Logo MeteoLive

Il forum di MeteoLive.it
Il più autorevole ed antico forum di Meteorologia italiano, il primo creato in Italia, attivo fin dal 29 novembre 1998

Spaghetti per Roma
Satellite moviola VISIBILE

atten.gif (177 byte)atten.gif (177 byte)  Ti ricordiamo che il forum è moderato e i messaggi contrari al regolamento verranno cancellati.
Non inserire link o pubblicità ad altri siti meteo ITALIANI. Mantieni sempre un comportamento educato e rispettoso e sarai stimato da tutti! SEGNALA ABUSI AL MODERATORE!

Sat moviola Regolamento GFS HR PLUS WRF Inser. img statiche

Segnala il tempo!  

Nowcasting
NORD-OVEST

  Nowcasting
NORD-EST
  Nowcasting
CENTRO-SUD
 
MeteoLive.it :: Leggi argomento - Risvolti invernali nord italia 2021
Log in Registra FAQ Cerca Indice del forum

Risvolti invernali nord italia 2021
Vai a Precedente  1, 2, 3 ... 192, 193, 194 ... 241, 242, 243  Successivo
 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum » Previsioni meteo e meteorologia
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
manu73
Forumista senior


Registrato: 29/11/12 14:46
Messaggi: 8625
Residenza: orobie val brembana

MessaggioInviato: Mon Jan 11, 2021 10:45 am    Oggetto: Rispondi citando

InvernoPerfetto ha scritto:
bgiorno,

continua la lunga fase gelida alpina piemontese
, tra le più lunghe degli ultimi 15 anni che verrà smorzata tra mercoledi e giovedi da un nasone favonico che farà innalzare il mercurio anche di una decina di gradi, mercurio che però tornerà a crollare da venerdi anche se difficilmente sui valori di queste settimane ( salvo nuove nevicate per la prossima settimana seguite da nuovo potente albedo).

Ad ogni modo, sopra i 1000/1200 si sta vivendo una persistente parentesi gelida che, sebbene non abbia fatto registrare record assoluti ( sauze di cesana aveva sfiorato i -20 due notti fa, comunque distanti cinque gradi dal proprio record) sorprende per qualità e persistenza.

Cesana oramai è alla sua decima minima under -10, con punte di quasi -15 un paio di notti fa; Oulx, che supera di poco i 1000 metri, balla da inizio gennaio tra i -11 e i -15, e difatti la Dora Riparia risulta gelata a tratti come nei migliori inverni di una volta; Claviere aggancia i -16, raggiunti peraltro già a mezzanotte! meno freddo, in proporzione, a 2000 metri, dove ci si aggira tra i meno 8 e meno 12.
Ma anche le massime hanno fatto parlare di sè in questi giorni: nei paesi meno soleggiati della valsusa, si è rimasti sotto i meno 5 anche di giorno e già alle quote di 1200. E non è un caso che granitiche cascate di ghiaccio stanno conquistando pareti rocciose come nelle cartoline degli anni 70.
Nei prossimi giorni, inversione termica in accentuazione e mitigazione degli estremi in quota, soprattutto in area pedemontana e collinare le quali potrebbero perfino tornare sopra lo zero di notte a metà settimana.

Fredde anche le pianure stamane: perfino il centro di Torino ( giardini reali) raggiunge i -5 mentre l'aereoporto sfiora i -6; punte di -8 nelle pianure extraurbane di alto torinese e alto cuneese, anche qui destinate ad alzarsi nei prossimi giorni.

In conclusione, se al piano è un gennaio normale ( inizalmente umido e appena fresco/freddo, negli ultimi giorni più secco e freddo, con comunque pochissima neve al piano salvo i soliti fazzoletti), sulle Alpi è un gennaio che sta diventando memorabile (anche se siamo solo a un terzo del mese) e una prima metà dell'inverno assai buona ( sei-otto episodi nevosi da inizio dicembre)


Complice il fatto che l acqua non è mancata e il forte effetto albedo notturno c'è da segnalare la presenza di tanto, tanto ghiaccio nelle vallate alpine e Prealpine come non si vedeva da tempo.
Si, direi che gli ultimi 20 giorni sono sicuramente memorabili su questi settori (senza tralasciare anche fine novembre-inizio dicembre), come non si vedeva da tempo con una sincronia di questo genere (neve-ghiaccio-freddo intenso). Speriamo prosegua….perché no... Wink


