Logo MeteoLive

Il forum di MeteoLive.it
Il più autorevole ed antico forum di Meteorologia italiano, il primo creato in Italia, attivo fin dal 29 novembre 1998

Spaghetti per Roma
Satellite moviola VISIBILE

atten.gif (177 byte)atten.gif (177 byte)  Ti ricordiamo che il forum è moderato e i messaggi contrari al regolamento verranno cancellati.
Non inserire link o pubblicità ad altri siti meteo ITALIANI. Mantieni sempre un comportamento educato e rispettoso e sarai stimato da tutti! SEGNALA ABUSI AL MODERATORE!

Sat moviola Regolamento GFS HR PLUS WRF Inser. img statiche

Segnala il tempo!  

Nowcasting
NORD-OVEST

  Nowcasting
NORD-EST
  Nowcasting
CENTRO-SUD
 
MeteoLive.it :: Leggi argomento - Tendenza stagionale Inverno '20/2021
Log in Registra FAQ Cerca Indice del forum

Tendenza stagionale Inverno '20/2021
Vai a Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9  Successivo
 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum » Previsioni meteo e meteorologia
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
ventomoderato
*Forumista TOP*


Registrato: 19/08/16 21:27
Messaggi: 26464
Residenza: Venaria

MessaggioInviato: Sat Oct 17, 2020 1:09 pm    Oggetto: Rispondi citando

Supergelo ha scritto:
Lancio una mia tendenza basata su una mia personale interpretazione degli indici teleconnetivi attuali e previsti e anche su base statistica, per inverno analizzero i mesi da novembre ( compreso ) a metà febbraio, oltre è attualmente impossibile interpretare un possibile andamento,.
Novembre dovrebbe iniziare sotto il segno del maltempo, con temperature anche sottomedia soprattutto al nord, non escluderei possibili fasi rischiose per le alluvioni. potrebbe in questa prima settimana anche nevicare a quote già di collina sul nord ovest in particolare ( oltre i 300/500 mt ), al centro e al sud invece potrebbero essere inevitabili richiami sciroccali anche seri e duraturi, nel resto del mese invece si verrebbero a creare i presupposti per un'accellerazione notevole del vp con conseguente appiallamento dell'azzorriano sui paralleli, fase pertanto molto fredda per inversione termica al nord e al centro sulle vallate e pianure, con nebbie diffuse e temperature spesso sotto i - 5 gradi nelle ore notturne, fase calda invece al sud e sulle alpi sopra i 1500 mt, poche piogge e nevicate quasi assenti. Sblocco che potrebbe poi arrivare nei giorni vicini all'immacolata, con fase perturabata per un momentaneo rilassamente del jet stream, possibili nevicate anche abbondanti al NW grazie al cuscino gelido consolidato nei precedenti periodi, al centro sud prime nevicate abbondanti sull'appennino oltre i 1000 mt, fase che potrebbe perdurare all'incirca per tutta la seconda decade, con nuovo arrivo dell'anticiclone sotto natale invece, con effetti analoghi a quelli di novembre, marginalmente solo il sud verrà interessato da circolazione orientale nella prima decade dell'anno nuovo, con occasioni per nevicate anche abbondanti per l'ase, situazione che potrebbe rimanere in questa sorta di stallo climatico fin verso fine gennaio, quando a mio avviso potrebbe arrivare la fase più dinamica dell'inverno, con nevicate diffuse da nord a sud in pianura e talvolta anche abbondanti a cavallo con l'inizio di febbraio, anche le minime nei giorni di sereno potrebbero scendere fin sui - 15 gradi nelle zone ben innevate.
Ricapitolando
Novembre temp sopramedia le minime di +0.5 e le massime di + 2.5 pluvio in media
Dicembre temp in media le minime - 0.0 gradi e sopramedia le massime +2 gradi
Pluvio sottomedia al sud, in media al nord
Gennaio sottomedia le minime - 0.5 gradi e in media le massime con +0.0 gradi
Pluvio sopramedia al sud, al nord inizio sottomedia con sopramedia invece nell'ultima decade
non sarebbe un inverno da buttare via anche alla luce delle recenti annate. Ritengo che quest anno possa esserci maggiore possibilità di piogge e nevicate al nord.


Top
Profilo Invia messaggio privato
Supergelo
Forumista senior


Registrato: 18/01/20 11:25
Messaggi: 5009
Residenza: Dusino S.M. (asti) 290 mt

MessaggioInviato: Sat Oct 17, 2020 1:19 pm    Oggetto: Rispondi citando

ventomoderato ha scritto:
Supergelo ha scritto:
Lancio una mia tendenza basata su una mia personale interpretazione degli indici teleconnetivi attuali e previsti e anche su base statistica, per inverno analizzero i mesi da novembre ( compreso ) a metà febbraio, oltre è attualmente impossibile interpretare un possibile andamento,.
Novembre dovrebbe iniziare sotto il segno del maltempo, con temperature anche sottomedia soprattutto al nord, non escluderei possibili fasi rischiose per le alluvioni. potrebbe in questa prima settimana anche nevicare a quote già di collina sul nord ovest in particolare ( oltre i 300/500 mt ), al centro e al sud invece potrebbero essere inevitabili richiami sciroccali anche seri e duraturi, nel resto del mese invece si verrebbero a creare i presupposti per un'accellerazione notevole del vp con conseguente appiallamento dell'azzorriano sui paralleli, fase pertanto molto fredda per inversione termica al nord e al centro sulle vallate e pianure, con nebbie diffuse e temperature spesso sotto i - 5 gradi nelle ore notturne, fase calda invece al sud e sulle alpi sopra i 1500 mt, poche piogge e nevicate quasi assenti. Sblocco che potrebbe poi arrivare nei giorni vicini all'immacolata, con fase perturabata per un momentaneo rilassamente del jet stream, possibili nevicate anche abbondanti al NW grazie al cuscino gelido consolidato nei precedenti periodi, al centro sud prime nevicate abbondanti sull'appennino oltre i 1000 mt, fase che potrebbe perdurare all'incirca per tutta la seconda decade, con nuovo arrivo dell'anticiclone sotto natale invece, con effetti analoghi a quelli di novembre, marginalmente solo il sud verrà interessato da circolazione orientale nella prima decade dell'anno nuovo, con occasioni per nevicate anche abbondanti per l'ase, situazione che potrebbe rimanere in questa sorta di stallo climatico fin verso fine gennaio, quando a mio avviso potrebbe arrivare la fase più dinamica dell'inverno, con nevicate diffuse da nord a sud in pianura e talvolta anche abbondanti a cavallo con l'inizio di febbraio, anche le minime nei giorni di sereno potrebbero scendere fin sui - 15 gradi nelle zone ben innevate.
Ricapitolando
Novembre temp sopramedia le minime di +0.5 e le massime di + 2.5 pluvio in media
Dicembre temp in media le minime - 0.0 gradi e sopramedia le massime +2 gradi
Pluvio sottomedia al sud, in media al nord
Gennaio sottomedia le minime - 0.5 gradi e in media le massime con +0.0 gradi
Pluvio sopramedia al sud, al nord inizio sottomedia con sopramedia invece nell'ultima decade
non sarebbe un inverno da buttare via anche alla luce delle recenti annate. Ritengo che quest anno possa esserci maggiore possibilità di piogge e nevicate al nord.

Sarebbe molto bello avere anche un inverno nel complesso normale o addirittura lievemente sopramedia ma con molte prp, perchè è risaputo che da noi in piemonte non serve avere il gelo estremo per far nevicare, bsata vedere il gennaio 2017, freddissimo, ma con solo 10 cm, invece il 2012/13 nel complesso mite ma con accumulo complessivo di 1.40 mt sulle colline over 300 del monferrato, e poi molte nevicate portano poi nei giorni successivi gelate fortissime, come il 25 gennaio 2019 che con 15 cm al suolo e la - 1 in quota, da noi si scese a - 14 gradi, ma nelle vallate piu fredde fin sui - 16


Top
Profilo Invia messaggio privato
avventura



Registrato: 10/09/07 06:31
Messaggi: 983
Residenza: savignano s/p mslm135(MO)

MessaggioInviato: Sat Oct 17, 2020 2:41 pm    Oggetto: Rispondi citando

Supergelo ha scritto:
ventomoderato ha scritto:
Supergelo ha scritto:
Lancio una mia tendenza basata su una mia personale interpretazione degli indici teleconnetivi attuali e previsti e anche su base statistica, per inverno analizzero i mesi da novembre ( compreso ) a metà febbraio, oltre è attualmente impossibile interpretare un possibile andamento,.
Novembre dovrebbe iniziare sotto il segno del maltempo, con temperature anche sottomedia soprattutto al nord, non escluderei possibili fasi rischiose per le alluvioni. potrebbe in questa prima settimana anche nevicare a quote già di collina sul nord ovest in particolare ( oltre i 300/500 mt ), al centro e al sud invece potrebbero essere inevitabili richiami sciroccali anche seri e duraturi, nel resto del mese invece si verrebbero a creare i presupposti per un'accellerazione notevole del vp con conseguente appiallamento dell'azzorriano sui paralleli, fase pertanto molto fredda per inversione termica al nord e al centro sulle vallate e pianure, con nebbie diffuse e temperature spesso sotto i - 5 gradi nelle ore notturne, fase calda invece al sud e sulle alpi sopra i 1500 mt, poche piogge e nevicate quasi assenti. Sblocco che potrebbe poi arrivare nei giorni vicini all'immacolata, con fase perturabata per un momentaneo rilassamente del jet stream, possibili nevicate anche abbondanti al NW grazie al cuscino gelido consolidato nei precedenti periodi, al centro sud prime nevicate abbondanti sull'appennino oltre i 1000 mt, fase che potrebbe perdurare all'incirca per tutta la seconda decade, con nuovo arrivo dell'anticiclone sotto natale invece, con effetti analoghi a quelli di novembre, marginalmente solo il sud verrà interessato da circolazione orientale nella prima decade dell'anno nuovo, con occasioni per nevicate anche abbondanti per l'ase, situazione che potrebbe rimanere in questa sorta di stallo climatico fin verso fine gennaio, quando a mio avviso potrebbe arrivare la fase più dinamica dell'inverno, con nevicate diffuse da nord a sud in pianura e talvolta anche abbondanti a cavallo con l'inizio di febbraio, anche le minime nei giorni di sereno potrebbero scendere fin sui - 15 gradi nelle zone ben innevate.
Ricapitolando
Novembre temp sopramedia le minime di +0.5 e le massime di + 2.5 pluvio in media
Dicembre temp in media le minime - 0.0 gradi e sopramedia le massime +2 gradi
Pluvio sottomedia al sud, in media al nord
Gennaio sottomedia le minime - 0.5 gradi e in media le massime con +0.0 gradi
Pluvio sopramedia al sud, al nord inizio sottomedia con sopramedia invece nell'ultima decade
non sarebbe un inverno da buttare via anche alla luce delle recenti annate. Ritengo che quest anno possa esserci maggiore possibilità di piogge e nevicate al nord.

Sarebbe molto bello avere anche un inverno nel complesso normale o addirittura lievemente sopramedia ma con molte prp, perchè è risaputo che da noi in piemonte non serve avere il gelo estremo per far nevicare, bsata vedere il gennaio 2017, freddissimo, ma con solo 10 cm, invece il 2012/13 nel complesso mite ma con accumulo complessivo di 1.40 mt sulle colline over 300 del monferrato, e poi molte nevicate portano poi nei giorni successivi gelate fortissime, come il 25 gennaio 2019 che con 15 cm al suolo e la - 1 in quota, da noi si scese a - 14 gradi, ma nelle vallate piu fredde fin sui - 16

anche qui il 2012/13 bell' inverno cm 141,


Top
Profilo Invia messaggio privato
airsnow
Forumista senior


Registrato: 27/03/20 11:55
Messaggi: 5005
Residenza: Novara

MessaggioInviato: Sat Oct 17, 2020 3:02 pm    Oggetto: Rispondi citando

Supergelo ha scritto:
ventomoderato ha scritto:
Supergelo ha scritto:
Lancio una mia tendenza basata su una mia personale interpretazione degli indici teleconnetivi attuali e previsti e anche su base statistica, per inverno analizzero i mesi da novembre ( compreso ) a metà febbraio, oltre è attualmente impossibile interpretare un possibile andamento,.
Novembre dovrebbe iniziare sotto il segno del maltempo, con temperature anche sottomedia soprattutto al nord, non escluderei possibili fasi rischiose per le alluvioni. potrebbe in questa prima settimana anche nevicare a quote già di collina sul nord ovest in particolare ( oltre i 300/500 mt ), al centro e al sud invece potrebbero essere inevitabili richiami sciroccali anche seri e duraturi, nel resto del mese invece si verrebbero a creare i presupposti per un'accellerazione notevole del vp con conseguente appiallamento dell'azzorriano sui paralleli, fase pertanto molto fredda per inversione termica al nord e al centro sulle vallate e pianure, con nebbie diffuse e temperature spesso sotto i - 5 gradi nelle ore notturne, fase calda invece al sud e sulle alpi sopra i 1500 mt, poche piogge e nevicate quasi assenti. Sblocco che potrebbe poi arrivare nei giorni vicini all'immacolata, con fase perturabata per un momentaneo rilassamente del jet stream, possibili nevicate anche abbondanti al NW grazie al cuscino gelido consolidato nei precedenti periodi, al centro sud prime nevicate abbondanti sull'appennino oltre i 1000 mt, fase che potrebbe perdurare all'incirca per tutta la seconda decade, con nuovo arrivo dell'anticiclone sotto natale invece, con effetti analoghi a quelli di novembre, marginalmente solo il sud verrà interessato da circolazione orientale nella prima decade dell'anno nuovo, con occasioni per nevicate anche abbondanti per l'ase, situazione che potrebbe rimanere in questa sorta di stallo climatico fin verso fine gennaio, quando a mio avviso potrebbe arrivare la fase più dinamica dell'inverno, con nevicate diffuse da nord a sud in pianura e talvolta anche abbondanti a cavallo con l'inizio di febbraio, anche le minime nei giorni di sereno potrebbero scendere fin sui - 15 gradi nelle zone ben innevate.
Ricapitolando
Novembre temp sopramedia le minime di +0.5 e le massime di + 2.5 pluvio in media
Dicembre temp in media le minime - 0.0 gradi e sopramedia le massime +2 gradi
Pluvio sottomedia al sud, in media al nord
Gennaio sottomedia le minime - 0.5 gradi e in media le massime con +0.0 gradi
Pluvio sopramedia al sud, al nord inizio sottomedia con sopramedia invece nell'ultima decade
non sarebbe un inverno da buttare via anche alla luce delle recenti annate. Ritengo che quest anno possa esserci maggiore possibilità di piogge e nevicate al nord.

Sarebbe molto bello avere anche un inverno nel complesso normale o addirittura lievemente sopramedia ma con molte prp, perchè è risaputo che da noi in piemonte non serve avere il gelo estremo per far nevicare, bsata vedere il gennaio 2017, freddissimo, ma con solo 10 cm, invece il 2012/13 nel complesso mite ma con accumulo complessivo di 1.40 mt sulle colline over 300 del monferrato, e poi molte nevicate portano poi nei giorni successivi gelate fortissime, come il 25 gennaio 2019 che con 15 cm al suolo e la - 1 in quota, da noi si scese a - 14 gradi, ma nelle vallate piu fredde fin sui - 16

Si nel febbraio 2019 anche qui ci furono diversi giorni con minime buonismo intorno a -7/-8 gradi


Top
Profilo Invia messaggio privato
Supergelo
Forumista senior


Registrato: 18/01/20 11:25
Messaggi: 5009
Residenza: Dusino S.M. (asti) 290 mt

MessaggioInviato: Sat Oct 17, 2020 6:09 pm    Oggetto: Rispondi citando

airsnow ha scritto:
Supergelo ha scritto:
ventomoderato ha scritto:
Supergelo ha scritto:
Lancio una mia tendenza basata su una mia personale interpretazione degli indici teleconnetivi attuali e previsti e anche su base statistica, per inverno analizzero i mesi da novembre ( compreso ) a metà febbraio, oltre è attualmente impossibile interpretare un possibile andamento,.
Novembre dovrebbe iniziare sotto il segno del maltempo, con temperature anche sottomedia soprattutto al nord, non escluderei possibili fasi rischiose per le alluvioni. potrebbe in questa prima settimana anche nevicare a quote già di collina sul nord ovest in particolare ( oltre i 300/500 mt ), al centro e al sud invece potrebbero essere inevitabili richiami sciroccali anche seri e duraturi, nel resto del mese invece si verrebbero a creare i presupposti per un'accellerazione notevole del vp con conseguente appiallamento dell'azzorriano sui paralleli, fase pertanto molto fredda per inversione termica al nord e al centro sulle vallate e pianure, con nebbie diffuse e temperature spesso sotto i - 5 gradi nelle ore notturne, fase calda invece al sud e sulle alpi sopra i 1500 mt, poche piogge e nevicate quasi assenti. Sblocco che potrebbe poi arrivare nei giorni vicini all'immacolata, con fase perturabata per un momentaneo rilassamente del jet stream, possibili nevicate anche abbondanti al NW grazie al cuscino gelido consolidato nei precedenti periodi, al centro sud prime nevicate abbondanti sull'appennino oltre i 1000 mt, fase che potrebbe perdurare all'incirca per tutta la seconda decade, con nuovo arrivo dell'anticiclone sotto natale invece, con effetti analoghi a quelli di novembre, marginalmente solo il sud verrà interessato da circolazione orientale nella prima decade dell'anno nuovo, con occasioni per nevicate anche abbondanti per l'ase, situazione che potrebbe rimanere in questa sorta di stallo climatico fin verso fine gennaio, quando a mio avviso potrebbe arrivare la fase più dinamica dell'inverno, con nevicate diffuse da nord a sud in pianura e talvolta anche abbondanti a cavallo con l'inizio di febbraio, anche le minime nei giorni di sereno potrebbero scendere fin sui - 15 gradi nelle zone ben innevate.
Ricapitolando
Novembre temp sopramedia le minime di +0.5 e le massime di + 2.5 pluvio in media
Dicembre temp in media le minime - 0.0 gradi e sopramedia le massime +2 gradi
Pluvio sottomedia al sud, in media al nord
Gennaio sottomedia le minime - 0.5 gradi e in media le massime con +0.0 gradi
Pluvio sopramedia al sud, al nord inizio sottomedia con sopramedia invece nell'ultima decade
non sarebbe un inverno da buttare via anche alla luce delle recenti annate. Ritengo che quest anno possa esserci maggiore possibilità di piogge e nevicate al nord.

Sarebbe molto bello avere anche un inverno nel complesso normale o addirittura lievemente sopramedia ma con molte prp, perchè è risaputo che da noi in piemonte non serve avere il gelo estremo per far nevicare, bsata vedere il gennaio 2017, freddissimo, ma con solo 10 cm, invece il 2012/13 nel complesso mite ma con accumulo complessivo di 1.40 mt sulle colline over 300 del monferrato, e poi molte nevicate portano poi nei giorni successivi gelate fortissime, come il 25 gennaio 2019 che con 15 cm al suolo e la - 1 in quota, da noi si scese a - 14 gradi, ma nelle vallate piu fredde fin sui - 16

Si nel febbraio 2019 anche qui ci furono diversi giorni con minime buonismo intorno a -7/-8 gradi

La terza decade di gennaio e stata davvero molto movimentata e divertente, con 3 minime sotto i - 10 gradi e una nevicata da 16 cm di farina caduta interamente con temp al di sotto dei - 1 grado, poi a inizio febbraio 12 cm tra il 31 gennaio e l' 1 febbraio, e 18 il 2 febbraio grazie a un rovescio fortissimo


Top
Profilo Invia messaggio privato
valerio75



Registrato: 01/01/70 01:00
Messaggi: 918
Residenza: Sarzana (SP)

MessaggioInviato: Sat Oct 17, 2020 6:16 pm    Oggetto: Rispondi citando

Io sinceramente viste le premesse del deficit artico e le previsioni degli esperti mi aspetto un inverno davvero pessimo, certo che fare peggio dello scorso anno non è facile, staremo a vedere! Ovvio che visti i tempi chiudere già un trimestre invernale 0.5-1° sopra la media sarebbe tutto grasso che cola.


Top
Profilo Invia messaggio privato
robert



Registrato: 29/03/11 15:26
Messaggi: 3396
Residenza: napoli

MessaggioInviato: Sun Oct 18, 2020 1:56 pm    Oggetto: Rispondi citando

https://iri.columbia.edu/wp-content/uploads/2020/10/figure3.png

https://iri.columbia.edu/wp-content/uploads/2020/10/figure4.png


Top
Profilo Invia messaggio privato
robert



Registrato: 29/03/11 15:26
Messaggi: 3396
Residenza: napoli

MessaggioInviato: Mon Oct 19, 2020 6:06 pm    Oggetto: Rispondi citando

https://www.tropicaltidbits.com/analysis/ocean/cdas-sflux_ssta_global_1.png


https://www.tropicaltidbits.com/analysis/ocean/nino4.png


https://www.cpc.ncep.noaa.gov/products/CFSv2/imagesInd3/nino34Mon.gif


Top
Profilo Invia messaggio privato
Supergelo
Forumista senior


Registrato: 18/01/20 11:25
Messaggi: 5009
Residenza: Dusino S.M. (asti) 290 mt

MessaggioInviato: Mon Oct 19, 2020 6:15 pm    Oggetto: Rispondi citando

robert ha scritto:
https://iri.columbia.edu/wp-content/uploads/2020/10/figure3.png

https://iri.columbia.edu/wp-content/uploads/2020/10/figure4.png

La niña che sembra esser confermata per gran parte dell'inverno


Top
Profilo Invia messaggio privato
Uomo di Langa
Forumista senior


Registrato: 01/12/11 15:49
Messaggi: 7735
Residenza: Alba(CN) 172 m. s.l.m.

MessaggioInviato: Tue Oct 20, 2020 3:44 pm    Oggetto: Rispondi citando

Io ho votato sopramedia secco,ma sono sicuro solo della prima parte dell'assunto.
Si parte già bene con ECMWF stagionale...
[url=https://postimg.cc/BXPVH7JX][/url
...e si procede ancora meglio con l'accoppiata QBO positiva-Nina.
Non se ne farà di nuovo nulla,come sempre.
Un plauso,comunque,a chi cerca di cavare sangue da una rapa,se lo merita,non foss'altro per l'impegno.


Top
Profilo Invia messaggio privato
Occhionero Fabio



Registrato: 21/01/20 15:35
Messaggi: 123
Residenza: Termoli CB

MessaggioInviato: Thu Oct 22, 2020 6:28 pm    Oggetto: Rispondi citando

Buonasera a tutti. Ragazzi per esperienza (e lo affermo da studioso ed appassionato della materia) oramai lascio perdere gli indici predittivi che consulto solo per passione: ho fatto personalmente brutte figure sia con gli amici che con gli agricoltori(ho un cugino che coltiva cereali ed è ossessionato dal meteo per ovvi motivi) quando con tutti gli indici "a favore" pronosticavo inverni rigidi , poi puntualmente smentito dalla "calda" realtà; paradossalmente quando gli indici sono "contro" spesso ci è scappato almeno un episodio nevoso in pianura da me ( costa adriatica molisana). Personalmente l'analisi dell'utente Supergelo mi trova d'accordo.


Top
Profilo Invia messaggio privato
robert



Registrato: 29/03/11 15:26
Messaggi: 3396
Residenza: napoli

MessaggioInviato: Fri Nov 06, 2020 11:26 am    Oggetto: Rispondi citando

l' estensione dei ghiacciai Artici e' ai minimi storici ( dal 1979 ) con il secondo minimo assoluto a settembre 2020 , questo non significa una garanzia di un inverno altrettanto caldo come lo scorso inverno '19/2020

minimi storici ci sono stati anche nel settembre 2007 , e sopratutto nel settembre 2012 il primo in assoluto piu basso dal 1979 , ma gli inverni in questo periodo tra il 2008 e 2013 sono stati cmq caratterizzati da fasi decisamente piu fredde/gelide e nevose

Anche in un altro periodo nel oltre ventennio tra il 1926 e 1952 i ghiacciai Artici hanno subito una forte fusione , anche in quel periodo ci sono stati inverni miti ma anche inverni storicamente freddi come in primis i piu freddi e nevosi del 1929 , 1942 , periodo fra il 1926 e 1952 con sensibile ritiro dei ghiacciai Artici durante il quale si sono alternati inverni miti e freddi
Dati NOAA

https://rclutz.files.wordpress.com/2020/10/arctic-sea-ice-since-1900.png

poi periodo climatico mediamente piu fresco tra il 1953 e 1979 durante il quale c'e stato un incremento dei ghiacciai Artici con la massima estensione tra gli anni '60 e '70 , invece , ci sono stati una serie di inverni miti in particolare durante gli anni '70

I minimi dei ghiacciai Artici non precludono periodi invernali gelidi e nevosi anzi dopo il minimo del settembre 2007 ....e minimo del 2012 gli inverni sono stati condizionati anche da mesi invernali freddi e nevosi che talvolta sono preceduti da fasi autunnali molto miti e ' statici ' come nel autunno 2011

CFSv2 " proiezione ' a circa un mese , poco attendibile , ma non del tutto improbabile in contesto bassa attivita Solare , ENSO -- Nina , e QBO +

http://modeles.meteociel.fr/modeles/cfs/run/monthly/runs/2020110512/cfs-1-12-2020.png?12


Top
Profilo Invia messaggio privato
leo55



Registrato: 28/07/19 19:19
Messaggi: 2042
Residenza: Arezzo

MessaggioInviato: Sat Nov 07, 2020 7:52 am    Oggetto: Rispondi citando

robert ha scritto:
l' estensione dei ghiacciai Artici e' ai minimi storici ( dal 1979 ) con il secondo minimo assoluto a settembre 2020 , questo non significa una garanzia di un inverno altrettanto caldo come lo scorso inverno '19/2020

minimi storici ci sono stati anche nel settembre 2007 , e sopratutto nel settembre 2012 il primo in assoluto piu basso dal 1979 , ma gli inverni in questo periodo tra il 2008 e 2013 sono stati cmq caratterizzati da fasi decisamente piu fredde/gelide e nevose

Anche in un altro periodo nel oltre ventennio tra il 1926 e 1952 i ghiacciai Artici hanno subito una forte fusione , anche in quel periodo ci sono stati inverni miti ma anche inverni storicamente freddi come in primis i piu freddi e nevosi del 1929 , 1942 , periodo fra il 1926 e 1952 con sensibile ritiro dei ghiacciai Artici durante il quale si sono alternati inverni miti e freddi
Dati NOAA

https://rclutz.files.wordpress.com/2020/10/arctic-sea-ice-since-1900.png

poi periodo climatico mediamente piu fresco tra il 1953 e 1979 durante il quale c'e stato un incremento dei ghiacciai Artici con la massima estensione tra gli anni '60 e '70 , invece , ci sono stati una serie di inverni miti in particolare durante gli anni '70

I minimi dei ghiacciai Artici non precludono periodi invernali gelidi e nevosi anzi dopo il minimo del settembre 2007 ....e minimo del 2012 gli inverni sono stati condizionati anche da mesi invernali freddi e nevosi che talvolta sono preceduti da fasi autunnali molto miti e ' statici ' come nel autunno 2011

CFSv2 " proiezione ' a circa un mese , poco attendibile , ma non del tutto improbabile in contesto bassa attivita Solare , ENSO -- Nina , e QBO +

http://modeles.meteociel.fr/modeles/cfs/run/monthly/runs/2020110512/cfs-1-12-2020.png?12
..Concordo con te,sembra che se i ghiacci sono al minimo,abbiamo più chance di inverni freddi,che non con i ghiacci in estensione.Poi se è solo un caso,oppure è una vera e propria tendenza,nessuno lo può sapere.


Top
Profilo Invia messaggio privato
robert



Registrato: 29/03/11 15:26
Messaggi: 3396
Residenza: napoli

MessaggioInviato: Sat Nov 07, 2020 2:49 pm    Oggetto: Rispondi citando

leo55 ha scritto:
robert ha scritto:
l' estensione dei ghiacciai Artici e' ai minimi storici ( dal 1979 ) con il secondo minimo assoluto a settembre 2020 , questo non significa una garanzia di un inverno altrettanto caldo come lo scorso inverno '19/2020

minimi storici ci sono stati anche nel settembre 2007 , e sopratutto nel settembre 2012 il primo in assoluto piu basso dal 1979 , ma gli inverni in questo periodo tra il 2008 e 2013 sono stati cmq caratterizzati da fasi decisamente piu fredde/gelide e nevose

Anche in un altro periodo nel oltre ventennio tra il 1926 e 1952 i ghiacciai Artici hanno subito una forte fusione , anche in quel periodo ci sono stati inverni miti ma anche inverni storicamente freddi come in primis i piu freddi e nevosi del 1929 , 1942 , periodo fra il 1926 e 1952 con sensibile ritiro dei ghiacciai Artici durante il quale si sono alternati inverni miti e freddi
Dati NOAA

https://rclutz.files.wordpress.com/2020/10/arctic-sea-ice-since-1900.png

poi periodo climatico mediamente piu fresco tra il 1953 e 1979 durante il quale c'e stato un incremento dei ghiacciai Artici con la massima estensione tra gli anni '60 e '70 , invece , ci sono stati una serie di inverni miti in particolare durante gli anni '70

I minimi dei ghiacciai Artici non precludono periodi invernali gelidi e nevosi anzi dopo il minimo del settembre 2007 ....e minimo del 2012 gli inverni sono stati condizionati anche da mesi invernali freddi e nevosi che talvolta sono preceduti da fasi autunnali molto miti e ' statici ' come nel autunno 2011

CFSv2 " proiezione ' a circa un mese , poco attendibile , ma non del tutto improbabile in contesto bassa attivita Solare , ENSO -- Nina , e QBO +

http://modeles.meteociel.fr/modeles/cfs/run/monthly/runs/2020110512/cfs-1-12-2020.png?12
..Concordo con te,sembra che se i ghiacci sono al minimo,abbiamo più chance di inverni freddi,che non con i ghiacci in estensione.Poi se è solo un caso,oppure è una vera e propria tendenza,nessuno lo può sapere.


Ciao ,
condivido , il clima e' complesso

in Italia ,
lo scorso inverno '19/2020 e' il secondo in assoluto piu caldo ,
1) 2007
2) 2020

inverni molto miti potrebbero precedere inverni mediamente piu freddi o con fasi invernali gelide e nevose

esempio,
dopo il caldo inverno del 1990
inverno piu freddo del 1991

dopo il caldo inverno 1994 , inverno relativamente piu freddo del 1995 in particolare freddo e nevoso gennaio 1995

dopo il caldo inverno 1998
il freddo e nevoso inverno del 1999

dopo il caldo inverno del 2001
inverni relativamente piu freddi del 2002 e 2003

dopo il caldo inverno del 2007 in assoluto il piu caldo dal 1948
serie di inverni piu freddi o relativamente freddi fra il 2008 e 2013 , alcuni con eventi gelidi e nevosi di rilievo storico

dopo il caldo inverno del 2016
l eccezionale ondata gelida e nevosa nel gennaio 2017
e la serie di eventi invernali piu freddi e nevosi del febbraio 2018 e gennaio 2019

dopo un inverno caldo del 2020 ,
l inverno '20/2021 potrebbe essere nel complesso relativamente piu freddo condizionato anche da fasi gelide e nevose ,
su base statistica dati , indici climatici , e relative correlazioni


Top
Profilo Invia messaggio privato
nevofilo80
***SUPER FORUMISTA TOP***


Registrato: 21/12/08 09:30
Messaggi: 35895
Residenza: molara

MessaggioInviato: Sat Nov 07, 2020 4:36 pm    Oggetto: Rispondi citando

robert ha scritto:
leo55 ha scritto:
robert ha scritto:
l' estensione dei ghiacciai Artici e' ai minimi storici ( dal 1979 ) con il secondo minimo assoluto a settembre 2020 , questo non significa una garanzia di un inverno altrettanto caldo come lo scorso inverno '19/2020

minimi storici ci sono stati anche nel settembre 2007 , e sopratutto nel settembre 2012 il primo in assoluto piu basso dal 1979 , ma gli inverni in questo periodo tra il 2008 e 2013 sono stati cmq caratterizzati da fasi decisamente piu fredde/gelide e nevose

Anche in un altro periodo nel oltre ventennio tra il 1926 e 1952 i ghiacciai Artici hanno subito una forte fusione , anche in quel periodo ci sono stati inverni miti ma anche inverni storicamente freddi come in primis i piu freddi e nevosi del 1929 , 1942 , periodo fra il 1926 e 1952 con sensibile ritiro dei ghiacciai Artici durante il quale si sono alternati inverni miti e freddi
Dati NOAA

https://rclutz.files.wordpress.com/2020/10/arctic-sea-ice-since-1900.png

poi periodo climatico mediamente piu fresco tra il 1953 e 1979 durante il quale c'e stato un incremento dei ghiacciai Artici con la massima estensione tra gli anni '60 e '70 , invece , ci sono stati una serie di inverni miti in particolare durante gli anni '70

I minimi dei ghiacciai Artici non precludono periodi invernali gelidi e nevosi anzi dopo il minimo del settembre 2007 ....e minimo del 2012 gli inverni sono stati condizionati anche da mesi invernali freddi e nevosi che talvolta sono preceduti da fasi autunnali molto miti e ' statici ' come nel autunno 2011

CFSv2 " proiezione ' a circa un mese , poco attendibile , ma non del tutto improbabile in contesto bassa attivita Solare , ENSO -- Nina , e QBO +

http://modeles.meteociel.fr/modeles/cfs/run/monthly/runs/2020110512/cfs-1-12-2020.png?12
..Concordo con te,sembra che se i ghiacci sono al minimo,abbiamo più chance di inverni freddi,che non con i ghiacci in estensione.Poi se è solo un caso,oppure è una vera e propria tendenza,nessuno lo può sapere.


Ciao ,
condivido , il clima e' complesso

in Italia ,
lo scorso inverno '19/2020 e' il secondo in assoluto piu caldo ,
1) 2007
2) 2020

inverni molto miti potrebbero precedere inverni mediamente piu freddi o con fasi invernali gelide e nevose

esempio,
dopo il caldo inverno del 1990
inverno piu freddo del 1991

dopo il caldo inverno 1994 , inverno relativamente piu freddo del 1995 in particolare freddo e nevoso gennaio 1995

dopo il caldo inverno 1998
il freddo e nevoso inverno del 1999

dopo il caldo inverno del 2001
inverni relativamente piu freddi del 2002 e 2003

dopo il caldo inverno del 2007 in assoluto il piu caldo dal 1948
serie di inverni piu freddi o relativamente freddi fra il 2008 e 2013 , alcuni con eventi gelidi e nevosi di rilievo storico

dopo il caldo inverno del 2016
l eccezionale ondata gelida e nevosa nel gennaio 2017
e la serie di eventi invernali piu freddi e nevosi del febbraio 2018 e gennaio 2019

dopo un inverno caldo del 2020 ,
l inverno '20/2021 potrebbe essere nel complesso relativamente piu freddo condizionato anche da fasi gelide e nevose ,
su base statistica dati , indici climatici , e relative correlazioni

gli indici climatici sono di uno schifo peggio dello scorso


Top
Profilo Invia messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   

Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum » Previsioni meteo e meteorologia Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9  Successivo
Pagina 6 di 9

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Puoi votare nei sondaggi



Powered by phpBB © 2001- 2004 phpBB Group
Theme created by phpBBStyles.com | Themes Database
phpbb.it