Logo MeteoLive

Il forum di MeteoLive.it
Il più autorevole ed antico forum di Meteorologia italiano, il primo creato in Italia, attivo fin dal 29 novembre 1998

Spaghetti per Roma
Satellite moviola VISIBILE

atten.gif (177 byte)atten.gif (177 byte)  Ti ricordiamo che il forum è moderato e i messaggi contrari al regolamento verranno cancellati.
Non inserire link o pubblicità ad altri siti meteo ITALIANI. Mantieni sempre un comportamento educato e rispettoso e sarai stimato da tutti! SEGNALA ABUSI AL MODERATORE!

Sat moviola Regolamento GFS HR PLUS WRF Inser. img statiche

Segnala il tempo!  

Nowcasting
NORD-OVEST

  Nowcasting
NORD-EST
  Nowcasting
CENTRO-SUD
 
 
MeteoLive.it :: Leggi argomento - Tendenza stagionale Inverno '21/2022
Log in Registra FAQ Cerca Indice del forum

Tendenza stagionale Inverno '21/2022
Vai a Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8  Successivo
 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum » Previsioni meteo e meteorologia
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Uomo di Langa
Forumista senior


Registrato: 01/12/11 15:49
Messaggi: 8635
Residenza: Alba(CN) 172 m. s.l.m.

MessaggioInviato: Sun Oct 17, 2021 4:35 pm    Oggetto: Rispondi citando

robert ha scritto:
Uomo di Langa ha scritto:
In altri forum si parla già di vps forte,che potrebbe,come no,influenzare il vpt.
Ora é presto per capire qualcosa,tra un mese si avrà un quadro già un po' più chiaro.


Un Vortice Polare compatto significa maggiore zonalita' che comporterebbe la prevalenza di fasi piu miti , ma questo tipo di pattern sinottico ha prevalso in particolare durante alta attivita Solare , esempio tra il 1989/1990 , 2000/2002 , 2014/2015

in contesto bassa attivita Solare e QBO - possibile fasi antizonale , Zonal Index e' previsto in calo nei prossimi mesi

Intanto l aggiornamento IRI di Ottobre 2021 relativo la stagione Invernale '21/2022
https://iri.columbia.edu/climate/forecast/net_asmt_nmme/2021/oct2021/images/DJF22_Eur_tmp.gif

Il vp sta un po' rallentando rispetto ai giorni scorsi.
Vedremo tra qualche settimana come saremo messi.


Top
Profilo Invia messaggio privato
Wurm78



Registrato: 07/01/19 20:20
Messaggi: 842
Residenza: Somma Lombardo

MessaggioInviato: Sun Oct 17, 2021 7:51 pm    Oggetto: Rispondi citando

Inoltre c'è da dire che un inverno favorevole in termini nevosi al nord-ovest spesso è anzi deleterio per la maggior parte d'Italia, poiché al NW la neve seria arriva in caso di correnti sciroccali che scorrono su cuscino freddo oppure per irruzioni artiche che finiscono ad ovest (zona pirenaica, minimo su Golfo di Biscaglia), di conseguenza in queste situazioni il sud Italia e anche il centro vedono al massimo pioggia, ma non neve. Un inverno invece può essere freddissimo ma assolutamente avaro di neve al nord specie nord-ovest, poiché in quei casi le correnti continentali apportano minimi su adriatico e al sud, mentre il nord-ovest rimane al secco e protetto dall'ala orientale dell'anticiclone che si protende verso la Scandinavia. Il 1929 fu un esempio di inverno molto freddo e storico con però accumuli irrisori di neve in Pianura Padana, specie nella zona ovest (un po' meglio in Veneto).


Top
Profilo Invia messaggio privato
Estremo Nordest



Registrato: 14/02/15 21:05
Messaggi: 3243
Residenza: Gorizia

MessaggioInviato: Sun Oct 17, 2021 9:30 pm    Oggetto: Rispondi citando

Wurm78 ha scritto:
Inoltre c'è da dire che un inverno favorevole in termini nevosi al nord-ovest spesso è anzi deleterio per la maggior parte d'Italia, poiché al NW la neve seria arriva in caso di correnti sciroccali che scorrono su cuscino freddo oppure per irruzioni artiche che finiscono ad ovest (zona pirenaica, minimo su Golfo di Biscaglia), di conseguenza in queste situazioni il sud Italia e anche il centro vedono al massimo pioggia, ma non neve. Un inverno invece può essere freddissimo ma assolutamente avaro di neve al nord specie nord-ovest, poiché in quei casi le correnti continentali apportano minimi su adriatico e al sud, mentre il nord-ovest rimane al secco e protetto dall'ala orientale dell'anticiclone che si protende verso la Scandinavia. Il 1929 fu un esempio di inverno molto freddo e storico con però accumuli irrisori di neve in Pianura Padana, specie nella zona ovest (un po' meglio in Veneto).
Buonasera!!!Attenzione pero' che anche il F.V.G si trova al nord....come riporti non solo il centro/sud finisce sotto la pioggia ma anche il Nordest....per poi non parlare del famigerato Burian....che porta gelo si ma neve assente,un esempio fu il 2012 che premio anche il N.W ... al contrario l'estremo nordest dove non ci fu nemmeno un fiocco!!!!Ricordo benissimo il 3 febbraio di quel anno con -9° bora a raffiche 150 km/hr nella zona collinare ma neve non pervenuta.


Top
Profilo Invia messaggio privato
leo55



Registrato: 28/07/19 19:19
Messaggi: 2345
Residenza: Arezzo

MessaggioInviato: Mon Oct 18, 2021 8:22 am    Oggetto: Rispondi citando

Buogiorno,secondo un noto meteorologo,negli ultimi 30 anni quando si è manifestata la Nina ha sempre nevicato in pianura almeno una volta al centro nord nei mesi novembre-dicembre.


Top
Profilo Invia messaggio privato
ghito



Registrato: 27/12/12 17:02
Messaggi: 1000
Residenza: balme

MessaggioInviato: Mon Oct 18, 2021 8:44 am    Oggetto: Rispondi citando

Estremo Nordest ha scritto:
Wurm78 ha scritto:
Inoltre c'è da dire che un inverno favorevole in termini nevosi al nord-ovest spesso è anzi deleterio per la maggior parte d'Italia, poiché al NW la neve seria arriva in caso di correnti sciroccali che scorrono su cuscino freddo oppure per irruzioni artiche che finiscono ad ovest (zona pirenaica, minimo su Golfo di Biscaglia), di conseguenza in queste situazioni il sud Italia e anche il centro vedono al massimo pioggia, ma non neve. Un inverno invece può essere freddissimo ma assolutamente avaro di neve al nord specie nord-ovest, poiché in quei casi le correnti continentali apportano minimi su adriatico e al sud, mentre il nord-ovest rimane al secco e protetto dall'ala orientale dell'anticiclone che si protende verso la Scandinavia. Il 1929 fu un esempio di inverno molto freddo e storico con però accumuli irrisori di neve in Pianura Padana, specie nella zona ovest (un po' meglio in Veneto).
Buonasera!!!Attenzione pero' che anche il F.V.G si trova al nord....come riporti non solo il centro/sud finisce sotto la pioggia ma anche il Nordest....per poi non parlare del famigerato Burian....che porta gelo si ma neve assente,un esempio fu il 2012 che premio anche il N.W ... al contrario l'estremo nordest dove non ci fu nemmeno un fiocco!!!!Ricordo benissimo il 3 febbraio di quel anno con -9° bora a raffiche 150 km/hr nella zona collinare ma neve non pervenuta.


L'ondata continentale del 29 non mi sembra che fu proprio avara di neve per la pianura padana che fu investita a più riprese da tormente di neve, (circa un metro di neve tra l'alessandrino ed il piacentino). Ed anche nel 56, nell'85 ed in parte nel 2012 il nord ovest, oltre al gelo vide abbondanti nevicate sempre con incursioni da est. Poi è ovvio che specie il 2012 poteva finire in ben altri modi per il nord ovest, ma è di quell'anno l'ultima abbondante nevicata su Torino per esempio. E' comunque vero che per queste aree la configurazione ideale per la neve sia lo scirocco su precedente cuscino freddo, ma non bisogna sottovalutare l'effetto stau che la catena alpina piemontese ha sulle correnti da est, esempio classico l'episodio del dicembre 2001.


Top
Profilo Invia messaggio privato
andi8



Registrato: 20/09/21 15:49
Messaggi: 13
Residenza: mestre

MessaggioInviato: Mon Oct 18, 2021 9:29 am    Oggetto: Rispondi citando

robert ha scritto:
Uomo di Langa ha scritto:
In altri forum si parla già di vps forte,che potrebbe,come no,influenzare il vpt.
Ora é presto per capire qualcosa,tra un mese si avrà un quadro già un po' più chiaro.


Un Vortice Polare compatto significa maggiore zonalita' che comporterebbe la prevalenza di fasi piu miti , ma questo tipo di pattern sinottico ha prevalso in particolare durante alta attivita Solare , esempio tra il 1989/1990 , 2000/2002 , 2014/2015

in contesto bassa attivita Solare e QBO - possibile fasi antizonale , Zonal Index e' previsto in calo nei prossimi mesi

Intanto l aggiornamento IRI di Ottobre 2021 relativo la stagione Invernale '21/2022
https://iri.columbia.edu/climate/forecast/net_asmt_nmme/2021/oct2021/images/DJF22_Eur_tmp.gif

Mi sembra francamente poco credibile un sopramedia sia a est che a ovest che a nord; l'aria fredda deve pur scendere da qualche parte o rimanere al limite confinata all'Europa settentrionale in caso di zonalità forte


Top
Profilo Invia messaggio privato
Uomo di Langa
Forumista senior


Registrato: 01/12/11 15:49
Messaggi: 8635
Residenza: Alba(CN) 172 m. s.l.m.