Top
Profilo Invia messaggio privato
nevone_emiliano



Registrato: 28/12/20 10:19
Messaggi: 30
Residenza: Pontenure (PC)

MessaggioInviato: Mon Jan 11, 2021 10:48 am    Oggetto: Rispondi citando




Anche se al momento questa carta non conta nulla, ha comunque un certo fascino Wink


Top
Profilo Invia messaggio privato
ghito



Registrato: 27/12/12 17:02
Messaggi: 826
Residenza: balme

MessaggioInviato: Mon Jan 11, 2021 10:51 am    Oggetto: Rispondi citando

manu73 ha scritto:
InvernoPerfetto ha scritto:
bgiorno,

continua la lunga fase gelida alpina piemontese
, tra le più lunghe degli ultimi 15 anni che verrà smorzata tra mercoledi e giovedi da un nasone favonico che farà innalzare il mercurio anche di una decina di gradi, mercurio che però tornerà a crollare da venerdi anche se difficilmente sui valori di queste settimane ( salvo nuove nevicate per la prossima settimana seguite da nuovo potente albedo).

Ad ogni modo, sopra i 1000/1200 si sta vivendo una persistente parentesi gelida che, sebbene non abbia fatto registrare record assoluti ( sauze di cesana aveva sfiorato i -20 due notti fa, comunque distanti cinque gradi dal proprio record) sorprende per qualità e persistenza.

Cesana oramai è alla sua decima minima under -10, con punte di quasi -15 un paio di notti fa; Oulx, che supera di poco i 1000 metri, balla da inizio gennaio tra i -11 e i -15, e difatti la Dora Riparia risulta gelata a tratti come nei migliori inverni di una volta; Claviere aggancia i -16, raggiunti peraltro già a mezzanotte! meno freddo, in proporzione, a 2000 metri, dove ci si aggira tra i meno 8 e meno 12.
Ma anche le massime hanno fatto parlare di sè in questi giorni: nei paesi meno soleggiati della valsusa, si è rimasti sotto i meno 5 anche di giorno e già alle quote di 1200. E non è un caso che granitiche cascate di ghiaccio stanno conquistando pareti rocciose come nelle cartoline degli anni 70.
Nei prossimi giorni, inversione termica in accentuazione e mitigazione degli estremi in quota, soprattutto in area pedemontana e collinare le quali potrebbero perfino tornare sopra lo zero di notte a metà settimana.

Fredde anche le pianure stamane: perfino il centro di Torino ( giardini reali) raggiunge i -5 mentre l'aereoporto sfiora i -6; punte di -8 nelle pianure extraurbane di alto torinese e alto cuneese, anche qui destinate ad alzarsi nei prossimi giorni.

In conclusione, se al piano è un gennaio normale ( inizalmente umido e appena fresco/freddo, negli ultimi giorni più secco e freddo, con comunque pochissima neve al piano salvo i soliti fazzoletti), sulle Alpi è un gennaio che sta diventando memorabile (anche se siamo solo a un terzo del mese) e una prima metà dell'inverno assai buona ( sei-otto episodi nevosi da inizio dicembre)


Complice il fatto che l acqua non è mancata e il forte effetto albedo notturno c'è da segnalare la presenza di tanto, tanto ghiaccio nelle vallate alpine e Prealpine come non si vedeva da tempo.
Si, direi che gli ultimi 20 giorni sono sicuramente memorabili su questi settori (senza tralasciare anche fine novembre-inizio dicembre), come non si vedeva da tempo con una sincronia di questo genere (neve-ghiaccio-freddo intenso). Speriamo prosegua….perché no... Wink


Io comincio ad averne un pò le scatole piene in verità e siamo solo all'11 di gennaio...più della neve del freddo..


