Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Telescopio solare Gregor: un nuovo occhio per osservare la nostra stella

Straordinarie immagini arrivano dal telescopio solare GREGOR dopo il recente aggiornamento di alcune nuove ottiche. Ecco quali immagini sta regalando.

Astronomia - 3 Settembre 2020, ore 09.30

Il telescopio solare GREGOR, si trova presso l’Osservatorio Teide a Tenerife, nelle Isole Canarie. Questo strumento è dotato di uno specchio primario con un diametro di 1,5 metri ed è stato inaugurato nel 2012. Attualmente è ancora il maggiore telescopio solare europeo ed il terzo del mondo, superato soltanto dal McMath-Pierce e il Big Bear Solar Observatory, entrambi negli Stati Uniti. Il Sole è la stella che illumina il nostro sistema solare e svolge una profonda influenza sul nostro pianeta, sulla nostra vita e sulla nostra civiltà. Il telescopio GREGOR consente agli scienziati di osservare dettagli mai visti prima, con una risoluzione fino a 50 km2, equivale a dire una porzione minuscola del diametro solare che raggiunge un'estensione di 1,4 milioni di chilometri. Per usare un altro paragone, è come se dalla distanza di un chilometro, potessimo osservare un ago perfettamente affilato sopra un campo di calcio.

Durante il lockdown, la dottoressa Lucia Kleint ha guidato un nuovo progetto che ha reso possibile allestire il laboratorio ottico da zero. Lo scopo, quello di ottenere immagini della nostra stella con la migliore qualità possibile. Grazie all'ottimo lavoro di squadra ed alla meticolosa pianificazione del lavoro, i ricercatori hanno concluso il progetto nell'arco di pochi mesi, a fronte di una mole davvero elevata di lavoro. La nuova ottica del telescopio consentirà agli scienziati di studiare i campi magnetici, la convezione, la turbolenza, le eruzioni solari e le macchie solari con un dettaglio mai visto prima. Le prime, luminose immagini ottenute nel luglio 2020, rivelano dettagli sorprendenti dell'evoluzione delle macchie solari e strutture intricate nel plasma solare.


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum