al bar del meteo...

Discussioni NON meteorologiche ma molto tranquille e pacate, senza polemiche e sui binari della correttezza, del rispetto e dell'educazione, grazie ;-)
Come in tutte le altre stanze, non sono ammesse polemiche o critiche contro la nostra azienda, contro MeteoLive o contro i moderatori: per questo c'è la nostra mail.

Moderatori: erboss, MeteoLive, jackfrost

Rispondi
Avatar utente
ag
Messaggi: 1333
Iscritto il: gio mag 14, 2009 7:38 pm
Località: dronero CN 600m valmaira

Re: al bar del meteo...

Messaggio da ag »

quest' inverno mi ero dimenticata di come era la pioggia, tanti sono stati i giorni sereni
adesso mi sembra eterno questo tempo di pioggia e non ricordo più bene come sia il cielo blu
mi succede anche con estate e inverno di dimenticare...
quando è tutto verde, mi sembra impossibile che possa ritornare tutto come è adesso: rami nudi, tutto brullo
e, naturalmente, mi succede la stessa cosa anche per il viceversa
e cioè, adesso, ho difficoltà a immaginare tutto il verde che c'è in estate
il cambiamento del tempo e delle stagioni è proprio un qualcosa di magico
pur essendo sempre lo stesso susseguirsi di eventi, presenta ogni volta degli aspetti diversi: mai un inverno uguale all' altro, mai un' estate identica a quella precedente
tutti i fattori che guidano i cambiamenti nella natura, che sono un qualcosa di oggettivo e di fondamentale per gli esseri viventi, per me, incidono tantissimo anche sullo stato d' animo, sui pensieri e sono sempre stati, fin da quando ero bambina motivo di grande interesse
e soprattutto mi hanno sempre evidenziato quella caratteristica di mistero che la vita sul nostro pianeta presenta
buona settimana 🙋
Avatar utente
ag
Messaggi: 1333
Iscritto il: gio mag 14, 2009 7:38 pm
Località: dronero CN 600m valmaira

Re: al bar del meteo...

Messaggio da ag »

bello il sabato, mi è sempre piaciuto
forse perchè poi c'è ancora la domenica
oppure così, di suo, perchè comunque è festa, ma non è proprio festa grande, impegnativa
e così uno può dedicarsi un briciolo di più a se stesso, da tranquillo
io stamattina sono partita presto per farmi un giretto senza pioggia, in modo da non dovermi sobbarcare troppa zavorra (ombrello, giacca...)
una altra cosa bella del sabato mattina è che non ci sono i tipici rumori del trantran lavorativo
in più pochissime auto in giro, si sta da dio
in questo periodo, nel bosco, si possono ascoltare cinguettii di tutti i tipi, il martellare del picchio, lo scorrere dell' acqua nei rivoletti che scendono ovunque
buon sabato e... domenica 🙋
Avatar utente
ag
Messaggi: 1333
Iscritto il: gio mag 14, 2009 7:38 pm
Località: dronero CN 600m valmaira

Re: al bar del meteo...

Messaggio da ag »

finalmente, come promesso, ecco anche la seconda foto
😊

Immagine



della serie "ci accontentiamo della quantità di neve". ​💁


Immagine

buona settimana 🙋
Avatar utente
ag
Messaggi: 1333
Iscritto il: gio mag 14, 2009 7:38 pm
Località: dronero CN 600m valmaira

Re: al bar del meteo...

Messaggio da ag »

in alto, in valle, è venuta molta neve
non succedeva da qualche anno di averne così tanta: le montagne sono tutte bianchissime
invece, qui i basso, è praticamente solo piovuto
non so cosa significherà questo per la natura, un tempo si era abituati ad avere la neve che in inverno ricopriva il terreno per lungo tempo...
per fortuna, comunque, almeno il pericolo della siccità si è un po' allontanato
anche il pericolo dei fuochi dovrebbe essersi ridotto: in questo periodo dell' anno, gli alberi e gli arbusti sono senza linfa
ciò che li protegge dal fuoco è l' acqua che arriva dal cielo e che umidifica, in modo che il propagarsi delle fiamme diventa difficile
le ultime nevicate sono state di neve pesante e così hanno tirato giù molti alberi e rotto molti rami, soprattutto nei boschi, in una certa fascia di altezza
io spero che si riesca a recuperare questa legna, riducendo oltretutto un po', l' abitudine che si era presa, di tagliare gli alberi più belli e comodi, lasciando sul terreno, a fine lavori, immagini di saccheggio e distruzione
oggi vorrei santificare la domenica con un bel giretto in zona, per buttare gli occhi sulla fioritura che adesso ha cominciato alla grande
se riesco faccio due fotine e, se vengono bene, ne postopoi una per augurare la buona settimana
🙋
Avatar utente
ag
Messaggi: 1333
Iscritto il: gio mag 14, 2009 7:38 pm
Località: dronero CN 600m valmaira

Re: al bar del meteo...