Top
Profilo Invia messaggio privato
manu73
Forumista senior


Registrato: 29/11/12 14:46
Messaggi: 8625
Residenza: orobie val brembana

MessaggioInviato: Mon Jan 11, 2021 10:54 am    Oggetto: Rispondi citando

ghito ha scritto:
manu73 ha scritto:
InvernoPerfetto ha scritto:
bgiorno,

continua la lunga fase gelida alpina piemontese
, tra le più lunghe degli ultimi 15 anni che verrà smorzata tra mercoledi e giovedi da un nasone favonico che farà innalzare il mercurio anche di una decina di gradi, mercurio che però tornerà a crollare da venerdi anche se difficilmente sui valori di queste settimane ( salvo nuove nevicate per la prossima settimana seguite da nuovo potente albedo).

Ad ogni modo, sopra i 1000/1200 si sta vivendo una persistente parentesi gelida che, sebbene non abbia fatto registrare record assoluti ( sauze di cesana aveva sfiorato i -20 due notti fa, comunque distanti cinque gradi dal proprio record) sorprende per qualità e persistenza.

Cesana oramai è alla sua decima minima under -10, con punte di quasi -15 un paio di notti fa; Oulx, che supera di poco i 1000 metri, balla da inizio gennaio tra i -11 e i -15, e difatti la Dora Riparia risulta gelata a tratti come nei migliori inverni di una volta; Claviere aggancia i -16, raggiunti peraltro già a mezzanotte! meno freddo, in proporzione, a 2000 metri, dove ci si aggira tra i meno 8 e meno 12.
Ma anche le massime hanno fatto parlare di sè in questi giorni: nei paesi meno soleggiati della valsusa, si è rimasti sotto i meno 5 anche di giorno e già alle quote di 1200. E non è un caso che granitiche cascate di ghiaccio stanno conquistando pareti rocciose come nelle cartoline degli anni 70.
Nei prossimi giorni, inversione termica in accentuazione e mitigazione degli estremi in quota, soprattutto in area pedemontana e collinare le quali potrebbero perfino tornare sopra lo zero di notte a metà settimana.

Fredde anche le pianure stamane: perfino il centro di Torino ( giardini reali) raggiunge i -5 mentre l'aereoporto sfiora i -6; punte di -8 nelle pianure extraurbane di alto torinese e alto cuneese, anche qui destinate ad alzarsi nei prossimi giorni.

In conclusione, se al piano è un gennaio normale ( inizalmente umido e appena fresco/freddo, negli ultimi giorni più secco e freddo, con comunque pochissima neve al piano salvo i soliti fazzoletti), sulle Alpi è un gennaio che sta diventando memorabile (anche se siamo solo a un terzo del mese) e una prima metà dell'inverno assai buona ( sei-otto episodi nevosi da inizio dicembre)


Complice il fatto che l acqua non è mancata e il forte effetto albedo notturno c'è da segnalare la presenza di tanto, tanto ghiaccio nelle vallate alpine e Prealpine come non si vedeva da tempo.
Si, direi che gli ultimi 20 giorni sono sicuramente memorabili su questi settori (senza tralasciare anche fine novembre-inizio dicembre), come non si vedeva da tempo con una sincronia di questo genere (neve-ghiaccio-freddo intenso). Speriamo prosegua….perché no... Wink


Io comincio ad averne un pò le scatole piene in verità e siamo solo all'11 di gennaio...più della neve del freddo..


TU hai ancora davanti 3 mesi pieni di inverno...mettiti comodo! Very Happy


Top
Profilo Invia messaggio privato
ICEBOWL



Registrato: 20/04/17 09:29
Messaggi: 4106
Residenza: Carnate (MB) 248mslm

MessaggioInviato: Mon Jan 11, 2021 10:55 am    Oggetto: Rispondi citando

manu73 ha scritto:
ghito ha scritto:
manu73 ha scritto:
InvernoPerfetto ha scritto:
bgiorno,

continua la lunga fase gelida alpina piemontese
, tra le più lunghe degli ultimi 15 anni che verrà smorzata tra mercoledi e giovedi da un nasone favonico che farà innalzare il mercurio anche di una decina di gradi, mercurio che però tornerà a crollare da venerdi anche se difficilmente sui valori di queste settimane ( salvo nuove nevicate per la prossima settimana seguite da nuovo potente albedo).

Ad ogni modo, sopra i 1000/1200 si sta vivendo una persistente parentesi gelida che, sebbene non abbia fatto registrare record assoluti ( sauze di cesana aveva sfiorato i -20 due notti fa, comunque distanti cinque gradi dal proprio record) sorprende per qualità e persistenza.