MessaggioInviato: Mon Oct 18, 2021 5:24 pm    Oggetto: Rispondi citando

Wurm78 ha scritto:
Inoltre c'è da dire che un inverno favorevole in termini nevosi al nord-ovest spesso è anzi deleterio per la maggior parte d'Italia, poiché al NW la neve seria arriva in caso di correnti sciroccali che scorrono su cuscino freddo oppure per irruzioni artiche che finiscono ad ovest (zona pirenaica, minimo su Golfo di Biscaglia), di conseguenza in queste situazioni il sud Italia e anche il centro vedono al massimo pioggia, ma non neve. Un inverno invece può essere freddissimo ma assolutamente avaro di neve al nord specie nord-ovest, poiché in quei casi le correnti continentali apportano minimi su adriatico e al sud, mentre il nord-ovest rimane al secco e protetto dall'ala orientale dell'anticiclone che si protende verso la Scandinavia. Il 1929 fu un esempio di inverno molto freddo e storico con però accumuli irrisori di neve in Pianura Padana, specie nella zona ovest (un po' meglio in Veneto).

Infatti dalla carta postata sembra intuirsi proprio questo.


Top
Profilo Invia messaggio privato
Estremo Nordest



Registrato: 14/02/15 21:05
Messaggi: 3243
Residenza: Gorizia

MessaggioInviato: Mon Oct 18, 2021 7:04 pm    Oggetto: Rispondi citando

ghito ha scritto:
Estremo Nordest ha scritto:
Wurm78 ha scritto:
Inoltre c'è da dire che un inverno favorevole in termini nevosi al nord-ovest spesso è anzi deleterio per la maggior parte d'Italia, poiché al NW la neve seria arriva in caso di correnti sciroccali che scorrono su cuscino freddo oppure per irruzioni artiche che finiscono ad ovest (zona pirenaica, minimo su Golfo di Biscaglia), di conseguenza in queste situazioni il sud Italia e anche il centro vedono al massimo pioggia, ma non neve. Un inverno invece può essere freddissimo ma assolutamente avaro di neve al nord specie nord-ovest, poiché in quei casi le correnti continentali apportano minimi su adriatico e al sud, mentre il nord-ovest rimane al secco e protetto dall'ala orientale dell'anticiclone che si protende verso la Scandinavia. Il 1929 fu un esempio di inverno molto freddo e storico con però accumuli irrisori di neve in Pianura Padana, specie nella zona ovest (un po' meglio in Veneto).
Buonasera!!!Attenzione pero' che anche il F.V.G si trova al nord....come riporti non solo il centro/sud finisce sotto la pioggia ma anche il Nordest....per poi non parlare del famigerato Burian....che porta gelo si ma neve assente,un esempio fu il 2012 che premio anche il N.W ... al contrario l'estremo nordest dove non ci fu nemmeno un fiocco!!!!Ricordo benissimo il 3 febbraio di quel anno con -9° bora a raffiche 150 km/hr nella zona collinare ma neve non pervenuta.


L'ondata continentale del 29 non mi sembra che fu proprio avara di neve per la pianura padana che fu investita a più riprese da tormente di neve, (circa un metro di neve tra l'alessandrino ed il piacentino). Ed anche nel 56, nell'85 ed in parte nel 2012 il nord ovest, oltre al gelo vide abbondanti nevicate sempre con incursioni da est. Poi è ovvio che specie il 2012 poteva finire in ben altri modi per il nord ovest, ma è di quell'anno l'ultima abbondante nevicata su Torino per esempio. E' comunque vero che per queste aree la configurazione ideale per la neve sia lo scirocco su precedente cuscino freddo, ma non bisogna sottovalutare l'effetto stau che la catena alpina piemontese ha sulle correnti da est, esempio classico l'episodio del dicembre 2001.
Buonasera!!Certo che con l'est si possa avere effetto stau sul piemonte,nel 85 pero' le correnti per il nevone si orientarono da sud sud ovest l'aria gelida presente al suolo fece il resto tenendo conto anche delle dimensioni del lago gelido al suolo!!!Nel 29 nevico poco al cospetto di temperature siderali, nel 2001 idem zero neve (Bora e gelo presenti pero')'


Top
Profilo Invia messaggio privato
vermontinpadania



Registrato: 07/02/12 15:36
Messaggi: 161
Residenza: Voghera (PV)

MessaggioInviato: Tue Oct 19, 2021 11:49 am    Oggetto: Rispondi citando

Estremo Nordest ha scritto:
ghito ha scritto:
Estremo Nordest ha scritto:
Wurm78 ha scritto:
Inoltre c'è da dire che un inverno favorevole in termini nevosi al nord-ovest spesso è anzi deleterio per la maggior parte d'Italia, poiché al NW la neve seria arriva in caso di correnti sciroccali che scorrono su cuscino freddo oppure per irruzioni artiche che finiscono ad ovest (zona pirenaica, minimo su Golfo di Biscaglia), di conseguenza in queste situazioni il sud Italia e anche il centro vedono al massimo pioggia, ma non neve. Un inverno invece può essere freddissimo ma assolutamente avaro di neve al nord specie nord-ovest, poiché in quei casi le correnti continentali apportano minimi su adriatico e al sud, mentre il nord-ovest rimane al secco e protetto dall'ala orientale dell'anticiclone che si protende verso la Scandinavia. Il 1929 fu un esempio di inverno molto freddo e storico con però accumuli irrisori di neve in Pianura Padana, specie nella zona ovest (un po' meglio in Veneto).
Buonasera!!!Attenzione pero' che anche il F.V.G si trova al nord....come riporti non solo il centro/sud finisce sotto la pioggia ma anche il Nordest....per poi non parlare del famigerato Burian....che porta gelo si ma neve assente,un esempio fu il 2012 che premio anche il N.W ... al contrario l'estremo nordest dove non ci fu nemmeno un fiocco!!!!Ricordo benissimo il 3 febbraio di quel anno con -9° bora a raffiche 150 km/hr nella zona collinare ma neve non pervenuta.


