Logo MeteoLive

Il forum di MeteoLive.it
Il più autorevole ed antico forum di Meteorologia italiano, il primo creato in Italia, attivo fin dal 29 novembre 1998

Spaghetti per Roma
Satellite moviola VISIBILE

atten.gif (177 byte)atten.gif (177 byte)  Ti ricordiamo che il forum è moderato e i messaggi contrari al regolamento verranno cancellati.
Non inserire link o pubblicità ad altri siti meteo ITALIANI. Mantieni sempre un comportamento educato e rispettoso e sarai stimato da tutti! SEGNALA ABUSI AL MODERATORE!

Sat moviola Regolamento GFS HR PLUS WRF Inser. img statiche

Segnala il tempo!  

Nowcasting
NORD-OVEST

  Nowcasting
NORD-EST
  Nowcasting
CENTRO-SUD
 
 
MeteoLive.it :: Leggi argomento - GW: una realtà accertata! Ma quanto sappiamo su effetti e conseguenze?
Log in Registra FAQ Cerca Indice del forum

GW: una realtà accertata! Ma quanto sappiamo su effetti e conseguenze?
Vai a Precedente  1, 2, 3 ... 83, 84, 85, 86, 87  Successivo
 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum » Previsioni meteo e meteorologia
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Sordatino



Registrato: 20/02/18 13:28
Messaggi: 1193
Residenza: Roma Flaminio

MessaggioInviato: Thu Mar 04, 2021 4:35 pm    Oggetto: Rispondi citando

ulisse55 ha scritto:
La mia opinione di tempo fa era ed è ancora questa...

https://www.meteolive.it/news/In-primo-piano/2/l-uomo-sta-riscaldando-il-pianeta-l-opinione/42845/

Ne sappiamo ancora poco...

Ulisse


E, senza offesa, è un peccato che lo sia, dato che l'osservazione empirica degli ultimi dieci anni ha dimostrato come il sole non abbia quel ruolo fondamentale che tu, come altri, gli attribuite (e mi taccio pro bono pacis sul resto tipo il passaggio "GROSSO: davvero i fenomeni estremi sono aumentati?
RENZO A: sì, sono aumentati, ma in senso mediatico…e tante volte sbagliato.
Ma è una mia personalissima opinione, ma anche di tanti scienziati, esperti e opinionisti, che, come me, cercano e vogliono diffondere la verità
"... Rolling Eyes ).

https://www.meteolive.it/news/In-primo-piano/2/la-pennichella-del-sole-e-il-clima-verso-stagioni-pi-fredde-/72401/

https://www.meteolive.it/news/In-primo-piano/2/il-sole-tace-il-clima-risponde-/76305/

Di articoli di questo tipo ce ne sono parecchi (vi risparmio quelli su una PEG imminente proprio per gli anni 20/21...) ma nessun bilancio ex post, nessuna comparazione fra andamento dei minimi solari e delle T mondiali né tantomeno un più banale "dati alla mano, forse non è andata come avevamo previsto".

Con tutto il rispetto, ma ci vedo lo stesso condizionamento ideologico che connota l'estrema fazione opposta (quella secondo la quale è "tutta colpa dell'AGW") e ripeto è un peccato perché lo studio di fenomeni così importanti esigerebbe, a mio sommesso avviso, un approccio il più laico possibile.