Cesana oramai è alla sua decima minima under -10, con punte di quasi -15 un paio di notti fa; Oulx, che supera di poco i 1000 metri, balla da inizio gennaio tra i -11 e i -15, e difatti la Dora Riparia risulta gelata a tratti come nei migliori inverni di una volta; Claviere aggancia i -16, raggiunti peraltro già a mezzanotte! meno freddo, in proporzione, a 2000 metri, dove ci si aggira tra i meno 8 e meno 12.
Ma anche le massime hanno fatto parlare di sè in questi giorni: nei paesi meno soleggiati della valsusa, si è rimasti sotto i meno 5 anche di giorno e già alle quote di 1200. E non è un caso che granitiche cascate di ghiaccio stanno conquistando pareti rocciose come nelle cartoline degli anni 70.
Nei prossimi giorni, inversione termica in accentuazione e mitigazione degli estremi in quota, soprattutto in area pedemontana e collinare le quali potrebbero perfino tornare sopra lo zero di notte a metà settimana.

Fredde anche le pianure stamane: perfino il centro di Torino ( giardini reali) raggiunge i -5 mentre l'aereoporto sfiora i -6; punte di -8 nelle pianure extraurbane di alto torinese e alto cuneese, anche qui destinate ad alzarsi nei prossimi giorni.

In conclusione, se al piano è un gennaio normale ( inizalmente umido e appena fresco/freddo, negli ultimi giorni più secco e freddo, con comunque pochissima neve al piano salvo i soliti fazzoletti), sulle Alpi è un gennaio che sta diventando memorabile (anche se siamo solo a un terzo del mese) e una prima metà dell'inverno assai buona ( sei-otto episodi nevosi da inizio dicembre)


Complice il fatto che l acqua non è mancata e il forte effetto albedo notturno c'è da segnalare la presenza di tanto, tanto ghiaccio nelle vallate alpine e Prealpine come non si vedeva da tempo.
Si, direi che gli ultimi 20 giorni sono sicuramente memorabili su questi settori (senza tralasciare anche fine novembre-inizio dicembre), come non si vedeva da tempo con una sincronia di questo genere (neve-ghiaccio-freddo intenso). Speriamo prosegua….perché no... Wink


Io comincio ad averne un pò le scatole piene in verità e siamo solo all'11 di gennaio...più della neve del freddo..


TU hai ancora davanti 3 mesi pieni di inverno...mettiti comodo! Very Happy


a 1400mlsm? direi 4 abbondanti....


Top
Profilo Invia messaggio privato
ghito



Registrato: 27/12/12 17:02
Messaggi: 826
Residenza: balme

MessaggioInviato: Mon Jan 11, 2021 10:55 am    Oggetto: Rispondi citando

manu73 ha scritto:
ghito ha scritto:
manu73 ha scritto:
InvernoPerfetto ha scritto:
bgiorno,

continua la lunga fase gelida alpina piemontese
, tra le più lunghe degli ultimi 15 anni che verrà smorzata tra mercoledi e giovedi da un nasone favonico che farà innalzare il mercurio anche di una decina di gradi, mercurio che però tornerà a crollare da venerdi anche se difficilmente sui valori di queste settimane ( salvo nuove nevicate per la prossima settimana seguite da nuovo potente albedo).

Ad ogni modo, sopra i 1000/1200 si sta vivendo una persistente parentesi gelida che, sebbene non abbia fatto registrare record assoluti ( sauze di cesana aveva sfiorato i -20 due notti fa, comunque distanti cinque gradi dal proprio record) sorprende per qualità e persistenza.

Cesana oramai è alla sua decima minima under -10, con punte di quasi -15 un paio di notti fa; Oulx, che supera di poco i 1000 metri, balla da inizio gennaio tra i -11 e i -15, e difatti la Dora Riparia risulta gelata a tratti come nei migliori inverni di una volta; Claviere aggancia i -16, raggiunti peraltro già a mezzanotte! meno freddo, in proporzione, a 2000 metri, dove ci si aggira tra i meno 8 e meno 12.
Ma anche le massime hanno fatto parlare di sè in questi giorni: nei paesi meno soleggiati della valsusa, si è rimasti sotto i meno 5 anche di giorno e già alle quote di 1200. E non è un caso che granitiche cascate di ghiaccio stanno conquistando pareti rocciose come nelle cartoline degli anni 70.
Nei prossimi giorni, inversione termica in accentuazione e mitigazione degli estremi in quota, soprattutto in area pedemontana e collinare le quali potrebbero perfino tornare sopra lo zero di notte a metà settimana.