L'ondata continentale del 29 non mi sembra che fu proprio avara di neve per la pianura padana che fu investita a più riprese da tormente di neve, (circa un metro di neve tra l'alessandrino ed il piacentino). Ed anche nel 56, nell'85 ed in parte nel 2012 il nord ovest, oltre al gelo vide abbondanti nevicate sempre con incursioni da est. Poi è ovvio che specie il 2012 poteva finire in ben altri modi per il nord ovest, ma è di quell'anno l'ultima abbondante nevicata su Torino per esempio. E' comunque vero che per queste aree la configurazione ideale per la neve sia lo scirocco su precedente cuscino freddo, ma non bisogna sottovalutare l'effetto stau che la catena alpina piemontese ha sulle correnti da est, esempio classico l'episodio del dicembre 2001.
Buonasera!!Certo che con l'est si possa avere effetto stau sul piemonte,nel 85 pero' le correnti per il nevone si orientarono da sud sud ovest l'aria gelida presente al suolo fece il resto tenendo conto anche delle dimensioni del lago gelido al suolo!!!Nel 29 nevico poco al cospetto di temperature siderali, nel 2001 idem zero neve (Bora e gelo presenti pero')'


Sfa roba dello stau in piemonte è una leggenda portata da non so chi, sarà accaduto 2 volte in trentanni con accumuli anche scarsi


Top
Profilo Invia messaggio privato
lities
Forumista senior


Registrato: 05/02/13 19:12
Messaggi: 8917
Residenza: cantoira (to) 800 m. slm

MessaggioInviato: Tue Oct 19, 2021 12:56 pm    Oggetto: Rispondi citando

vermontinpadania ha scritto:
Estremo Nordest ha scritto:
ghito ha scritto:
Estremo Nordest ha scritto:
Wurm78 ha scritto:
Inoltre c'è da dire che un inverno favorevole in termini nevosi al nord-ovest spesso è anzi deleterio per la maggior parte d'Italia, poiché al NW la neve seria arriva in caso di correnti sciroccali che scorrono su cuscino freddo oppure per irruzioni artiche che finiscono ad ovest (zona pirenaica, minimo su Golfo di Biscaglia), di conseguenza in queste situazioni il sud Italia e anche il centro vedono al massimo pioggia, ma non neve. Un inverno invece può essere freddissimo ma assolutamente avaro di neve al nord specie nord-ovest, poiché in quei casi le correnti continentali apportano minimi su adriatico e al sud, mentre il nord-ovest rimane al secco e protetto dall'ala orientale dell'anticiclone che si protende verso la Scandinavia. Il 1929 fu un esempio di inverno molto freddo e storico con però accumuli irrisori di neve in Pianura Padana, specie nella zona ovest (un po' meglio in Veneto).
Buonasera!!!Attenzione pero' che anche il F.V.G si trova al nord....come riporti non solo il centro/sud finisce sotto la pioggia ma anche il Nordest....per poi non parlare del famigerato Burian....che porta gelo si ma neve assente,un esempio fu il 2012 che premio anche il N.W ... al contrario l'estremo nordest dove non ci fu nemmeno un fiocco!!!!Ricordo benissimo il 3 febbraio di quel anno con -9° bora a raffiche 150 km/hr nella zona collinare ma neve non pervenuta.


L'ondata continentale del 29 non mi sembra che fu proprio avara di neve per la pianura padana che fu investita a più riprese da tormente di neve, (circa un metro di neve tra l'alessandrino ed il piacentino). Ed anche nel 56, nell'85 ed in parte nel 2012 il nord ovest, oltre al gelo vide abbondanti nevicate sempre con incursioni da est. Poi è ovvio che specie il 2012 poteva finire in ben altri modi per il nord ovest, ma è di quell'anno l'ultima abbondante nevicata su Torino per esempio. E' comunque vero che per queste aree la configurazione ideale per la neve sia lo scirocco su precedente cuscino freddo, ma non bisogna sottovalutare l'effetto stau che la catena alpina piemontese ha sulle correnti da est, esempio classico l'episodio del dicembre 2001.
Buonasera!!Certo che con l'est si possa avere effetto stau sul piemonte,nel 85 pero' le correnti per il nevone si orientarono da sud sud ovest l'aria gelida presente al suolo fece il resto tenendo conto anche delle dimensioni del lago gelido al suolo!!!Nel 29 nevico poco al cospetto di temperature siderali, nel 2001 idem zero neve (Bora e gelo presenti pero')'


Sfa roba dello stau in piemonte è una leggenda portata da non so chi, sarà accaduto 2 volte in trentanni con accumuli anche scarsi

Informati meglio.