Top
Profilo Invia messaggio privato
iniestas
*Forumista TOP*


Registrato: 06/08/12 14:38
Messaggi: 19216
Residenza: roma

MessaggioInviato: Thu Mar 04, 2021 5:04 pm    Oggetto: Rispondi citando

Ma infatti quello che non capisco è perché non si riesca ad avere un approccio laico alla questione dei cambiamenti climatici senza ridurre la discussione ad un disputa tra negazionisti e catastrofisti
La mia posizione, per carità per quel che può valere su un tema così planetario e che continuerà sicuramente ad essere discusso 1000 e più volte davanti a noi, è che stiamo vivendo una fase di cambiamenti climatici, che probabilmente un aumento dei fenomeni estremi c'è, anche se non tale da determinare chissà quali sfracelli o messa in pericolo dell'umanità, che tali cambiamenti in parte dipendono dal divenire climatico che opera da milioni e milioni di anni con fasi cicliche evolutive e in parte dalle attività umane, ma in che misura e con quali effetti nessuno può dirlo perché il sistema è complesso, l'uomo agisce insieme ad altre importantissime forze della natura per cui, ameno io personalmente, ogni profezia di sventura su un imminente morte del pianeta per colpa dell'uomo la rispedisco al mittente.
E d'altronde sappiamo bene che la caccia alle streghe e i millenarismi settari sono sempre esistiti e sempre esisteranno.
Oltretutto il progresso umano significa migliorare le condizioni di vita umane e non vedo perché questo debba essere in conflitto col rispetto per l'ambiente giacché progresso significa anche sviluppo di tecnologie con minor impatto ambientale
Per cui io direi di finirla con questo allarmismo puerile, posso capire che chi studia clima o meteo per deformazione professionale tenda a desiderare che si parli delle cose oggetto dei suoi studi, ma la verità è che abbiamo problemi più seri e pericolosi dei cambiamenti climatici, che per carità è giusto osservare e monitorare ma molto serenamente perché potete stare certi di una cosa che il nostro corpo umano è molto ma molto più fragile di un ghiacciaio o di una perturbazione o della corrente a getto, quindi fossi in voi, invece di cercare i pericoli negli insondabili massimi sistemi mi concentrerei sulle fragilità a noi vicine, onde evitare di fare come la storiella del" c'era una volta un cinese in coma…" se vi ricordate, spiegata da Verdone nel finale del film..

ciao


Top
Profilo Invia messaggio privato
Sordatino



Registrato: 20/02/18 13:28
Messaggi: 1193
Residenza: Roma Flaminio

MessaggioInviato: Thu Mar 04, 2021 5:52 pm    Oggetto: Rispondi citando

iniestas ha scritto:
Ma infatti quello che non capisco è perché non si riesca ad avere un approccio laico alla questione dei cambiamenti climatici senza ridurre la discussione ad un disputa tra negazionisti e catastrofisti
La mia posizione, per carità per quel che può valere su un tema così planetario e che continuerà sicuramente ad essere discusso 1000 e più volte davanti a noi, è che stiamo vivendo una fase di cambiamenti climatici, che probabilmente un aumento dei fenomeni estremi c'è, anche se non tale da determinare chissà quali sfracelli o messa in pericolo dell'umanità, che tali cambiamenti in parte dipendono dal divenire climatico che opera da milioni e milioni di anni con fasi cicliche evolutive e in parte dalle attività umane, ma in che misura e con quali effetti nessuno può dirlo perché il sistema è complesso, l'uomo agisce insieme ad altre importantissime forze della natura per cui, ameno io personalmente, ogni profezia di sventura su un imminente morte del pianeta per colpa dell'uomo la rispedisco al mittente.
E d'altronde sappiamo bene che la caccia alle streghe e i millenarismi settari sono sempre esistiti e sempre esisteranno.
Oltretutto il progresso umano significa migliorare le condizioni di vita umane e non vedo perché questo debba essere in conflitto col rispetto per l'ambiente giacché progresso significa anche sviluppo di tecnologie con minor impatto ambientale
Per cui io direi di finirla con questo allarmismo puerile, posso capire che chi studia clima o meteo per deformazione professionale tenda a desiderare che si parli delle cose oggetto dei suoi studi, ma la verità è che abbiamo problemi più seri e pericolosi dei cambiamenti climatici, che per carità è giusto osservare e monitorare ma molto serenamente perché potete stare certi di una cosa che il nostro corpo umano è molto ma molto più fragile di un ghiacciaio o di una perturbazione o della corrente a getto, quindi fossi in voi, invece di cercare i pericoli negli insondabili massimi sistemi mi concentrerei sulle fragilità a noi vicine, onde evitare di fare come la storiella del" c'era una volta un cinese in coma…" se vi ricordate, spiegata da Verdone nel finale del film..

ciao


Ciao iniestas, personalmente confido molto nell'evoluzione della tecnologia nel senso da te indicato, lì si potrà fare davvero la differenza a condizione che tutti remino dalla stessa parte.