Fredde anche le pianure stamane: perfino il centro di Torino ( giardini reali) raggiunge i -5 mentre l'aereoporto sfiora i -6; punte di -8 nelle pianure extraurbane di alto torinese e alto cuneese, anche qui destinate ad alzarsi nei prossimi giorni.

In conclusione, se al piano è un gennaio normale ( inizalmente umido e appena fresco/freddo, negli ultimi giorni più secco e freddo, con comunque pochissima neve al piano salvo i soliti fazzoletti), sulle Alpi è un gennaio che sta diventando memorabile (anche se siamo solo a un terzo del mese) e una prima metà dell'inverno assai buona ( sei-otto episodi nevosi da inizio dicembre)


Complice il fatto che l acqua non è mancata e il forte effetto albedo notturno c'è da segnalare la presenza di tanto, tanto ghiaccio nelle vallate alpine e Prealpine come non si vedeva da tempo.
Si, direi che gli ultimi 20 giorni sono sicuramente memorabili su questi settori (senza tralasciare anche fine novembre-inizio dicembre), come non si vedeva da tempo con una sincronia di questo genere (neve-ghiaccio-freddo intenso). Speriamo prosegua….perché no... Wink


Io comincio ad averne un pò le scatole piene in verità e siamo solo all'11 di gennaio...più della neve del freddo..


TU hai ancora davanti 3 mesi pieni di inverno...mettiti comodo! Very Happy


Lo so e mi viene male Laughing Laughing Laughing


Top
Profilo Invia messaggio privato
Gilo



Registrato: 19/12/16 19:10
Messaggi: 805
Residenza: Reggiolo, S.Benedetto Po

MessaggioInviato: Mon Jan 11, 2021 11:15 am    Oggetto: Rispondi citando

manu73 ha scritto:
ghito ha scritto:
manu73 ha scritto:
InvernoPerfetto ha scritto:
bgiorno,

continua la lunga fase gelida alpina piemontese
, tra le più lunghe degli ultimi 15 anni che verrà smorzata tra mercoledi e giovedi da un nasone favonico che farà innalzare il mercurio anche di una decina di gradi, mercurio che però tornerà a crollare da venerdi anche se difficilmente sui valori di queste settimane ( salvo nuove nevicate per la prossima settimana seguite da nuovo potente albedo).

Ad ogni modo, sopra i 1000/1200 si sta vivendo una persistente parentesi gelida che, sebbene non abbia fatto registrare record assoluti ( sauze di cesana aveva sfiorato i -20 due notti fa, comunque distanti cinque gradi dal proprio record) sorprende per qualità e persistenza.

Cesana oramai è alla sua decima minima under -10, con punte di quasi -15 un paio di notti fa; Oulx, che supera di poco i 1000 metri, balla da inizio gennaio tra i -11 e i -15, e difatti la Dora Riparia risulta gelata a tratti come nei migliori inverni di una volta; Claviere aggancia i -16, raggiunti peraltro già a mezzanotte! meno freddo, in proporzione, a 2000 metri, dove ci si aggira tra i meno 8 e meno 12.
Ma anche le massime hanno fatto parlare di sè in questi giorni: nei paesi meno soleggiati della valsusa, si è rimasti sotto i meno 5 anche di giorno e già alle quote di 1200. E non è un caso che granitiche cascate di ghiaccio stanno conquistando pareti rocciose come nelle cartoline degli anni 70.
Nei prossimi giorni, inversione termica in accentuazione e mitigazione degli estremi in quota, soprattutto in area pedemontana e collinare le quali potrebbero perfino tornare sopra lo zero di notte a metà settimana.

Fredde anche le pianure stamane: perfino il centro di Torino ( giardini reali) raggiunge i -5 mentre l'aereoporto sfiora i -6; punte di -8 nelle pianure extraurbane di alto torinese e alto cuneese, anche qui destinate ad alzarsi nei prossimi giorni.

