Logo MeteoLive

Il forum di MeteoLive.it
Il più autorevole ed antico forum di Meteorologia italiano, il primo creato in Italia, attivo fin dal 29 novembre 1998

Spaghetti per Roma
Satellite moviola VISIBILE

atten.gif (177 byte)atten.gif (177 byte)  Ti ricordiamo che il forum è moderato e i messaggi contrari al regolamento verranno cancellati.
Non inserire link o pubblicità ad altri siti meteo ITALIANI. Mantieni sempre un comportamento educato e rispettoso e sarai stimato da tutti! SEGNALA ABUSI AL MODERATORE!

Sat moviola Regolamento GFS HR PLUS WRF Inser. img statiche

Segnala il tempo!  

Nowcasting
NORD-OVEST

  Nowcasting
NORD-EST
  Nowcasting
CENTRO-SUD
 
 
MeteoLive.it :: Leggi argomento - Situazione innevamento sulle Alpi
Log in Registra FAQ Cerca Indice del forum

Situazione innevamento sulle Alpi
Vai a Precedente  1, 2, 3 ... 218, 219, 220, 221, 222, 223  Successivo
 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum » Previsioni meteo e meteorologia
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
lities
*Forumista TOP*


Registrato: 05/02/13 19:12
Messaggi: 9610
Residenza: cantoira (to) 800 m. slm

MessaggioInviato: Sat Apr 23, 2022 9:35 pm    Oggetto: Rispondi citando

Circa mezzo metro di neve fresca oggi dai 2.300 metri sulle Alpi Graie con imbiancate serali sino sotto i 1500 metri alle testate vallive confinali Very Happy


Top
Profilo Invia messaggio privato
lities
*Forumista TOP*


Registrato: 05/02/13 19:12
Messaggi: 9610
Residenza: cantoira (to) 800 m. slm

MessaggioInviato: Sun Apr 24, 2022 8:35 am    Oggetto: Rispondi citando

https://www.rifugiocirie.eu/webcam.htm
https://www.comune.balme.to.it/it-it/vivere-il-comune/webcam
https://www.comune.ceresolereale.to.it/it-it/vivere-il-comune/webcam
https://www.bonnevalsurarc.fr/media-bonneval-sur-arc/webcams-bonneval-sur-arc_146.html
https://nivolet.panomax.com/


Top
Profilo Invia messaggio privato
giulys
Forumista senior


Registrato: 01/01/70 01:00
Messaggi: 7906
Residenza: Torino - Lucento

MessaggioInviato: Thu May 05, 2022 2:53 pm    Oggetto: Rispondi citando

Nevica sulle Alpi occidentali con quota neve tra i 1800 ed i 2.000.

Finora accumuli scarsi, ma se continua potremo vedere accumuli di 5/10 cm di neve molle a 2.000 e magari di 30 a 2.500 mt

Ecco alcune webcam della Vialattea

https://www.webcamvialattea.it/

Qui invece siamo in Valsavarenche
https://www.comune.valsavarenche.ao.it/web-cam/


Top
Profilo Invia messaggio privato
GiulianoPhoto
Forumista senior


Registrato: 29/04/09 19:10
Messaggi: 6533
Residenza: Reano[450m][TO]

MessaggioInviato: Fri May 06, 2022 2:14 pm    Oggetto: Rispondi citando

Alla fine gli accumuli nevosi sulle Alpi occidentali si sono rilevati piuttosto scarsi.. solo 20/30cm totali. Davvero pochissimo, pensavo meglio, molto meglio, ma le paline di rilevamento arpa sono chiare.

Sono ben lontane le grandi nevicate in quota stagionali che normalmente in questo periodo apportano anche più di 1m di neve sopra i 2500m. Crying or Very sad

La perturbazione ha poca forza di entrare nelle valli, scaricando tutto sulla pedemontana e pianura adiacente, che sta facendo ottimi accumuli


Top
Profilo Invia messaggio privato
lities
*Forumista TOP*


Registrato: 05/02/13 19:12
Messaggi: 9610
Residenza: cantoira (to) 800 m. slm

MessaggioInviato: Fri May 06, 2022 2:22 pm    Oggetto: Rispondi citando

GiulianoPhoto ha scritto:
Alla fine gli accumuli nevosi sulle Alpi occidentali si sono rilevati piuttosto scarsi.. solo 20/30cm totali. Davvero pochissimo, pensavo meglio, molto meglio, ma le paline di rilevamento arpa sono chiare.