Messaggio da ag »

Immagine


buona settimana
🙋
Avatar utente
ag
Messaggi: 1333
Iscritto il: gio mag 14, 2009 7:38 pm
Località: dronero CN 600m valmaira

Re: al bar del meteo...

Messaggio da ag »

benvenuta primavera
portaci qualcosa di bello e di buono, manda via la guerra! 😊🙋


Immagine
Avatar utente
ag
Messaggi: 1333
Iscritto il: gio mag 14, 2009 7:38 pm
Località: dronero CN 600m valmaira

Re: al bar del meteo...

Messaggio da ag »

augurando a tutti una felice pasqua, con belle passeggiate nei boschi 😊, ricordo che, le uova (di galline allevate liberamente), sono una ottima alternativa (per tanti motivi) alla carne,
soprattutto a quella di agnello o di capretto...



Immagine
Avatar utente
ag
Messaggi: 1333
Iscritto il: gio mag 14, 2009 7:38 pm
Località: dronero CN 600m valmaira

Re: al bar del meteo...

Messaggio da ag »

1
Immagine

e 2
Immagine

e 3

Immagine

🙋
Avatar utente
ag
Messaggi: 1333
Iscritto il: gio mag 14, 2009 7:38 pm
Località: dronero CN 600m valmaira

Re: al bar del meteo...

Messaggio da ag »

Che fioritura quest' anno!
durante le mie peregrinazioni, che si svolgono soprattutto su terreni un po' "lasciati andare", ho notato una enormità di fiori, soprattutto sugli alberi che hanno patito la siccità gli anni passati e quindi che non hanno potuto portare frutti come avrebbero voluto;
gli alberi che non vengono potati, bagnati e curati dall' uomo (cosa che invece avviene regolarmente nei frutteti) hanno, per quanto riguarda la produzione di frutti, un' alternanza nel tempo, già "di suo"
se un albero porta molti frutti un anno, l' anno dopo tende a portarne meno, a volte non porta proprio per niente, quasi come se si fosse stancato troppo
ultimamente, l' alternanza l' ha comandata la siccità
gli anni passati la siccità ha condizionato pesantemente il territorio: oltre ad averne patito i prati e gli arbusti che sfruttano il terreno in superficie, ne hanno risentito anche gli alberi, nonostante abbiano le radici che pescano in profondità
a tal punto che, qualcuno, addirittura, ci ha lasciato... le foglie
per fortuna, quest' anno l' acqua c'è stata in abbondanza, quindi, fiori a manetta
un' altra cosa ho notato quest' anno nei boschi: in una certa fascia di altezza sono caduti o si sono spezzati moltissimi alberi
da qualche anno non era più nevicato in modo così abbondante e quindi gli alberi sono cresciuti molto, anche quelli con una struttura poco robusta, magari poco adatta
in più, tra la zona di pioggia e quella della neve leggera e farinosa, c'è stata una zona in cui la neve è risultata bagnata e molto pesante; il forte vento ha detto anche la sua
tutto insieme ha provocato questo disastro
molti sentieri adesso risultano impraticabili
io dovrò aspettare che i caprioli e i cinghiali aprano nuovi varchi perchè ormai, i boschi che frequento sono quasi esclusivamente sotto il loro usufrutto
buona continuazione di settimana 🙋
Avatar utente
ag
Messaggi: 1333
Iscritto il: gio mag 14, 2009 7:38 pm
Località: dronero CN 600m valmaira

Re: al bar del meteo...

Messaggio da ag »

oggi, mentre santificavo la domenica con il solito giretto trai monti, ho visto i fiorellini dello zafferano selvatico
mi è venuto in mente di farmi un bel risotto
poi, a guardare bene quelle piantine, mi è sembrato che fossero troppo innamorate della vita e che mi dicessero che, morire per un risotto, sarebbe stata una causa troppo banale…
alla fine, anche un riso con un buon olio extravergine e peperoncino va più che bene 😊

🙋

Immagine
Avatar utente
ag
Messaggi: 1333
Iscritto il: gio mag 14, 2009 7:38 pm
Località: dronero CN 600m valmaira

Re: al bar del meteo...

Messaggio da ag »

per quanto riguarda il racconto della mia rinuncia a mangiarmi un fiore... più che altro è stata la scusa per mettere giù un pensiero che ho elaborato nel periodo pasquale, e che però, ho coltivato da tempo: probabilmente da quando ho incominciato a passare lunghi periodi in posti dove la natura è libera di vivere
mentre girovago in questi luoghi, appunto, lasciando l' anima in libertà, divento albero tra gli alberi, fiore tra i fiori, capriolo tra i caprioli, erba nell' erba, nuvola, acqua di ruscello, montagna, terra, roccia ecc
così, dopo le immersioni totali in cui mi perdo, questa rarità assoluta che è la vita nata e cresciuta su questo pianeta (non ne so ancora bene il perchè, pur avendo tanto cercato una risposta accettabile), mi spinge a rispettare ogni forma di vita
questo rispetto, succede da sempre -di regola-, tra gli esseri viventi tutti (umani esclusi ovviamente... )
in natura non è proprio previsto di uccidere, molestare o imporre sofferenze con l' unico scopo di avere qualche prelibatezza del tutto superflua o tantomeno di possedere una borsetta o... una pelliccia
e quindi non si uccide, non si provoca sofferenza, se non quando è strettamente necessario
buona settimana
🙋
Avatar utente
ag
Messaggi: 1333
Iscritto il: gio mag 14, 2009 7:38 pm
Località: dronero CN 600m valmaira

Re: al bar del meteo...