In conclusione, se al piano è un gennaio normale ( inizalmente umido e appena fresco/freddo, negli ultimi giorni più secco e freddo, con comunque pochissima neve al piano salvo i soliti fazzoletti), sulle Alpi è un gennaio che sta diventando memorabile (anche se siamo solo a un terzo del mese) e una prima metà dell'inverno assai buona ( sei-otto episodi nevosi da inizio dicembre)


Complice il fatto che l acqua non è mancata e il forte effetto albedo notturno c'è da segnalare la presenza di tanto, tanto ghiaccio nelle vallate alpine e Prealpine come non si vedeva da tempo.
Si, direi che gli ultimi 20 giorni sono sicuramente memorabili su questi settori (senza tralasciare anche fine novembre-inizio dicembre), come non si vedeva da tempo con una sincronia di questo genere (neve-ghiaccio-freddo intenso). Speriamo prosegua….perché no... Wink


Io comincio ad averne un pò le scatole piene in verità e siamo solo all'11 di gennaio...più della neve del freddo..


TU hai ancora davanti 3 mesi pieni di inverno...mettiti comodo! Very Happy

Proprio vero che chi ha il pane non ha i denti e chi ha i denti non ha il pane Smile


Top
Profilo Invia messaggio privato
ICE 80



Registrato: 29/11/20 09:17
Messaggi: 654
Residenza: Alba

MessaggioInviato: Mon Jan 11, 2021 11:53 am    Oggetto: Rispondi citando

Ciao gente.....qua minima (almeno alle 7)segnava un -6.5 .mentre im macchina cruscotto mi dava -10 ....penso dunque stia nel mezzo....bella giornata.....vedo che ci aspettano una serie infinita di giornate più o meno insulse......sto freddo metti togli...sta neve sparita anche nel long.....credo che si farà interessante dopo il 20...gfs sembra andarci pesante.reading niente di che.sono un po' sconfortato eravamo partiti troppo bene.spero di essere smentito tito🤷‍♂️🤔T attuale -1,3


Top
Profilo Invia messaggio privato
ventomoderato
*Forumista TOP*


Registrato: 19/08/16 21:27
Messaggi: 28255
Residenza: Venaria

MessaggioInviato: Mon Jan 11, 2021 7:41 pm    Oggetto: Rispondi citando

ghito ha scritto:
manu73 ha scritto:
ghito ha scritto:
manu73 ha scritto:
InvernoPerfetto ha scritto:
bgiorno,

continua la lunga fase gelida alpina piemontese
, tra le più lunghe degli ultimi 15 anni che verrà smorzata tra mercoledi e giovedi da un nasone favonico che farà innalzare il mercurio anche di una decina di gradi, mercurio che però tornerà a crollare da venerdi anche se difficilmente sui valori di queste settimane ( salvo nuove nevicate per la prossima settimana seguite da nuovo potente albedo).

Ad ogni modo, sopra i 1000/1200 si sta vivendo una persistente parentesi gelida che, sebbene non abbia fatto registrare record assoluti ( sauze di cesana aveva sfiorato i -20 due notti fa, comunque distanti cinque gradi dal proprio record) sorprende per qualità e persistenza.

Cesana oramai è alla sua decima minima under -10, con punte di quasi -15 un paio di notti fa; Oulx, che supera di poco i 1000 metri, balla da inizio gennaio tra i -11 e i -15, e difatti la Dora Riparia risulta gelata a tratti come nei migliori inverni di una volta; Claviere aggancia i -16, raggiunti peraltro già a mezzanotte! meno freddo, in proporzione, a 2000 metri, dove ci si aggira tra i meno 8 e meno 12.
Ma anche le massime hanno fatto parlare di sè in questi giorni: nei paesi meno soleggiati della valsusa, si è rimasti sotto i meno 5 anche di giorno e già alle quote di 1200. E non è un caso che granitiche cascate di ghiaccio stanno conquistando pareti rocciose come nelle cartoline degli anni 70.
Nei prossimi giorni, inversione termica in accentuazione e mitigazione degli estremi in quota, soprattutto in area pedemontana e collinare le quali potrebbero perfino tornare sopra lo zero di notte a metà settimana.

Fredde anche le pianure stamane: perfino il centro di Torino ( giardini reali) raggiunge i -5 mentre l'aereoporto sfiora i -6; punte di -8 nelle pianure extraurbane di alto torinese e alto cuneese, anche qui destinate ad alzarsi nei prossimi giorni.

In conclusione, se al piano è un gennaio normale ( inizalmente umido e appena fresco/freddo, negli ultimi giorni più secco e freddo, con comunque pochissima neve al piano salvo i soliti fazzoletti), sulle Alpi è un gennaio che sta diventando memorabile (anche se siamo solo a un terzo del mese) e una prima metà dell'inverno assai buona ( sei-otto episodi nevosi da inizio dicembre)


Complice il fatto che l acqua non è mancata e il forte effetto albedo notturno c'è da segnalare la presenza di tanto, tanto ghiaccio nelle vallate alpine e Prealpine come non si vedeva da tempo.
Si, direi che gli ultimi 20 giorni sono sicuramente memorabili su questi settori (senza tralasciare anche fine novembre-inizio dicembre), come non si vedeva da tempo con una sincronia di questo genere (neve-ghiaccio-freddo intenso). Speriamo prosegua….perché no... Wink


Io comincio ad averne un pò le scatole piene in verità e siamo solo all'11 di gennaio...più della neve del freddo..


TU hai ancora davanti 3 mesi pieni di inverno...mettiti comodo! Very Happy


Lo so e mi viene male Laughing Laughing Laughing
sei caldofilo?


Top
Profilo Invia messaggio privato
ICE 80



Registrato: 29/11/20 09:17
Messaggi: 654
Residenza: Alba

MessaggioInviato: Mon Jan 11, 2021 7:42 pm    Oggetto: Rispondi citando

Reading inguardabile praticamente quel poco di freddo che doveva arrivare nel fine settimana sene va ad est.....sembra non entrare niente qua....anzi Piemonte Liguria primavera anche domenica lunedì


Top
Profilo Invia messaggio privato
ICE 80



Registrato: 29/11/20 09:17
Messaggi: 654
Residenza: Alba

MessaggioInviato: Mon Jan 11, 2021 7:43 pm    Oggetto: Rispondi citando

Reading inguardabile praticamente quel poco di freddo che doveva arrivare nel fine settimana sene va ad est.....sembra non entrare niente qua....anzi Piemonte Liguria primavera anche domenica lunedì


Top
Profilo Invia messaggio privato
ventomoderato
*Forumista TOP*


Registrato: 19/08/16 21:27
Messaggi: 28255
Residenza: Venaria

MessaggioInviato: Mon Jan 11, 2021 7:44 pm    Oggetto: Rispondi citando

ICE 80 ha scritto:
Reading inguardabile praticamente quel poco di freddo che doveva arrivare nel fine settimana sene va ad est.....sembra non entrare niente qua....anzi Piemonte Liguria primavera anche domenica lunedì


Non penso proprio primavera. Sarà solo meno freddo di questi giorni ma non ci saranno valori primaverili.


Top
Profilo Invia messaggio privato
ICE 80



Registrato: 29/11/20 09:17
Messaggi: 654
Residenza: Alba

MessaggioInviato: Mon Jan 11, 2021 7:46 pm    Oggetto: Rispondi citando

Lo inviato 2 volte🤔🤷‍♂️...si però tutto ad est....dalle stelle alle stalle


Top
Profilo Invia messaggio privato
Peter94



Registrato: 11/01/14 13:04
Messaggi: 2509
Residenza: Valbelluna (BL)

MessaggioInviato: Mon Jan 11, 2021 8:14 pm    Oggetto: Rispondi citando

Continua la parentesi fredda nel bellunese con effetto albedo.
Santo Stefano e Asiago aeroporto (sui 900-1000 m) entrambi prossimi ai -15°C alle ore 20. Feltre -7,2°C (stazioni automatiche ARPAV). Domani quindi possibile ribasso delle minime.


Rapportato alla quota, forse il valore più importante è quello della stazione di Celarda di Feltre (225 m), secondo centralina privata misurati estremi -11,6/-1,9. Attuali -8. Il record di -30,5°C misurato in questa località nel 1985 è comunque molto lontano, però sono pur sempre temperature decisamente invernali con gelo persistente.