Top
Profilo Invia messaggio privato
Lucaneve99



Registrato: 28/01/19 09:34
Messaggi: 126
Residenza: Pasturana(AL) 214 s.l.m.

MessaggioInviato: Tue Oct 19, 2021 3:57 pm    Oggetto: Rispondi citando

lities ha scritto:
vermontinpadania ha scritto:
Estremo Nordest ha scritto:
ghito ha scritto:
Estremo Nordest ha scritto:
Wurm78 ha scritto:
Inoltre c'è da dire che un inverno favorevole in termini nevosi al nord-ovest spesso è anzi deleterio per la maggior parte d'Italia, poiché al NW la neve seria arriva in caso di correnti sciroccali che scorrono su cuscino freddo oppure per irruzioni artiche che finiscono ad ovest (zona pirenaica, minimo su Golfo di Biscaglia), di conseguenza in queste situazioni il sud Italia e anche il centro vedono al massimo pioggia, ma non neve. Un inverno invece può essere freddissimo ma assolutamente avaro di neve al nord specie nord-ovest, poiché in quei casi le correnti continentali apportano minimi su adriatico e al sud, mentre il nord-ovest rimane al secco e protetto dall'ala orientale dell'anticiclone che si protende verso la Scandinavia. Il 1929 fu un esempio di inverno molto freddo e storico con però accumuli irrisori di neve in Pianura Padana, specie nella zona ovest (un po' meglio in Veneto).
Buonasera!!!Attenzione pero' che anche il F.V.G si trova al nord....come riporti non solo il centro/sud finisce sotto la pioggia ma anche il Nordest....per poi non parlare del famigerato Burian....che porta gelo si ma neve assente,un esempio fu il 2012 che premio anche il N.W ... al contrario l'estremo nordest dove non ci fu nemmeno un fiocco!!!!Ricordo benissimo il 3 febbraio di quel anno con -9° bora a raffiche 150 km/hr nella zona collinare ma neve non pervenuta.


L'ondata continentale del 29 non mi sembra che fu proprio avara di neve per la pianura padana che fu investita a più riprese da tormente di neve, (circa un metro di neve tra l'alessandrino ed il piacentino). Ed anche nel 56, nell'85 ed in parte nel 2012 il nord ovest, oltre al gelo vide abbondanti nevicate sempre con incursioni da est. Poi è ovvio che specie il 2012 poteva finire in ben altri modi per il nord ovest, ma è di quell'anno l'ultima abbondante nevicata su Torino per esempio. E' comunque vero che per queste aree la configurazione ideale per la neve sia lo scirocco su precedente cuscino freddo, ma non bisogna sottovalutare l'effetto stau che la catena alpina piemontese ha sulle correnti da est, esempio classico l'episodio del dicembre 2001.
Buonasera!!Certo che con l'est si possa avere effetto stau sul piemonte,nel 85 pero' le correnti per il nevone si orientarono da sud sud ovest l'aria gelida presente al suolo fece il resto tenendo conto anche delle dimensioni del lago gelido al suolo!!!Nel 29 nevico poco al cospetto di temperature siderali, nel 2001 idem zero neve (Bora e gelo presenti pero')'


Sfa roba dello stau in piemonte è una leggenda portata da non so chi, sarà accaduto 2 volte in trentanni con accumuli anche scarsi

Informati meglio.

In effetti non è così comune avere nevicate importanti sulla pianura piemontese con stau da est...discorso diverso per l'altopiano cuneese e le alpi. Con l'est non si ha accumulo su Novarese Vercellese Astigiano ed Alessandrino (salvo rarissimi casi)


Top
Profilo Invia messaggio privato
lities
Forumista senior


Registrato: 05/02/13 19:12
Messaggi: 8917
Residenza: cantoira (to) 800 m. slm

MessaggioInviato: Tue Oct 19, 2021 5:05 pm    Oggetto: Rispondi citando

Lucaneve99 ha scritto:
lities ha scritto:
vermontinpadania ha scritto:
Estremo Nordest ha scritto:
ghito ha scritto:
Estremo Nordest ha scritto:
Wurm78 ha scritto:
Inoltre c'è da dire che un inverno favorevole in termini nevosi al nord-ovest spesso è anzi deleterio per la maggior parte d'Italia, poiché al NW la neve seria arriva in caso di correnti sciroccali che scorrono su cuscino freddo oppure per irruzioni artiche che finiscono ad ovest (zona pirenaica, minimo su Golfo di Biscaglia), di conseguenza in queste situazioni il sud Italia e anche il centro vedono al massimo pioggia, ma non neve. Un inverno invece può essere freddissimo ma assolutamente avaro di neve al nord specie nord-ovest, poiché in quei casi le correnti continentali apportano minimi su adriatico e al sud, mentre il nord-ovest rimane al secco e protetto dall'ala orientale dell'anticiclone che si protende verso la Scandinavia. Il 1929 fu un esempio di inverno molto freddo e storico con però accumuli irrisori di neve in Pianura Padana, specie nella zona ovest (un po' meglio in Veneto).
Buonasera!!!Attenzione pero' che anche il F.V.G si trova al nord....come riporti non solo il centro/sud finisce sotto la pioggia ma anche il Nordest....per poi non parlare del famigerato Burian....che porta gelo si ma neve assente,un esempio fu il 2012 che premio anche il N.W ... al contrario l'estremo nordest dove non ci fu nemmeno un fiocco!!!!Ricordo benissimo il 3 febbraio di quel anno con -9° bora a raffiche 150 km/hr nella zona collinare ma neve non pervenuta.