Messaggio da ag »

una fotina fresca di oggi, presa in una borgata in valle che, col pensiero, mi ha portata lontana nel tempo e nello spazio

Immagine
Avatar utente
ag
Messaggi: 1333
Iscritto il: gio mag 14, 2009 7:38 pm
Località: dronero CN 600m valmaira

Re: al bar del meteo...

Messaggio da ag »

dato che ho avuto qualche appunto per il post precedente, volevo fare ancora qualche precisazione...
in effetti non è tanto la sofferenza delle piante in sé perché non so di cosa si tratti;
Noto solo che in natura vale la legge della parsimonia e del rispetto della vita, qualunque essa sia.
cosa che succede un po’ meno a noi umani, che abbiamo alzato un po’ più in alto l’asticella della soddisfazione e quindi facciamo cose che hanno un grande impatto e pesano sugli altri esseri viventi, anche se i bisogni che vogliamo soddisfare sono futili
ad esempio, a volte mangiamo oltre misura;
forse tutto questo accade (anche) perché non abbiamo più contatto con il modo in cui vengono prodotte le cose, mentre scegliamo i prodotti, ben confezionati e gradevoli alla vista, non riusciamo a vedere tutta la sofferenza che c’è dietro;
e non solo verso gli altri esseri
a volte sono i nostri stessi fratelli a subire le nostre scelte, alle comodità che ci concediamo (ma questa è un’altra storia, più complicata…)
Avatar utente
ag
Messaggi: 1333
Iscritto il: gio mag 14, 2009 7:38 pm
Località: dronero CN 600m valmaira

Re: al bar del meteo...

Messaggio da ag »

Una mattina mi son svegliato,
oh bella, ciao! bella, ciao! bella, ciao, ciao, ciao!
Una mattina mi son svegliato
e ho trovato l’invasor.

O partigiano, portami via,
o bella, ciao! bella, ciao! bella, ciao, ciao, ciao!
O partigiano, portami via,
ché mi sento di morir.

E se io muoio da partigiano,
o bella, ciao! bella, ciao! bella, ciao, ciao, ciao!
E se io muoio da partigiano,
tu mi devi seppellir.

E seppellire lassù in montagna,
o bella, ciao! bella, ciao! bella, ciao, ciao, ciao!
E seppellire lassù in montagna
sotto l’ombra di un bel fior.

E le genti che passeranno
o bella, ciao! bella, ciao! bella, ciao, ciao, ciao!
E le genti che passeranno
Ti diranno «Che bel fior!»

«È questo il fiore del partigiano»,
o bella, ciao! bella, ciao! bella, ciao, ciao, ciao!
«È questo il fiore del partigiano
morto per la libertà!

Immagine
Avatar utente
ag
Messaggi: 1333
Iscritto il: gio mag 14, 2009 7:38 pm
Località: dronero CN 600m valmaira

Re: al bar del meteo...

Messaggio da ag »

in questi giorni è piovuto tantissimo
io, comunque, sono sempre riuscita a santificare le feste con una corsetta o una camminata, a seconda del tempo a disposizione, con l'aiuto di quello splendido attrezzo che è l' ombrello
per me, questo è un periodo difficile, che mi richiede molto conforto, sia spirituale che fisico, che riesco a trovare a stretto contatto con la natura, specialmente quando è così rigogliosa come adesso, che è primavera
per evitare il fango, quando piove oppure quando è appena piovuto, vado soprattutto su asfalto e, oltre a far movimento di gambe, faccio anche flessioni...
il motivo? quando sull' asfalto vedo dei lombrichi che annaspano e rischierebbero la morte, non riesco a trattenermi dal prenderli e spostarli nei prati circostanti
sono dell' idea che animali e piante, in natura sanno cavarsela da soli: hanno solo bisogno di essere lasciati vivere in libertà
ma l' asfalto è un' altra cosa, è una costruzione dell'uomo che di naturale ha proprio poco; è per questo che mi sento in dovere...
al di là del fatto, mi chiedo cosa può "pensare" un lombrico, che di colpo si sente salvato: se lo spiegherà come un miracolo?
chissà se anche a noi succede qualcosa di vagamente analogo, ognitanto, quando avvengono fatti che non riusciamo a spiegarci
e se possono succedere dei miracoli
in questo caso, faccio presente che io ne avrei molto bisogno... 😊
buon we. 🙋

Immagine
Rispondi