Sono ben lontane le grandi nevicate in quota stagionali che normalmente in questo periodo apportano anche più di 1m di neve sopra i 2500m. Crying or Very sad

La perturbazione ha poca forza di entrare nelle valli, scaricando tutto sulla pedemontana e pianura adiacente, che sta facendo ottimi accumuli

Si, entro le valli occidentali gli accumuli sono stati piuttosto esigui specialmente spingendosi verso le testate vallive, qui da me, per esempio, in media vallata, appena superati i 30 mm in 48 ore.
Le Alpi occidentali hanno raccolto molto di più nella passata piovosa di 15 giorni fa con accumuli di oltre mezzo metro di neve fresca oltre i 2.000 metri.


Top
Profilo Invia messaggio privato
Uomo di Langa
Forumista senior


Registrato: 01/12/11 15:49
Messaggi: 8769
Residenza: Alba(CN) 172 m. s.l.m.

MessaggioInviato: Fri May 06, 2022 2:30 pm    Oggetto: Rispondi citando

Avete ragione ragazzi,sono sempre di più le perturbazioni che faticano a portare buone piogge e nevicate sulle Alpi,specialmente nelle vallate comprese tra,indicativamente,le più settentrionali del Cuneese,quindi Maira e Varaita,e quelle più meridionali del Torinese,fino alla Germanasca;oltre,dal Canavese in sù,le cose cambiano,almeno in parte.


Top
Profilo Invia messaggio privato
lities
*Forumista TOP*


Registrato: 05/02/13 19:12
Messaggi: 9610
Residenza: cantoira (to) 800 m. slm

MessaggioInviato: Mon May 09, 2022 7:28 am    Oggetto: Rispondi citando

La poca arrivata sparirà in fretta.
Ablazione che potrà facilmente iniziare.


Top
Profilo Invia messaggio privato
GiulianoPhoto
Forumista senior


Registrato: 29/04/09 19:10
Messaggi: 6533
Residenza: Reano[450m][TO]

MessaggioInviato: Mon May 09, 2022 8:15 am    Oggetto: Rispondi citando

Uomo di Langa ha scritto:
Avete ragione ragazzi,sono sempre di più le perturbazioni che faticano a portare buone piogge e nevicate sulle Alpi,specialmente nelle vallate comprese tra,indicativamente,le più settentrionali del Cuneese,quindi Maira e Varaita,e quelle più meridionali del Torinese,fino alla Germanasca;oltre,dal Canavese in sù,le cose cambiano,almeno in parte.


Assolutamente vero.
Valle Maira e Varaita sono penso diventate tra le valli più secche di tutte le Alpi per via della loro posizione.
Sono anni che per esempio a Pontechianale non nevica più decedentemente.
Le perturbazioni attuali non hanno più la spinta sufficiente a penetrare nelle vallate.

Purtroppo ora con il caldo previsto nei prossimi giorni la poca neve sparirà e si darà il via al lunghissimo periodo di ablazione per i ghiacciai, che mai come quest'anno hanno così poca neve

Sarà una MATTANZA, quest'anno stabiliremo nuovi record assoluti negativi di ritiro.

Crying or Very sad


Top
Profilo Invia messaggio privato
ghito



Registrato: 27/12/12 17:02
Messaggi: 1139
Residenza: balme

MessaggioInviato: Mon May 09, 2022 8:58 am    Oggetto: Rispondi citando

GiulianoPhoto ha scritto:
Uomo di Langa ha scritto:
Avete ragione ragazzi,sono sempre di più le perturbazioni che faticano a portare buone piogge e nevicate sulle Alpi,specialmente nelle vallate comprese tra,indicativamente,le più settentrionali del Cuneese,quindi Maira e Varaita,e quelle più meridionali del Torinese,fino alla Germanasca;oltre,dal Canavese in sù,le cose cambiano,almeno in parte.