Per il resto non separerei troppo la questione effetto delle condotte umane dai "problemi più seri e pericolosi" cui fai riferimento alludendo al Covid, proprio la scorsa settimana ho visto un programma su Rai Tre nel quale spiegavano come le malattie infettive emergenti siano aumentate esponenzialmente negli ultimi decenni di pari passo con il crescere dell'antropizzazione del pianeta.

Non so quanto siano attendibili i dati forniti, ma di certo non si tratta di patologie ed agenti infettivi saltati fuori dal cilindro, a meno di non voler credere che la natura tutto ad un tratto abbia deciso sua sponte di eliminarci!


Top
Profilo Invia messaggio privato
ulisse55
*Forumista TOP*


Registrato: 09/03/10 12:18
Messaggi: 27897
Residenza: ROMA SUD

MessaggioInviato: Thu Mar 04, 2021 6:25 pm    Oggetto: Rispondi citando

Sordatino ha scritto:
ulisse55 ha scritto:
La mia opinione di tempo fa era ed è ancora questa...

https://www.meteolive.it/news/In-primo-piano/2/l-uomo-sta-riscaldando-il-pianeta-l-opinione/42845/

Ne sappiamo ancora poco...

Ulisse


E, senza offesa, è un peccato che lo sia, dato che l'osservazione empirica degli ultimi dieci anni ha dimostrato come il sole non abbia quel ruolo fondamentale che tu, come altri, gli attribuite (e mi taccio pro bono pacis sul resto tipo il passaggio "GROSSO: davvero i fenomeni estremi sono aumentati?
RENZO A: sì, sono aumentati, ma in senso mediatico…e tante volte sbagliato.
Ma è una mia personalissima opinione, ma anche di tanti scienziati, esperti e opinionisti, che, come me, cercano e vogliono diffondere la verità
"... Rolling Eyes ).

https://www.meteolive.it/news/In-primo-piano/2/la-pennichella-del-sole-e-il-clima-verso-stagioni-pi-fredde-/72401/

https://www.meteolive.it/news/In-primo-piano/2/il-sole-tace-il-clima-risponde-/76305/

Di articoli di questo tipo ce ne sono parecchi (vi risparmio quelli su una PEG imminente proprio per gli anni 20/21...) ma nessun bilancio ex post, nessuna comparazione fra andamento dei minimi solari e delle T mondiali né tantomeno un più banale "dati alla mano, forse non è andata come avevamo previsto".

Con tutto il rispetto, ma ci vedo lo stesso condizionamento ideologico che connota l'estrema fazione opposta (quella secondo la quale è "tutta colpa dell'AGW") e ripeto è un peccato perché lo studio di fenomeni così importanti esigerebbe, a mio sommesso avviso, un approccio il più laico possibile.


La mia è una opinione, come la tua rispettabilissima.
Ad oggi conservo gli stessi dubbi...qual'è la verità?
Chi può sostenerla, se esiste, tacciando tutti senza ma e se?
Il GW non l'ho mai negato, come l'attività umana sul clima.
Ma ancora non riesco a dare il podio al vero responsabile.
Posso solo immaginare , si fa per dire, con ragionamento
personalissimo, che l'uomo non sia quello da primo posto.
Spero solo di poter ricevere al più presto, vista la mia età,
una risposta ai miei quesiti dalla Scienza , quella moderna
e in grado davvero di risolvere il quibus.
Tutto qui.

Con stima.