L'ultima modifica di Peter94 il Mon Jan 11, 2021 8:20 pm, modificato 1 volta
Top
Profilo Invia messaggio privato
ghito



Registrato: 27/12/12 17:02
Messaggi: 826
Residenza: balme

MessaggioInviato: Mon Jan 11, 2021 8:20 pm    Oggetto: Rispondi citando

ventomoderato ha scritto:
ghito ha scritto:
manu73 ha scritto:
ghito ha scritto:
manu73 ha scritto:
InvernoPerfetto ha scritto:
bgiorno,

continua la lunga fase gelida alpina piemontese
, tra le più lunghe degli ultimi 15 anni che verrà smorzata tra mercoledi e giovedi da un nasone favonico che farà innalzare il mercurio anche di una decina di gradi, mercurio che però tornerà a crollare da venerdi anche se difficilmente sui valori di queste settimane ( salvo nuove nevicate per la prossima settimana seguite da nuovo potente albedo).

Ad ogni modo, sopra i 1000/1200 si sta vivendo una persistente parentesi gelida che, sebbene non abbia fatto registrare record assoluti ( sauze di cesana aveva sfiorato i -20 due notti fa, comunque distanti cinque gradi dal proprio record) sorprende per qualità e persistenza.

Cesana oramai è alla sua decima minima under -10, con punte di quasi -15 un paio di notti fa; Oulx, che supera di poco i 1000 metri, balla da inizio gennaio tra i -11 e i -15, e difatti la Dora Riparia risulta gelata a tratti come nei migliori inverni di una volta; Claviere aggancia i -16, raggiunti peraltro già a mezzanotte! meno freddo, in proporzione, a 2000 metri, dove ci si aggira tra i meno 8 e meno 12.
Ma anche le massime hanno fatto parlare di sè in questi giorni: nei paesi meno soleggiati della valsusa, si è rimasti sotto i meno 5 anche di giorno e già alle quote di 1200. E non è un caso che granitiche cascate di ghiaccio stanno conquistando pareti rocciose come nelle cartoline degli anni 70.
Nei prossimi giorni, inversione termica in accentuazione e mitigazione degli estremi in quota, soprattutto in area pedemontana e collinare le quali potrebbero perfino tornare sopra lo zero di notte a metà settimana.

Fredde anche le pianure stamane: perfino il centro di Torino ( giardini reali) raggiunge i -5 mentre l'aereoporto sfiora i -6; punte di -8 nelle pianure extraurbane di alto torinese e alto cuneese, anche qui destinate ad alzarsi nei prossimi giorni.

In conclusione, se al piano è un gennaio normale ( inizalmente umido e appena fresco/freddo, negli ultimi giorni più secco e freddo, con comunque pochissima neve al piano salvo i soliti fazzoletti), sulle Alpi è un gennaio che sta diventando memorabile (anche se siamo solo a un terzo del mese) e una prima metà dell'inverno assai buona ( sei-otto episodi nevosi da inizio dicembre)


Complice il fatto che l acqua non è mancata e il forte effetto albedo notturno c'è da segnalare la presenza di tanto, tanto ghiaccio nelle vallate alpine e Prealpine come non si vedeva da tempo.
Si, direi che gli ultimi 20 giorni sono sicuramente memorabili su questi settori (senza tralasciare anche fine novembre-inizio dicembre), come non si vedeva da tempo con una sincronia di questo genere (neve-ghiaccio-freddo intenso). Speriamo prosegua….perché no... Wink


Io comincio ad averne un pò le scatole piene in verità e siamo solo all'11 di gennaio...più della neve del freddo..


TU hai ancora davanti 3 mesi pieni di inverno...mettiti comodo! Very Happy


Lo so e mi viene male Laughing Laughing Laughing
sei caldofilo?


Io caldofilo? Per me quando ci sono 25° sembra di essere ai tropici... Laughing Laughing


Top
Profilo Invia messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   

Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum » Previsioni meteo e meteorologia Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a Precedente  1, 2, 3 ... 192, 193, 194 ... 241, 242, 243  Successivo
Pagina 193 di 243

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Puoi votare nei sondaggi



Powered by phpBB © 2001- 2004 phpBB Group
Theme created by phpBBStyles.com | Themes Database
phpbb.it