Assolutamente vero.
Valle Maira e Varaita sono penso diventate tra le valli più secche di tutte le Alpi per via della loro posizione.
Sono anni che per esempio a Pontechianale non nevica più decedentemente.
Le perturbazioni attuali non hanno più la spinta sufficiente a penetrare nelle vallate.

Purtroppo ora con il caldo previsto nei prossimi giorni la poca neve sparirà e si darà il via al lunghissimo periodo di ablazione per i ghiacciai, che mai come quest'anno hanno così poca neve

Sarà una MATTANZA, quest'anno stabiliremo nuovi record assoluti negativi di ritiro.

Crying or Very sad


Però non è una novità che le cozie cuneesi siano tra le vallate alpine, le meno nevose, discorso diverso per le marittime e le cozie torinesi, val Pellice e Val Sangone in primis che sono relativamente corte e dove l'effetto stau è enorme. La Val Varaita dopo la Val d'Aosta e la Val Susa, è la più lunga delle alpi occidentali con asse ovest/est e dunque il flusso perturbato deve essere notevole per permettere buone precipitazioni omogenee, se poi si tiene conto che è sfavorita orograficamente sia dal libeccio che dallo scirocco, il risultato è presto fatto.


Top
Profilo Invia messaggio privato
GiulianoPhoto
Forumista senior


Registrato: 29/04/09 19:10
Messaggi: 6533
Residenza: Reano[450m][TO]

MessaggioInviato: Mon May 09, 2022 9:45 am    Oggetto: Rispondi citando

ghito ha scritto:
GiulianoPhoto ha scritto:
Uomo di Langa ha scritto:
Avete ragione ragazzi,sono sempre di più le perturbazioni che faticano a portare buone piogge e nevicate sulle Alpi,specialmente nelle vallate comprese tra,indicativamente,le più settentrionali del Cuneese,quindi Maira e Varaita,e quelle più meridionali del Torinese,fino alla Germanasca;oltre,dal Canavese in sù,le cose cambiano,almeno in parte.


Assolutamente vero.
Valle Maira e Varaita sono penso diventate tra le valli più secche di tutte le Alpi per via della loro posizione.
Sono anni che per esempio a Pontechianale non nevica più decedentemente.
Le perturbazioni attuali non hanno più la spinta sufficiente a penetrare nelle vallate.

Purtroppo ora con il caldo previsto nei prossimi giorni la poca neve sparirà e si darà il via al lunghissimo periodo di ablazione per i ghiacciai, che mai come quest'anno hanno così poca neve

Sarà una MATTANZA, quest'anno stabiliremo nuovi record assoluti negativi di ritiro.

Crying or Very sad


Però non è una novità che le cozie cuneesi siano tra le vallate alpine, le meno nevose, discorso diverso per le marittime e le cozie torinesi, val Pellice e Val Sangone in primis che sono relativamente corte e dove l'effetto stau è enorme. La Val Varaita dopo la Val d'Aosta e la Val Susa, è la più lunga delle alpi occidentali con asse ovest/est e dunque il flusso perturbato deve essere notevole per permettere buone precipitazioni omogenee, se poi si tiene conto che è sfavorita orograficamente sia dal libeccio che dallo scirocco, il risultato è presto fatto.


Si vero, tuttavia anche in Val Varaita ci sono due zone molto diverse. La valle di Pontechianale è più secca di quella di Bellino che riceve precipitazioni da libeccio molto ingenti, così come la Valle Maira che prende già dalla genova low che favorisce il cuneese.

Il problema degli ultimi 3 anni è che mancano ciclogenesi mediterranee che in un modo o nell'altro permettono ai flussi perturbati un po' di democrazia.

Ora quello che preoccupa un po' tutti è la mancanza di neve in quota che esporrà all'ablazione del caldo feroce i ghiacciai, visto che l'estate si sa, non fallirà al 99% salvo miracoli, c'è da chiedersi quale disastro ci ritroveremo a ottobre tra ghiacciai agonizzanti e crolli di porzioni di montagne a causa dello scioglimento del permafrost..


Top
Profilo Invia messaggio privato
GiulianoPhoto
Forumista senior


Registrato: 29/04/09 19:10
Messaggi: 6533
Residenza: Reano[450m][TO]

MessaggioInviato: Thu May 12, 2022 4:28 pm    Oggetto: Rispondi citando

Per i ghiacciai alpini è in arrivo la peggiore annata di sempre.
Probabilmente quest'anno scomprariranno tanti ghiacciai minori.

Sono già quasi totalmente privi di neve a metà maggio e il caldo previsto terminerà il lavoro entro fine mese. Una situazione così normalmente dovrebbe esserci non prima di fine Luglio.

Al ciardoney a quasi 2900m l'asta dovrebbe essere quasi totalmente sepolta invece al suolo non ci sono più di 30/40cm di neve con abbondante ablazione.

SURREALE



Invece qui... MAGGIO di 10 anni fa.

trova le differenze



Top
Profilo Invia messaggio privato
manu73
*Forumista TOP*


Registrato: 29/11/12 14:46
Messaggi: 10378
Residenza: orobie val brembana

MessaggioInviato: Thu May 12, 2022 4:35 pm    Oggetto: Rispondi citando

GiulianoPhoto ha scritto:
Per i ghiacciai alpini è in arrivo la peggiore annata di sempre.
Probabilmente quest'anno scomprariranno tanti ghiacciai minori.

Sono già quasi totalmente privi di neve a metà maggio e il caldo previsto terminerà il lavoro entro fine mese. Una situazione così normalmente dovrebbe esserci non prima di fine Luglio.

Al ciardoney a quasi 2900m l'asta dovrebbe essere quasi totalmente sepolta invece al suolo non ci sono più di 30/40cm di neve con abbondante ablazione.

SURREALE



Si, quest'anno per il comparto glaciale sarà sicuramente un annata da record come ablazione nel comparto sud Alpino.
Copertura invernale nevosa assente praticamente fino a quote alte, pioggia e caldo delle prossime settimane faranno il resto.

Sotto i 3500metri di quota sarà una stagione molto molto pesante


Top
Profilo Invia messaggio privato
lities
*Forumista TOP*


Registrato: 05/02/13 19:12
Messaggi: 9610
Residenza: cantoira (to) 800 m. slm

MessaggioInviato: Thu May 12, 2022 4:57 pm    Oggetto: Rispondi citando

Dopo un'autunno secco, quindi senza neve da "fondo" in quota, inverno INESISTENTE e molto mite con continue spazzolate favoniche e primavera che ha in gran parte fallito (marzo e gran parte di aprile) il risultato è scontato.


Top
Profilo Invia messaggio privato
FabriPhotoNature



Registrato: 31/03/20 09:39
Messaggi: 640
Residenza: Brandizzo (TO)

MessaggioInviato: Fri May 13, 2022 6:05 pm    Oggetto: Rispondi citando

Io mi son fatto l'idea che questo 2022 sarà un altro step climatico (dopo 2003-2012) verso una nuova "era climatica"


Top
Profilo Invia messaggio privato
lities
*Forumista TOP*


Registrato: 05/02/13 19:12
Messaggi: 9610
Residenza: cantoira (to) 800 m. slm

MessaggioInviato: Tue May 17, 2022 7:29 am    Oggetto: Rispondi citando

Ieri giretto in quota, situazione disastrosa!
Situazione innevamento che sarebbe all'incirca nella norma fosse il 16 luglio Surprised , ma siamo appena a metà maggio.
Già ben evidenti la formazione di laghetti dovuti alla veloce fusione nivale ed all'assente rigelo notturno.


Top
Profilo Invia messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   

Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum » Previsioni meteo e meteorologia Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a Precedente  1, 2, 3 ... 218, 219, 220, 221, 222, 223  Successivo
Pagina 219 di 223

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Puoi votare nei sondaggi



Powered by phpBB © 2001- 2004 phpBB Group
Theme created by phpBBStyles.com | Themes Database
phpbb.it