Uli


Top
Profilo Invia messaggio privato
iniestas
*Forumista TOP*


Registrato: 06/08/12 14:38
Messaggi: 19216
Residenza: roma

MessaggioInviato: Thu Mar 04, 2021 8:11 pm    Oggetto: Rispondi citando

Sordatino ha scritto:
iniestas ha scritto:
Ma infatti quello che non capisco è perché non si riesca ad avere un approccio laico alla questione dei cambiamenti climatici senza ridurre la discussione ad un disputa tra negazionisti e catastrofisti
La mia posizione, per carità per quel che può valere su un tema così planetario e che continuerà sicuramente ad essere discusso 1000 e più volte davanti a noi, è che stiamo vivendo una fase di cambiamenti climatici, che probabilmente un aumento dei fenomeni estremi c'è, anche se non tale da determinare chissà quali sfracelli o messa in pericolo dell'umanità, che tali cambiamenti in parte dipendono dal divenire climatico che opera da milioni e milioni di anni con fasi cicliche evolutive e in parte dalle attività umane, ma in che misura e con quali effetti nessuno può dirlo perché il sistema è complesso, l'uomo agisce insieme ad altre importantissime forze della natura per cui, ameno io personalmente, ogni profezia di sventura su un imminente morte del pianeta per colpa dell'uomo la rispedisco al mittente.
E d'altronde sappiamo bene che la caccia alle streghe e i millenarismi settari sono sempre esistiti e sempre esisteranno.
Oltretutto il progresso umano significa migliorare le condizioni di vita umane e non vedo perché questo debba essere in conflitto col rispetto per l'ambiente giacché progresso significa anche sviluppo di tecnologie con minor impatto ambientale
Per cui io direi di finirla con questo allarmismo puerile, posso capire che chi studia clima o meteo per deformazione professionale tenda a desiderare che si parli delle cose oggetto dei suoi studi, ma la verità è che abbiamo problemi più seri e pericolosi dei cambiamenti climatici, che per carità è giusto osservare e monitorare ma molto serenamente perché potete stare certi di una cosa che il nostro corpo umano è molto ma molto più fragile di un ghiacciaio o di una perturbazione o della corrente a getto, quindi fossi in voi, invece di cercare i pericoli negli insondabili massimi sistemi mi concentrerei sulle fragilità a noi vicine, onde evitare di fare come la storiella del" c'era una volta un cinese in coma…" se vi ricordate, spiegata da Verdone nel finale del film..

ciao


Ciao iniestas, personalmente confido molto nell'evoluzione della tecnologia nel senso da te indicato, lì si potrà fare davvero la differenza a condizione che tutti remino dalla stessa parte.

Per il resto non separerei troppo la questione effetto delle condotte umane dai "problemi più seri e pericolosi" cui fai riferimento alludendo al Covid, proprio la scorsa settimana ho visto un programma su Rai Tre nel quale spiegavano come le malattie infettive emergenti siano aumentate esponenzialmente negli ultimi decenni di pari passo con il crescere dell'antropizzazione del pianeta.

Non so quanto siano attendibili i dati forniti, ma di certo non si tratta di patologie ed agenti infettivi saltati fuori dal cilindro, a meno di non voler credere che la natura tutto ad un tratto abbia deciso sua sponte di eliminarci!


Si conoscevo questa teoria
Guarda c’ e’ quasi da sperare sia vera
Ma temo che non lo sia
Non ho prove ma io credo che sulla questione covid la Cina abbia notevoli colpe che dovranno prima o poi essere chiarite....


Top
Profilo Invia messaggio privato
ulisse55
*Forumista TOP*


Registrato: 09/03/10 12:18
Messaggi: 27897
Residenza: ROMA SUD

MessaggioInviato: Thu Mar 04, 2021 10:19 pm    Oggetto: Rispondi citando

iniestas ha scritto:
Sordatino ha scritto:
iniestas ha scritto:
Ma infatti quello che non capisco è perché non si riesca ad avere un approccio laico alla questione dei cambiamenti climatici senza ridurre la discussione ad un disputa tra negazionisti e catastrofisti
La mia posizione, per carità per quel che può valere su un tema così planetario e che continuerà sicuramente ad essere discusso 1000 e più volte davanti a noi, è che stiamo vivendo una fase di cambiamenti climatici, che probabilmente un aumento dei fenomeni estremi c'è, anche se non tale da determinare chissà quali sfracelli o messa in pericolo dell'umanità, che tali cambiamenti in parte dipendono dal divenire climatico che opera da milioni e milioni di anni con fasi cicliche evolutive e in parte dalle attività umane, ma in che misura e con quali effetti nessuno può dirlo perché il sistema è complesso, l'uomo agisce insieme ad altre importantissime forze della natura per cui, ameno io personalmente, ogni profezia di sventura su un imminente morte del pianeta per colpa dell'uomo la rispedisco al mittente.
E d'altronde sappiamo bene che la caccia alle streghe e i millenarismi settari sono sempre esistiti e sempre esisteranno.
Oltretutto il progresso umano significa migliorare le condizioni di vita umane e non vedo perché questo debba essere in conflitto col rispetto per l'ambiente giacché progresso significa anche sviluppo di tecnologie con minor impatto ambientale
Per cui io direi di finirla con questo allarmismo puerile, posso capire che chi studia clima o meteo per deformazione professionale tenda a desiderare che si parli delle cose oggetto dei suoi studi, ma la verità è che abbiamo problemi più seri e pericolosi dei cambiamenti climatici, che per carità è giusto osservare e monitorare ma molto serenamente perché potete stare certi di una cosa che il nostro corpo umano è molto ma molto più fragile di un ghiacciaio o di una perturbazione o della corrente a getto, quindi fossi in voi, invece di cercare i pericoli negli insondabili massimi sistemi mi concentrerei sulle fragilità a noi vicine, onde evitare di fare come la storiella del" c'era una volta un cinese in coma…" se vi ricordate, spiegata da Verdone nel finale del film..

ciao


Ciao iniestas, personalmente confido molto nell'evoluzione della tecnologia nel senso da te indicato, lì si potrà fare davvero la differenza a condizione che tutti remino dalla stessa parte.

Per il resto non separerei troppo la questione effetto delle condotte umane dai "problemi più seri e pericolosi" cui fai riferimento alludendo al Covid, proprio la scorsa settimana ho visto un programma su Rai Tre nel quale spiegavano come le malattie infettive emergenti siano aumentate esponenzialmente negli ultimi decenni di pari passo con il crescere dell'antropizzazione del pianeta.

Non so quanto siano attendibili i dati forniti, ma di certo non si tratta di patologie ed agenti infettivi saltati fuori dal cilindro, a meno di non voler credere che la natura tutto ad un tratto abbia deciso sua sponte di eliminarci!


Si conoscevo questa teoria
Guarda c’ e’ quasi da sperare sia vera
Ma temo che non lo sia
Non ho prove ma io credo che sulla questione covid la Cina abbia notevoli colpe che dovranno prima o poi essere chiarite....


Ma si...
Americani, Cinesi, Russi eccetera eccetera eccetera, hanno
creato il suicidio mondiale a cui hanno aderito , magari inconsapevolmente,
tutti gli altri Paesi ...minoritari...
Peccato non abbiano avvisato le borse...
Ma di cosa parliamo?
Miliardi e miliardi e miliardi di danaro messo in discussione
da mondezza umana... terra, cieli e oceani .....per decenni,
quando basta un bel virus?
A costo zero...e in brevissimo tempo...
Un po' come gli hacker informatici.....per svuotarci il conto in banca.
Qui si impone una riflessione.
Moderna.
Chi ci guadagna in tutto questo casino?

Uli


Top
Profilo Invia messaggio privato
Monesimo88



Registrato: 16/02/14 21:34
Messaggi: 95
Residenza: varazze (Sv) 10 m.s.l.m

MessaggioInviato: Thu Mar 04, 2021 10:29 pm    Oggetto: Rispondi citando

Alessandro(Foiano) ha scritto:
monte capanne ha scritto:
e così ieri sera è arrivata la sentenza: il polo nord sarà libero dai ghiacci nel 2035,strano perchè avevano detto la stessa cosa nel 2003 cioè che di li a pochi anni sarebbe stato libero dal ghiaccio Rolling Eyes Rolling Eyes Rolling Eyes Rolling Eyes Rolling Eyes Rolling Eyes


I dati dimostrano come siamo davanti all'apocalisse della ragione:

2002



2021




Le due mappe dimostrano una DIMINUZIONE spettacolare dell'estensione gladio-nivale, dunque avvalorano la non-più-tesi-bensì-realtà del GW


Top
Profilo Invia messaggio privato
Alessandro(Foiano)
Forumista senior


Registrato: 10/04/20 11:42
Messaggi: 5152
Residenza: Valdichiana

MessaggioInviato: Fri Mar 05, 2021 12:03 am    Oggetto: Rispondi citando

Monesimo88 ha scritto:


Le due mappe dimostrano una DIMINUZIONE spettacolare dell'estensione gladio-nivale, dunque avvalorano la non-più-tesi-bensì-realtà del GW


certo in 20 anni la DIMINUZIONE è spettacolare, poi l'estensione è così spettacolarmente diminuita che il volume è aumentato.





Top
Profilo Invia messaggio privato
iniestas
*Forumista TOP*


Registrato: 06/08/12 14:38
Messaggi: 19216
Residenza: roma

MessaggioInviato: Fri Mar 05, 2021 11:02 am    Oggetto: Rispondi citando

Beh io non ho detto che ci sia il dolo da parte della Cina, può esserci stata anche solo negligenza, imperizia, un errore etc etc
Sta di fatto che dalla Cina bisogna partire per capire le origini ancora tutt'altro che note di questo virus, quel Paese non brilla certo per trasparenza e affidabilità, le notizie vengono camuffate, le informazioni sul Coronavirus sono arrivate molto in ritardo e con diversi omissis
Poi chiaramente è facile costruire la teoria( cmq minoritaria) del virus generato dal cambiamento climatico, solita imbonitura da dare in pasto all'opinione pubblica beota, per nascondere i problemi seri e chissà cos'altro c'è dietro….


Top
Profilo Invia messaggio privato
turbo_dif
Forumista senior


Registrato: 09/07/12 09:11
Messaggi: 5994
Residenza: roma - settecamini

MessaggioInviato: Fri Mar 05, 2021 12:09 pm    Oggetto: Rispondi citando

iniestas ha scritto:
Beh io non ho detto che ci sia il dolo da parte della Cina, può esserci stata anche solo negligenza, imperizia, un errore etc etc
Sta di fatto che dalla Cina bisogna partire per capire le origini ancora tutt'altro che note di questo virus, quel Paese non brilla certo per trasparenza e affidabilità, le notizie vengono camuffate, le informazioni sul Coronavirus sono arrivate molto in ritardo e con diversi omissis
Poi chiaramente è facile costruire la teoria( cmq minoritaria) del virus generato dal cambiamento climatico, solita imbonitura da dare in pasto all'opinione pubblica beota, per nascondere i problemi seri e chissà cos'altro c'è dietro….


questa me l'ero persa.. chi l'ha detta sta fesseria?


Top
Profilo Invia messaggio privato
gemi65
***SUPER FORUMISTA TOP***


Registrato: 09/11/11 12:31
Messaggi: 34956
Residenza: Treia-Macerata

MessaggioInviato: Fri Mar 05, 2021 12:19 pm    Oggetto: Rispondi citando

turbo_dif ha scritto:
iniestas ha scritto:
Beh io non ho detto che ci sia il dolo da parte della Cina, può esserci stata anche solo negligenza, imperizia, un errore etc etc
Sta di fatto che dalla Cina bisogna partire per capire le origini ancora tutt'altro che note di questo virus, quel Paese non brilla certo per trasparenza e affidabilità, le notizie vengono camuffate, le informazioni sul Coronavirus sono arrivate molto in ritardo e con diversi omissis
Poi chiaramente è facile costruire la teoria( cmq minoritaria) del virus generato dal cambiamento climatico, solita imbonitura da dare in pasto all'opinione pubblica beota, per nascondere i problemi seri e chissà cos'altro c'è dietro….


questa me l'ero persa.. chi l'ha detta sta fesseria?

Tra tante fesserie scritte qua dentro, questa vi era sfuggita
https://www.repubblica.it/green-and-blue/2021/02/05/news/c_e_la_prova_il_clima_piu_caldo_ha_innescato_la_pandemia_da_covid-19_in_cina-286134022/?ref=RHTP-BH-I283721061-P1-S4-T1


Top
Profilo Invia messaggio privato
the hurricane



Registrato: 01/02/11 10:34
Messaggi: 2420
Residenza: Caravaggio (BG)

MessaggioInviato: Fri Mar 05, 2021 3:10 pm    Oggetto: Rispondi citando

Alessandro(Foiano) ha scritto:
Monesimo88 ha scritto:


Le due mappe dimostrano una DIMINUZIONE spettacolare dell'estensione gladio-nivale, dunque avvalorano la non-più-tesi-bensì-realtà del GW


certo in 20 anni la DIMINUZIONE è spettacolare, poi l'estensione è così spettacolarmente diminuita che il volume è aumentato.



qual è la fonte delle mappe?
A parte che è difficile vedere il volume da quelle mappe perchè è rappresentata la concentrazione di ghiaccio.

i dati di volume del progetto piomass, sono alquanto diversi.

http://psc.apl.uw.edu/wordpress/wp-content/uploads/schweiger/ice_volume/BPIOMASIceVolumeAnomalyCurrentV2.1.png

è vero che questi sono aggiornati al 31 gennaio, però è impossibile che il volume sia tornato ai livelli del 2002 in 3 settimane.


Top
Profilo Invia messaggio privato
robert



Registrato: 29/03/11 15:26
Messaggi: 3513
Residenza: napoli

MessaggioInviato: Fri Mar 05, 2021 6:38 pm    Oggetto: Rispondi citando

https://rclutz.files.wordpress.com/2021/03/arcmarch2021-047-to-063.gif


Top
Profilo Invia messaggio privato
Alessandro(Foiano)
Forumista senior


Registrato: 10/04/20 11:42
Messaggi: 5152
Residenza: Valdichiana

MessaggioInviato: Fri Mar 05, 2021 7:29 pm    Oggetto: Rispondi citando

the hurricane ha scritto:


qual è la fonte delle mappe?



https://www.bsh.de/EN/DATA/Ice_reports_and_ice_charts/ice_reports_and_ice_charts_node.html

the hurricane ha scritto:

A parte che è difficile vedere il volume da quelle mappe perchè è rappresentata la concentrazione di ghiaccio.

la v% ?

the hurricane ha scritto:

i dati di volume del progetto piomass, sono alquanto diversi.

è vero che questi sono aggiornati al 31 gennaio, però è impossibile che il volume sia tornato ai livelli del 2002 in 3 settimane.


Se parti dal fatto (tanto banale quanto curiosamente ignorato) che un ghiaccio più sottile permette un raffreddamento più rapido delle acque marine al di sotto del pack, rispetto ad una coperta ghiacciata più spessa:
è possibile.

Nell'era del ghiaccio sottile, di ghiaccio sull’Artico ce n’è indubbiamente di meno, ma reagisce in modo più vistoso e più rapido al cambiare della temperatura, delle situazioni sinottiche, e delle stagioni.

Inoltre da vedere il trascinamento dell’acqua di mare sul pack per l’azione del moto ondoso, che spesso inganna i satelliti, con l'effetto “ghost-ice” .


Top
Profilo Invia messaggio privato
Alessandro(Foiano)
Forumista senior


Registrato: 10/04/20 11:42
Messaggi: 5152
Residenza: Valdichiana

MessaggioInviato: Sat Mar 06, 2021 8:39 pm    Oggetto: Rispondi citando

numero di decessi nel mondo causati da disastri naturali:



Top
Profilo Invia messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   

Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum » Previsioni meteo e meteorologia Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a Precedente  1, 2, 3 ... 83, 84, 85, 86, 87  Successivo
Pagina 84 di 87

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Puoi votare nei sondaggi



Powered by phpBB © 2001- 2004 phpBB Group
Theme created by phpBBStyles.com | Themes Database
phpbb.it