L'ondata continentale del 29 non mi sembra che fu proprio avara di neve per la pianura padana che fu investita a più riprese da tormente di neve, (circa un metro di neve tra l'alessandrino ed il piacentino). Ed anche nel 56, nell'85 ed in parte nel 2012 il nord ovest, oltre al gelo vide abbondanti nevicate sempre con incursioni da est. Poi è ovvio che specie il 2012 poteva finire in ben altri modi per il nord ovest, ma è di quell'anno l'ultima abbondante nevicata su Torino per esempio. E' comunque vero che per queste aree la configurazione ideale per la neve sia lo scirocco su precedente cuscino freddo, ma non bisogna sottovalutare l'effetto stau che la catena alpina piemontese ha sulle correnti da est, esempio classico l'episodio del dicembre 2001.
Buonasera!!Certo che con l'est si possa avere effetto stau sul piemonte,nel 85 pero' le correnti per il nevone si orientarono da sud sud ovest l'aria gelida presente al suolo fece il resto tenendo conto anche delle dimensioni del lago gelido al suolo!!!Nel 29 nevico poco al cospetto di temperature siderali, nel 2001 idem zero neve (Bora e gelo presenti pero')'


Sfa roba dello stau in piemonte è una leggenda portata da non so chi, sarà accaduto 2 volte in trentanni con accumuli anche scarsi

Informati meglio.

In effetti non è così comune avere nevicate importanti sulla pianura piemontese con stau da est...discorso diverso per l'altopiano cuneese e le alpi. Con l'est non si ha accumulo su Novarese Vercellese Astigiano ed Alessandrino (salvo rarissimi casi)

Certo, stau vuol dire proprio questo, precipitazioni addossate alle Alpi occidentali fino a pedemontane ed alte pianure in genere.
Però dire che lo stau è una leggenda per il Piemonte è una falsità.
Fallo entrare l'est puro poi ne parliamo... Laughing Laughing Wink


Top
Profilo Invia messaggio privato
Lucaneve99



Registrato: 28/01/19 09:34
Messaggi: 126
Residenza: Pasturana(AL) 214 s.l.m.

MessaggioInviato: Tue Oct 19, 2021 6:47 pm    Oggetto: Rispondi citando

lities ha scritto:
Lucaneve99 ha scritto:
lities ha scritto:
vermontinpadania ha scritto:
Estremo Nordest ha scritto:
ghito ha scritto:
Estremo Nordest ha scritto:
Wurm78 ha scritto:
Inoltre c'è da dire che un inverno favorevole in termini nevosi al nord-ovest spesso è anzi deleterio per la maggior parte d'Italia, poiché al NW la neve seria arriva in caso di correnti sciroccali che scorrono su cuscino freddo oppure per irruzioni artiche che finiscono ad ovest (zona pirenaica, minimo su Golfo di Biscaglia), di conseguenza in queste situazioni il sud Italia e anche il centro vedono al massimo pioggia, ma non neve. Un inverno invece può essere freddissimo ma assolutamente avaro di neve al nord specie nord-ovest, poiché in quei casi le correnti continentali apportano minimi su adriatico e al sud, mentre il nord-ovest rimane al secco e protetto dall'ala orientale dell'anticiclone che si protende verso la Scandinavia. Il 1929 fu un esempio di inverno molto freddo e storico con però accumuli irrisori di neve in Pianura Padana, specie nella zona ovest (un po' meglio in Veneto).
Buonasera!!!Attenzione pero' che anche il F.V.G si trova al nord....come riporti non solo il centro/sud finisce sotto la pioggia ma anche il Nordest....per poi non parlare del famigerato Burian....che porta gelo si ma neve assente,un esempio fu il 2012 che premio anche il N.W ... al contrario l'estremo nordest dove non ci fu nemmeno un fiocco!!!!Ricordo benissimo il 3 febbraio di quel anno con -9° bora a raffiche 150 km/hr nella zona collinare ma neve non pervenuta.


L'ondata continentale del 29 non mi sembra che fu proprio avara di neve per la pianura padana che fu investita a più riprese da tormente di neve, (circa un metro di neve tra l'alessandrino ed il piacentino). Ed anche nel 56, nell'85 ed in parte nel 2012 il nord ovest, oltre al gelo vide abbondanti nevicate sempre con incursioni da est. Poi è ovvio che specie il 2012 poteva finire in ben altri modi per il nord ovest, ma è di quell'anno l'ultima abbondante nevicata su Torino per esempio. E' comunque vero che per queste aree la configurazione ideale per la neve sia lo scirocco su precedente cuscino freddo, ma non bisogna sottovalutare l'effetto stau che la catena alpina piemontese ha sulle correnti da est, esempio classico l'episodio del dicembre 2001.
Buonasera!!Certo che con l'est si possa avere effetto stau sul piemonte,nel 85 pero' le correnti per il nevone si orientarono da sud sud ovest l'aria gelida presente al suolo fece il resto tenendo conto anche delle dimensioni del lago gelido al suolo!!!Nel 29 nevico poco al cospetto di temperature siderali, nel 2001 idem zero neve (Bora e gelo presenti pero')'


Sfa roba dello stau in piemonte è una leggenda portata da non so chi, sarà accaduto 2 volte in trentanni con accumuli anche scarsi

Informati meglio.

In effetti non è così comune avere nevicate importanti sulla pianura piemontese con stau da est...discorso diverso per l'altopiano cuneese e le alpi. Con l'est non si ha accumulo su Novarese Vercellese Astigiano ed Alessandrino (salvo rarissimi casi)

Certo, stau vuol dire proprio questo, precipitazioni addossate alle Alpi occidentali fino a pedemontane ed alte pianure in genere.
Però dire che lo stau è una leggenda per il Piemonte è una falsità.
Fallo entrare l'est puro poi ne parliamo... Laughing Laughing Wink

Concordo in pieno, intendevo solo dire che per alcune aree del nord ovest è un fenomeno poco percepito anche perchè meno frequente di altre dimamiche
Wink


Top
Profilo Invia messaggio privato
ghito



Registrato: 27/12/12 17:02
Messaggi: 1000
Residenza: balme

MessaggioInviato: Tue Oct 19, 2021 9:34 pm    Oggetto: Rispondi citando

Lucaneve99 ha scritto:
lities ha scritto:
Lucaneve99 ha scritto:
lities ha scritto:
vermontinpadania ha scritto:
Estremo Nordest ha scritto:
ghito ha scritto:
Estremo Nordest ha scritto:
Wurm78 ha scritto:
Inoltre c'è da dire che un inverno favorevole in termini nevosi al nord-ovest spesso è anzi deleterio per la maggior parte d'Italia, poiché al NW la neve seria arriva in caso di correnti sciroccali che scorrono su cuscino freddo oppure per irruzioni artiche che finiscono ad ovest (zona pirenaica, minimo su Golfo di Biscaglia), di conseguenza in queste situazioni il sud Italia e anche il centro vedono al massimo pioggia, ma non neve. Un inverno invece può essere freddissimo ma assolutamente avaro di neve al nord specie nord-ovest, poiché in quei casi le correnti continentali apportano minimi su adriatico e al sud, mentre il nord-ovest rimane al secco e protetto dall'ala orientale dell'anticiclone che si protende verso la Scandinavia. Il 1929 fu un esempio di inverno molto freddo e storico con però accumuli irrisori di neve in Pianura Padana, specie nella zona ovest (un po' meglio in Veneto).
Buonasera!!!Attenzione pero' che anche il F.V.G si trova al nord....come riporti non solo il centro/sud finisce sotto la pioggia ma anche il Nordest....per poi non parlare del famigerato Burian....che porta gelo si ma neve assente,un esempio fu il 2012 che premio anche il N.W ... al contrario l'estremo nordest dove non ci fu nemmeno un fiocco!!!!Ricordo benissimo il 3 febbraio di quel anno con -9° bora a raffiche 150 km/hr nella zona collinare ma neve non pervenuta.


L'ondata continentale del 29 non mi sembra che fu proprio avara di neve per la pianura padana che fu investita a più riprese da tormente di neve, (circa un metro di neve tra l'alessandrino ed il piacentino). Ed anche nel 56, nell'85 ed in parte nel 2012 il nord ovest, oltre al gelo vide abbondanti nevicate sempre con incursioni da est. Poi è ovvio che specie il 2012 poteva finire in ben altri modi per il nord ovest, ma è di quell'anno l'ultima abbondante nevicata su Torino per esempio. E' comunque vero che per queste aree la configurazione ideale per la neve sia lo scirocco su precedente cuscino freddo, ma non bisogna sottovalutare l'effetto stau che la catena alpina piemontese ha sulle correnti da est, esempio classico l'episodio del dicembre 2001.
Buonasera!!Certo che con l'est si possa avere effetto stau sul piemonte,nel 85 pero' le correnti per il nevone si orientarono da sud sud ovest l'aria gelida presente al suolo fece il resto tenendo conto anche delle dimensioni del lago gelido al suolo!!!Nel 29 nevico poco al cospetto di temperature siderali, nel 2001 idem zero neve (Bora e gelo presenti pero')'


Sfa roba dello stau in piemonte è una leggenda portata da non so chi, sarà accaduto 2 volte in trentanni con accumuli anche scarsi

Informati meglio.

In effetti non è così comune avere nevicate importanti sulla pianura piemontese con stau da est...discorso diverso per l'altopiano cuneese e le alpi. Con l'est non si ha accumulo su Novarese Vercellese Astigiano ed Alessandrino (salvo rarissimi casi)

Certo, stau vuol dire proprio questo, precipitazioni addossate alle Alpi occidentali fino a pedemontane ed alte pianure in genere.
Però dire che lo stau è una leggenda per il Piemonte è una falsità.
Fallo entrare l'est puro poi ne parliamo... Laughing Laughing Wink

Concordo in pieno, intendevo solo dire che per alcune aree del nord ovest è un fenomeno poco percepito anche perchè meno frequente di altre dimamiche
Wink


Difatti ho parlato dell'effetto stau sulla catena alpina, forse prima di scrivere bisognerebbe leggere bene.. Wink


Top
Profilo Invia messaggio privato
Metropolis



Registrato: 29/11/16 21:13
Messaggi: 802
Residenza: Brianza Nord-Milano

MessaggioInviato: Wed Oct 20, 2021 9:44 am    Oggetto: Rispondi citando

ghito ha scritto:
Lucaneve99 ha scritto:
lities ha scritto:
Lucaneve99 ha scritto:
lities ha scritto:
vermontinpadania ha scritto:
Estremo Nordest ha scritto:
ghito ha scritto:
Estremo Nordest ha scritto:
Wurm78 ha scritto:
Inoltre c'è da dire che un inverno favorevole in termini nevosi al nord-ovest spesso è anzi deleterio per la maggior parte d'Italia, poiché al NW la neve seria arriva in caso di correnti sciroccali che scorrono su cuscino freddo oppure per irruzioni artiche che finiscono ad ovest (zona pirenaica, minimo su Golfo di Biscaglia), di conseguenza in queste situazioni il sud Italia e anche il centro vedono al massimo pioggia, ma non neve. Un inverno invece può essere freddissimo ma assolutamente avaro di neve al nord specie nord-ovest, poiché in quei casi le correnti continentali apportano minimi su adriatico e al sud, mentre il nord-ovest rimane al secco e protetto dall'ala orientale dell'anticiclone che si protende verso la Scandinavia. Il 1929 fu un esempio di inverno molto freddo e storico con però accumuli irrisori di neve in Pianura Padana, specie nella zona ovest (un po' meglio in Veneto).
Buonasera!!!Attenzione pero' che anche il F.V.G si trova al nord....come riporti non solo il centro/sud finisce sotto la pioggia ma anche il Nordest....per poi non parlare del famigerato Burian....che porta gelo si ma neve assente,un esempio fu il 2012 che premio anche il N.W ... al contrario l'estremo nordest dove non ci fu nemmeno un fiocco!!!!Ricordo benissimo il 3 febbraio di quel anno con -9° bora a raffiche 150 km/hr nella zona collinare ma neve non pervenuta.


L'ondata continentale del 29 non mi sembra che fu proprio avara di neve per la pianura padana che fu investita a più riprese da tormente di neve, (circa un metro di neve tra l'alessandrino ed il piacentino). Ed anche nel 56, nell'85 ed in parte nel 2012 il nord ovest, oltre al gelo vide abbondanti nevicate sempre con incursioni da est. Poi è ovvio che specie il 2012 poteva finire in ben altri modi per il nord ovest, ma è di quell'anno l'ultima abbondante nevicata su Torino per esempio. E' comunque vero che per queste aree la configurazione ideale per la neve sia lo scirocco su precedente cuscino freddo, ma non bisogna sottovalutare l'effetto stau che la catena alpina piemontese ha sulle correnti da est, esempio classico l'episodio del dicembre 2001.
Buonasera!!Certo che con l'est si possa avere effetto stau sul piemonte,nel 85 pero' le correnti per il nevone si orientarono da sud sud ovest l'aria gelida presente al suolo fece il resto tenendo conto anche delle dimensioni del lago gelido al suolo!!!Nel 29 nevico poco al cospetto di temperature siderali, nel 2001 idem zero neve (Bora e gelo presenti pero')'


Sfa roba dello stau in piemonte è una leggenda portata da non so chi, sarà accaduto 2 volte in trentanni con accumuli anche scarsi

Informati meglio.

In effetti non è così comune avere nevicate importanti sulla pianura piemontese con stau da est...discorso diverso per l'altopiano cuneese e le alpi. Con l'est non si ha accumulo su Novarese Vercellese Astigiano ed Alessandrino (salvo rarissimi casi)

Certo, stau vuol dire proprio questo, precipitazioni addossate alle Alpi occidentali fino a pedemontane ed alte pianure in genere.
Però dire che lo stau è una leggenda per il Piemonte è una falsità.
Fallo entrare l'est puro poi ne parliamo... Laughing Laughing Wink

Concordo in pieno, intendevo solo dire che per alcune aree del nord ovest è un fenomeno poco percepito anche perchè meno frequente di altre dimamiche
Wink


Difatti ho parlato dell'effetto stau sulla catena alpina, forse prima di scrivere bisognerebbe leggere bene.. Wink

Ma solo una piccola parte della catena Alpina, perché con l’est, i F.V.G., il Veneto, la Lombardia e il Piemonte centro-orientale non vedono nessuno stau


Top
Profilo Invia messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   

Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum » Previsioni meteo e meteorologia Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8  Successivo
Pagina 4 di 8

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Puoi votare nei sondaggi



Powered by phpBB © 2001- 2004 phpBB Group
Theme created by phpBBStyles.com | Themes Database
phpbb.it