloni tropicali più devastanti della storia mondiale. Attorno alle metà di ottobre del 1780 l'America centrale fu paralizzata da un ciclone per oltre una settimana, con danni e conseguenze catastrofiche che mai si sono ripetute negli anni successivi.

Tra il 9 e 20 ottobre 1780 l'uragano San Callisto, così venne denominato, colpì duramente le Isole Antille, Portorico, Martinica, Santa Lucia, Repubblica Dominicana, le Barbados e forse anche la Florida: le fonti ufficiali parlano almeno di 22.000 vittime, ma probabilmente furono oltre 27.000 secondo altre versioni tramandate da persone del luogo. Una vera e propria ecatombe senza precedenti.

Fu un vero e proprio incubo per le popolazioni locali e anche per le truppe inglese e francesi. In quegli anni andava in scena la rivoluzione americana: 4 anni prima venne redatta la dichiarazione d'indipendenza dei delle colonie di nordest degli USA, contro la madrepatria Inghilterra, ma la guerra poi continuò.

Secondo le ricostruzioni climatiche è stato stimato che l'uragano raggiunse la categoria 5 con venti superiori ai 320 km/h. La pressione nell'occhio del ciclone raggiunse i 910 hpa, mentre le piogge torrenziali e le inondazioni devastarono totalmente i Caraibi. L'isola di Barbados fu rasa al suolo.
Nessun uragano nel secolo successivo raggiunse anche solo lontanamente quella furia distruttiva. Per trovare altri cicloni tropicali devastanti quasi come San Callisto dobbiamo spostarci al 1900 con Galveston e al 1998 con Mitch.


Autore : Redazione MeteoLive.it

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum