Logo MeteoLive

Il forum di MeteoLive.it
Il più autorevole ed antico forum di Meteorologia italiano, il primo creato in Italia, attivo fin dal 29 novembre 1998

Spaghetti per Roma
Satellite moviola VISIBILE

atten.gif (177 byte)atten.gif (177 byte)  Ti ricordiamo che il forum è moderato e i messaggi contrari al regolamento verranno cancellati.
Non inserire link o pubblicità ad altri siti meteo ITALIANI. Mantieni sempre un comportamento educato e rispettoso e sarai stimato da tutti! SEGNALA ABUSI AL MODERATORE!

Sat moviola Regolamento GFS HR PLUS WRF Inser. img statiche

Segnala il tempo!  

Nowcasting
NORD-OVEST

  Nowcasting
NORD-EST
  Nowcasting
CENTRO-SUD
 
MeteoLive.it :: Leggi argomento - GW: una realtà accertata! Ma quanto sappiamo su effetti e conseguenze?
Log in Registra FAQ Cerca Indice del forum

GW: una realtà accertata! Ma quanto sappiamo su effetti e conseguenze?
Vai a Precedente  1, 2, 3 ... 40, 41, 42, 43, 44, 45  Successivo
 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum » Previsioni meteo e meteorologia
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Tein80



Registrato: 31/05/14 20:53
Messaggi: 1107
Residenza: Padova

MessaggioInviato: Thu Jan 16, 2020 11:28 pm    Oggetto: Rispondi citando

giulys ha scritto:
Estremo Nordest ha scritto:
giulys ha scritto:
Anche 40 anni fa c'erano dei mesi di gennaio più caldi di quello attale, che non brilla certo per le basse temperature (sinora).

Ecco alla stazione meteo dell'aeroporto di Torino Caselle i dati del gennaio 1974 e quasi identico fu anche il gennaio seguente del 1975.

Ecco il link meteociel
https://www.meteociel.fr/climatologie/villes.php?code=16059&mois=1&annee=1974
Buonasera Giusy!!!Certo che anche nel passato ci sono stati inverni miti o Gennaio mite... ma paragonarli al clima attuale non è corretto.


Non mi sembra affatto di aver paragonato i clima attuale a quello di 40 anni fa, ho solo portato un esempio di come anche una volta potevano esserci dei mesi di gennaio miti.
Giusto perché non si creda che una volta gli inverni erano tutti rigidi e crudi, mentre adesso sono tutti miti e mollaccioni.



Andiamo a cercare le medie dell'inverno 1974/75 e 1975/76 e le confrontiamo con quello attuale e vediamo cosa ne viene fuori?
E certo che una volta non erano tutti rigidi e crudi, ma anche senza avere l'evento l'inverno faceva l'inverno, oggi ci sono lunghe fasi che di inverno hanno ben poco, penso ad esempio ai 16 giorni di dicembre con temperatura massima > 10°C di cui 13 consecutivi e ai 6 di gennaio finora. E magari anche allora c'erano 15 giorni caldi, ma magari preceduti e seguiti da 15 giorni freddi. Oggi se va bene di giorni freddi ne abbiamo 15 in tutto l''inverno


Top
Profilo Invia messaggio privato
robert



Registrato: 29/03/11 15:26
Messaggi: 3160
Residenza: napoli

MessaggioInviato: Fri Jan 17, 2020 1:30 pm    Oggetto: Rispondi citando

Tein80 ha scritto:
giulys ha scritto:
Estremo Nordest ha scritto:
giulys ha scritto:
Anche 40 anni fa c'erano dei mesi di gennaio più caldi di quello attale, che non brilla certo per le basse temperature (sinora).

Ecco alla stazione meteo dell'aeroporto di Torino Caselle i dati del gennaio 1974 e quasi identico fu anche il gennaio seguente del 1975.

Ecco il link meteociel
https://www.meteociel.fr/climatologie/villes.php?code=16059&mois=1&annee=1974
Buonasera Giusy!!!Certo che anche nel passato ci sono stati inverni miti o Gennaio mite... ma paragonarli al clima attuale non è corretto.


Non mi sembra affatto di aver paragonato i clima attuale a quello di 40 anni fa, ho solo portato un esempio di come anche una volta potevano esserci dei mesi di gennaio miti.
Giusto perché non si creda che una volta gli inverni erano tutti rigidi e crudi, mentre adesso sono tutti miti e mollaccioni.



Andiamo a cercare le medie dell'inverno 1974/75 e 1975/76 e le confrontiamo con quello attuale e vediamo cosa ne viene fuori?
E certo che una volta non erano tutti rigidi e crudi, ma anche senza avere l'evento l'inverno faceva l'inverno, oggi ci sono lunghe fasi che di inverno hanno ben poco, penso ad esempio ai 16 giorni di dicembre con temperatura massima > 10°C di cui 13 consecutivi e ai 6 di gennaio finora. E magari anche allora c'erano 15 giorni caldi, ma magari preceduti e seguiti da 15 giorni freddi. Oggi se va bene di giorni freddi ne abbiamo 15 in tutto l''inverno


infatti durante gli anni '70 gli inverni sono stati prevalentemente miti o nella norma , a differenza che a quei tempi non era ancora iniziata la serie di eventi El Nino tra i piu intensi della storia come i Super El Nino del 1982/1983 , 1997/1998 , 2015/2016

se negli anni '70 ci fosse stato internet ci sarebbero stati gli stessi commenti di adesso , cioe' ' inverno finito a dicembre , HP a pallone , due palle , gennaio anticiclonico e nebbioso , febbraio primaverile , ' come in effetti e' stato il ' caldo ' febbraio 1977 , in assoluto tra i piu miti dal 1948


Top
Profilo Invia messaggio privato
Telecuscino
*Forumista TOP*


Registrato: 31/07/17 11:51
Messaggi: 10366
Residenza: Corridonia (MC) - 255 m

MessaggioInviato: Fri Jan 17, 2020 2:40 pm    Oggetto: Rispondi citando

robert ha scritto:
Tein80 ha scritto:
giulys ha scritto:
Estremo Nordest ha scritto:
giulys ha scritto:
Anche 40 anni fa c'erano dei mesi di gennaio più caldi di quello attale, che non brilla certo per le basse temperature (sinora).

Ecco alla stazione meteo dell'aeroporto di Torino Caselle i dati del gennaio 1974 e quasi identico fu anche il gennaio seguente del 1975.

Ecco il link meteociel
https://www.meteociel.fr/climatologie/villes.php?code=16059&mois=1&annee=1974
Buonasera Giusy!!!Certo che anche nel passato ci sono stati inverni miti o Gennaio mite... ma paragonarli al clima attuale non è corretto.


Non mi sembra affatto di aver paragonato i clima attuale a quello di 40 anni fa, ho solo portato un esempio di come anche una volta potevano esserci dei mesi di gennaio miti.
Giusto perché non si creda che una volta gli inverni erano tutti rigidi e crudi, mentre adesso sono tutti miti e mollaccioni.



Andiamo a cercare le medie dell'inverno 1974/75 e 1975/76 e le confrontiamo con quello attuale e vediamo cosa ne viene fuori?
E certo che una volta non erano tutti rigidi e crudi, ma anche senza avere l'evento l'inverno faceva l'inverno, oggi ci sono lunghe fasi che di inverno hanno ben poco, penso ad esempio ai 16 giorni di dicembre con temperatura massima > 10°C di cui 13 consecutivi e ai 6 di gennaio finora. E magari anche allora c'erano 15 giorni caldi, ma magari preceduti e seguiti da 15 giorni freddi. Oggi se va bene di giorni freddi ne abbiamo 15 in tutto l''inverno


infatti durante gli anni '70 gli inverni sono stati prevalentemente miti o nella norma , a differenza che a quei tempi non era ancora iniziata la serie di eventi El Nino tra i piu intensi della storia come i Super El Nino del 1982/1983 , 1997/1998 , 2015/2016

se negli anni '70 ci fosse stato internet ci sarebbero stati gli stessi commenti di adesso , cioe' ' inverno finito a dicembre , HP a pallone , due palle , gennaio anticiclonico e nebbioso , febbraio primaverile , ' come in effetti e' stato il ' caldo ' febbraio 1977 , in assoluto tra i piu miti dal 1948

Al netto di altri Autunni/Primavere/Estati..


Top
Profilo Invia messaggio privato
Estremo Nordest



Registrato: 14/02/15 21:05
Messaggi: 2183
Residenza: Gorizia

MessaggioInviato: Fri Jan 17, 2020 3:04 pm    Oggetto: Rispondi citando

robert ha scritto:
Tein80 ha scritto:
giulys ha scritto:
Estremo Nordest ha scritto:
giulys ha scritto:
Anche 40 anni fa c'erano dei mesi di gennaio più caldi di quello attale, che non brilla certo per le basse temperature (sinora).

Ecco alla stazione meteo dell'aeroporto di Torino Caselle i dati del gennaio 1974 e quasi identico fu anche il gennaio seguente del 1975.

Ecco il link meteociel
https://www.meteociel.fr/climatologie/villes.php?code=16059&mois=1&annee=1974
Buonasera Giusy!!!Certo che anche nel passato ci sono stati inverni miti o Gennaio mite... ma paragonarli al clima attuale non è corretto.


Non mi sembra affatto di aver paragonato i clima attuale a quello di 40 anni fa, ho solo portato un esempio di come anche una volta potevano esserci dei mesi di gennaio miti.
Giusto perché non si creda che una volta gli inverni erano tutti rigidi e crudi, mentre adesso sono tutti miti e mollaccioni.



Andiamo a cercare le medie dell'inverno 1974/75 e 1975/76 e le confrontiamo con quello attuale e vediamo cosa ne viene fuori?
E certo che una volta non erano tutti rigidi e crudi, ma anche senza avere l'evento l'inverno faceva l'inverno, oggi ci sono lunghe fasi che di inverno hanno ben poco, penso ad esempio ai 16 giorni di dicembre con temperatura massima > 10°C di cui 13 consecutivi e ai 6 di gennaio finora. E magari anche allora c'erano 15 giorni caldi, ma magari preceduti e seguiti da 15 giorni freddi. Oggi se va bene di giorni freddi ne abbiamo 15 in tutto l''inverno


infatti durante gli anni '70 gli inverni sono stati prevalentemente miti o nella norma , a differenza che a quei tempi non era ancora iniziata la serie di eventi El Nino tra i piu intensi della storia come i Super El Nino del 1982/1983 , 1997/1998 , 2015/2016

se negli anni '70 ci fosse stato internet ci sarebbero stati gli stessi commenti di adesso , cioe' ' inverno finito a dicembre , HP a pallone , due palle , gennaio anticiclonico e nebbioso , febbraio primaverile , ' come in effetti e' stato il ' caldo ' febbraio 1977 , in assoluto tra i piu miti dal 1948
Buongiorno!!Non paragonabili agli inverni attuali,la svolta se si può chiamare così sta nel 1988,da questo anno gli inverni sono risultati più scialbi,per fortuna con qualche eccezione.Come puoi sapere negli anni che ai citato venivano "compensati" con estati molto più vivibili.


Top
Profilo Invia messaggio privato
Estremo Nordest



Registrato: 14/02/15 21:05
Messaggi: 2183
Residenza: Gorizia

MessaggioInviato: Fri Jan 17, 2020 3:07 pm    Oggetto: Rispondi citando

Ciao Robert!!Come reputi l'inverno 1999/2000???


Top
Profilo Invia messaggio privato
robert



Registrato: 29/03/11 15:26
Messaggi: 3160
Residenza: napoli

MessaggioInviato: Fri Jan 17, 2020 3:34 pm    Oggetto: Rispondi citando

Estremo Nordest ha scritto:
Ciao Robert!!Come reputi l'inverno 1999/2000???


ciao ,

un inverno '99/2000 a livello Nazionale in media '71/2000 , ma e' stato certamente molto piu dinamico rispetto ad altri inverni statici , in particolare dicembre 1999 con eventi anche molto ventosi e nevosi .


Top
Profilo Invia messaggio privato
Estremo Nordest



Registrato: 14/02/15 21:05
Messaggi: 2183
Residenza: Gorizia

MessaggioInviato: Fri Jan 17, 2020 3:55 pm    Oggetto: Rispondi citando

robert ha scritto:
Estremo Nordest ha scritto:
Ciao Robert!!Come reputi l'inverno 1999/2000???


ciao ,

un inverno '99/2000 a livello Nazionale in media '71/2000 , ma e' stato certamente molto piu dinamico rispetto ad altri inverni statici , in particolare dicembre 1999 con eventi anche molto ventosi e nevosi .
Aggiungo Fine gennaio 2000 con neve (8cm)non tanta ma temperatura mattutine -8°/10° in zona collinare neve più cospicua! Wink Quelli sono inverni Scusa ot. Wink


Top
Profilo Invia messaggio privato
occhiobarico



Registrato: 15/01/07 16:29
Messaggi: 2618
Residenza: ciampino

MessaggioInviato: Mon Jan 20, 2020 10:38 pm    Oggetto: Rispondi citando

https://www.ilsole24ore.com/art/il-climate-change-causera-prossima-crisi-finanziaria-e-potrebbe-essere-devastante-ACNxE6CB


Top
Profilo Invia messaggio privato
occhiobarico



Registrato: 15/01/07 16:29
Messaggi: 2618
Residenza: ciampino

MessaggioInviato: Wed Jan 22, 2020 8:06 am    Oggetto: Rispondi citando

Istat, produzione agricola in calo per condizioni meteo sfavorevoli:
https://www.adnkronos.com/soldi/economia/2020/01/21/istat-nel-calo-della-produzione-agricola_Kc6oZhfQFQ067ptTctoPVK.html


Top
Profilo Invia messaggio privato
freddopungente
*Forumista TOP*


Registrato: 28/07/15 11:26
Messaggi: 9555
Residenza: roma

MessaggioInviato: Wed Jan 22, 2020 2:35 pm    Oggetto: Rispondi citando

Il discorso di Greta a Davos. Non sono capace di mettere i sottotitoli in italiano ma credo si capisca bene lo stesso. Ora, al di là di tutte le cose sacrosante che dice, che traggono spunto e riferimento da quello che scrive la Scienza del Clima (ad esempio i report IPCC, che lei conosce molto bene perché li ha studiati), al di là della chiarezza con cui questa ragazza sa esprimersi, vi prego di osservare il modo con cui si esprime questo genio della Comunicazione, anche.

È netta, precisa, tagliente, sa usare le pause, sa alzare e abbassare i toni nei momenti giusti. Non è possibile NON stare attenti. Lo notate? Sa guardarsi attorno. Legge un po', poi guarda il pubblico. Lei arriva dove tanti non sono in grado di arrivare. Perché è giovane e brava. E sa come si comunica. E questo è un valore aggiunto formidabile.

Però queste sue qualità non sono accettate, da molti denigratori. Molti dei quali la pensano forse esattamente come lei, ma lo stesso la denigrano perché, in definitiva, invidiano le sue qualità. Non per altro. Lei riesce e loro no. Accidenti.

E allora ecco tutto il senso di quel: "torna a casa, ragazzina. Lascia fare a noi, che siamo...grandi".
Invece di dirle brava, grazie che sei TU capace di far passare i concetti che noi non siamo capaci di far passare, no invece la criticano.
È proprio vero, l'invidia è una brutta cosa...

Devo essere sincero del tutto: questi qui a me fanno veramente ribrezzo, più di quelli che la criticano nel merito delle cose che dice. Questi non mi fanno ribrezzo. Non mi fanno incazzare più di tanto.
Con questi mi ci confronto, ci litigo, ma le discussioni, feroci, attengono alla sostanza, non al latore di quella sostanza.

Poi ci sono anche quelli che, pur non sapendo NULLA, ma dico NULLA, di cosa sia il Clima, lo stesso dicono che Greta è manovrata perché , dicono, a 16 anni non ci si può esprimere così.
Cosi come, chiedo io? Cosi bene? Con questa proprietà di linguaggio? Rispondendo con cifre e dati di cui si ha, ed è evidente, padronanza?
Ma perché secondo questi forse a 16/17 anni un giovane non può essere in grado di sapere queste cose? Ma costoro hanno mai avuto modo di entrare in una Scuola, hanno mai avuto modo di parlare con dei ragazzi di quell'età? Io si. Io ho avuto questa fortuna.

E quando mi chiama una Scuola ci vado di corsa, e più che per dire le mie cose, ci vado per ascoltarli, questi ragazzi. E molto spesso trovo dei ragazzi "tosti", che mi fanno domande complesse, che si esprimono con grandissima padronanza di linguaggio. Poi si, certo, chattano coi loro telefonini, si fanno i selfie, usano i social, usano le moderne tecnologie per divertirsi. Dove sta il problema?
Perché poi noi adulti non li usiamo, male per altro, le tecnologie?

Ed ecco allora, molti di noi, adulti, a giudicare, sempre a giudicare, dall'alto delle nostre certezze, che sono talmente elevate che hanno impedito, almeno sino ad oggi, alla società degli adulti di comprendere una cosa banale:"non si può spremere all'infinito un sistema che ha risorse finite". Siamo talmente bravi e competenti che questa quasi banalità non l'abbiamo capita. Perché se per caso, invece, crediamo che la Terra pissa avere infinite risorse, beh allora è meglio che torniamo a studiare....

Questo lo scriveva il MIT negli anni 70, nei "limiti dello sviluppo". Ad esempio. E questo dice Greta Thunberg, adesso.

E poi: Non possiamo continuare a buttare in atmosfera tonnellate di gas serra. Perché questo processo fa crescere troppo, e troppo velocemente, la temperatura. Non è sostenibile questo rate di crescita della CO2 e della temperatura, come conseguenza. Punto.

E se non arrestiamo le emissioni da subito, i nostri figli e nipoti non potranno avere una vita, punto. Questo lo scrivono gli Scienziati. E questo dice Greta, dando voce a quello che loro dicono.

Greta è quindi il mio portavoce, perché io sono MENO bravo di lei a dire queste cose. Punto. Perché lei è PIÙ credibile di me, agli occhi dei giovani come lei, e diversamente da me. Punto.

Perché lei NON l'ha creato sto casino, ma questo casino l'ha creato la nostra generazione. Punto.

La mia e quella di mio padre e di mio nonnetto. E del mio bisnonno, meno...

Grazie quindi, Greta, di esserci, io sono con te. E ti chiedo scusa. E, se puoi, ti chiedo di perdonarmi. Cercherò di fare del mio meglio per darti una mano.

Perché voglio fare un patto, con te. Non voglio essere più, tuo nemico. Voglio stare nella giostra con te, o magari fuori, a darti la mia mano. Per accompagnarti nella vita.

-Carlo Cacciamani-


Top
Profilo Invia messaggio privato
freddopungente
*Forumista TOP*


Registrato: 28/07/15 11:26
Messaggi: 9555
Residenza: roma

MessaggioInviato: Wed Jan 22, 2020 2:35 pm    Oggetto: Rispondi citando

Il discorso di Greta a Davos. Non sono capace di mettere i sottotitoli in italiano ma credo si capisca bene lo stesso. Ora, al di là di tutte le cose sacrosante che dice, che traggono spunto e riferimento da quello che scrive la Scienza del Clima (ad esempio i report IPCC, che lei conosce molto bene perché li ha studiati), al di là della chiarezza con cui questa ragazza sa esprimersi, vi prego di osservare il modo con cui si esprime questo genio della Comunicazione, anche.

È netta, precisa, tagliente, sa usare le pause, sa alzare e abbassare i toni nei momenti giusti. Non è possibile NON stare attenti. Lo notate? Sa guardarsi attorno. Legge un po', poi guarda il pubblico. Lei arriva dove tanti non sono in grado di arrivare. Perché è giovane e brava. E sa come si comunica. E questo è un valore aggiunto formidabile.

Però queste sue qualità non sono accettate, da molti denigratori. Molti dei quali la pensano forse esattamente come lei, ma lo stesso la denigrano perché, in definitiva, invidiano le sue qualità. Non per altro. Lei riesce e loro no. Accidenti.

E allora ecco tutto il senso di quel: "torna a casa, ragazzina. Lascia fare a noi, che siamo...grandi".
Invece di dirle brava, grazie che sei TU capace di far passare i concetti che noi non siamo capaci di far passare, no invece la criticano.
È proprio vero, l'invidia è una brutta cosa...

Devo essere sincero del tutto: questi qui a me fanno veramente ribrezzo, più di quelli che la criticano nel merito delle cose che dice. Questi non mi fanno ribrezzo. Non mi fanno incazzare più di tanto.
Con questi mi ci confronto, ci litigo, ma le discussioni, feroci, attengono alla sostanza, non al latore di quella sostanza.

Poi ci sono anche quelli che, pur non sapendo NULLA, ma dico NULLA, di cosa sia il Clima, lo stesso dicono che Greta è manovrata perché , dicono, a 16 anni non ci si può esprimere così.
Cosi come, chiedo io? Cosi bene? Con questa proprietà di linguaggio? Rispondendo con cifre e dati di cui si ha, ed è evidente, padronanza?
Ma perché secondo questi forse a 16/17 anni un giovane non può essere in grado di sapere queste cose? Ma costoro hanno mai avuto modo di entrare in una Scuola, hanno mai avuto modo di parlare con dei ragazzi di quell'età? Io si. Io ho avuto questa fortuna.

E quando mi chiama una Scuola ci vado di corsa, e più che per dire le mie cose, ci vado per ascoltarli, questi ragazzi. E molto spesso trovo dei ragazzi "tosti", che mi fanno domande complesse, che si esprimono con grandissima padronanza di linguaggio. Poi si, certo, chattano coi loro telefonini, si fanno i selfie, usano i social, usano le moderne tecnologie per divertirsi. Dove sta il problema?
Perché poi noi adulti non li usiamo, male per altro, le tecnologie?

Ed ecco allora, molti di noi, adulti, a giudicare, sempre a giudicare, dall'alto delle nostre certezze, che sono talmente elevate che hanno impedito, almeno sino ad oggi, alla società degli adulti di comprendere una cosa banale:"non si può spremere all'infinito un sistema che ha risorse finite". Siamo talmente bravi e competenti che questa quasi banalità non l'abbiamo capita. Perché se per caso, invece, crediamo che la Terra pissa avere infinite risorse, beh allora è meglio che torniamo a studiare....

Questo lo scriveva il MIT negli anni 70, nei "limiti dello sviluppo". Ad esempio. E questo dice Greta Thunberg, adesso.

E poi: Non possiamo continuare a buttare in atmosfera tonnellate di gas serra. Perché questo processo fa crescere troppo, e troppo velocemente, la temperatura. Non è sostenibile questo rate di crescita della CO2 e della temperatura, come conseguenza. Punto.

E se non arrestiamo le emissioni da subito, i nostri figli e nipoti non potranno avere una vita, punto. Questo lo scrivono gli Scienziati. E questo dice Greta, dando voce a quello che loro dicono.

Greta è quindi il mio portavoce, perché io sono MENO bravo di lei a dire queste cose. Punto. Perché lei è PIÙ credibile di me, agli occhi dei giovani come lei, e diversamente da me. Punto.

Perché lei NON l'ha creato sto casino, ma questo casino l'ha creato la nostra generazione. Punto.

La mia e quella di mio padre e di mio nonnetto. E del mio bisnonno, meno...

Grazie quindi, Greta, di esserci, io sono con te. E ti chiedo scusa. E, se puoi, ti chiedo di perdonarmi. Cercherò di fare del mio meglio per darti una mano.

Perché voglio fare un patto, con te. Non voglio essere più, tuo nemico. Voglio stare nella giostra con te, o magari fuori, a darti la mia mano. Per accompagnarti nella vita.

-Carlo Cacciamani-


Top
Profilo Invia messaggio privato
iniestas
*Forumista TOP*


Registrato: 06/08/12 14:38
Messaggi: 17912
Residenza: roma

MessaggioInviato: Wed Jan 22, 2020 3:05 pm    Oggetto: Rispondi citando

l'articolo che hai postato a fronte di due cose giuste, l'aumento di emissioni e il fatto che la il Pianeta è un elemento finito..
Finito ma che nasce da un processo che mi pare sia ancora oggetto di studio nel senso che per quante risposte possa dare la scienza l'origine dell'universo è ancora dibattuto e non tutto è stato decifrato ( e verrà mai decifrato?)

è intriso di retorica e di perbenismo

non mi interessa demolire Greta, ma questo sbrodo di lodi mostra subito il fianco quando entra nel discorso generazionale in modo così rozzo, superficiale e privo di contenuti, aizzando la retorica delle generazioni cattive e sfruttatrici delle risorse rispetto alle nuove immacolate, dimostrando una grandissima ignoranza dei concetti base su cui si è costruita la storia dello sviluppo umano, omettendo le più grandi conquiste tecnologiche, scientifiche, ma anche di pace sociale e relazioni sono state fatte proprio da quelle vecchie generazioni

parlare a vanvera con lo stomaco pieno del benessere creato dai padri e dai nonni, un bell'esempio di rispetto e educazione, ma molto più banalmente il solito refrain piccolo borghese, conformista, intriso di luoghi comuni che cavalca il trend del momento, quello ambientale, senza costruire sopra una disamina reale, dei dubbi, delle incertezze che invece attanagliano gli spriti critici e liberi, che mettono un punto fermo ai risultati ottenuti (dimostrazione dell'aumento di T per effetto co", incidenza dell'uomo da verificare in entità) ma continuano ad essere aperti all'ascolto per tutto il resto (effetti, possibili soluzioni, ricadute economiche, pro e contro anche per per il futuro di vita dei propri figli), cercando di evitare come schegge i fanatismi, i fantasmi sollevati, i toni da millenarismo spicciolo e autoreferenziale usati dai tanti in fila al gregge che tira....


Top
Profilo Invia messaggio privato
Tein80



Registrato: 31/05/14 20:53
Messaggi: 1107
Residenza: Padova

MessaggioInviato: Wed Jan 22, 2020 11:44 pm    Oggetto: Rispondi citando

robert ha scritto:
Tein80 ha scritto:
giulys ha scritto:
Estremo Nordest ha scritto:
giulys ha scritto:
Anche 40 anni fa c'erano dei mesi di gennaio più caldi di quello attale, che non brilla certo per le basse temperature (sinora).

Ecco alla stazione meteo dell'aeroporto di Torino Caselle i dati del gennaio 1974 e quasi identico fu anche il gennaio seguente del 1975.

Ecco il link meteociel
https://www.meteociel.fr/climatologie/villes.php?code=16059&mois=1&annee=1974
Buonasera Giusy!!!Certo che anche nel passato ci sono stati inverni miti o Gennaio mite... ma paragonarli al clima attuale non è corretto.


Non mi sembra affatto di aver paragonato i clima attuale a quello di 40 anni fa, ho solo portato un esempio di come anche una volta potevano esserci dei mesi di gennaio miti.
Giusto perché non si creda che una volta gli inverni erano tutti rigidi e crudi, mentre adesso sono tutti miti e mollaccioni.



Andiamo a cercare le medie dell'inverno 1974/75 e 1975/76 e le confrontiamo con quello attuale e vediamo cosa ne viene fuori?
E certo che una volta non erano tutti rigidi e crudi, ma anche senza avere l'evento l'inverno faceva l'inverno, oggi ci sono lunghe fasi che di inverno hanno ben poco, penso ad esempio ai 16 giorni di dicembre con temperatura massima > 10°C di cui 13 consecutivi e ai 6 di gennaio finora. E magari anche allora c'erano 15 giorni caldi, ma magari preceduti e seguiti da 15 giorni freddi. Oggi se va bene di giorni freddi ne abbiamo 15 in tutto l''inverno


infatti durante gli anni '70 gli inverni sono stati prevalentemente miti o nella norma , a differenza che a quei tempi non era ancora iniziata la serie di eventi El Nino tra i piu intensi della storia come i Super El Nino del 1982/1983 , 1997/1998 , 2015/2016

se negli anni '70 ci fosse stato internet ci sarebbero stati gli stessi commenti di adesso , cioe' ' inverno finito a dicembre , HP a pallone , due palle , gennaio anticiclonico e nebbioso , febbraio primaverile , ' come in effetti e' stato il ' caldo ' febbraio 1977 , in assoluto tra i piu miti dal 1948


Miti o nella norma che vuol dire? Riferimento a che norma? Parliamo di numeri robert, non di sensazioni. Tirate fuori le medie dei due inverni indicati e poi confrontiamole con quelle in corso e vediamo di che differenze stiamo parlando, se no si parla davvero del nulla!


Top
Profilo Invia messaggio privato
Bill Carson



Registrato: 16/08/17 11:29
Messaggi: 201
Residenza: Milano

MessaggioInviato: Thu Jan 23, 2020 2:30 pm    Oggetto: Rispondi citando

Tein80 ha scritto:
robert ha scritto:
Tein80 ha scritto:
giulys ha scritto:
Estremo Nordest ha scritto:
giulys ha scritto:
Anche 40 anni fa c'erano dei mesi di gennaio più caldi di quello attale, che non brilla certo per le basse temperature (sinora).

Ecco alla stazione meteo dell'aeroporto di Torino Caselle i dati del gennaio 1974 e quasi identico fu anche il gennaio seguente del 1975.

Ecco il link meteociel
https://www.meteociel.fr/climatologie/villes.php?code=16059&mois=1&annee=1974
Buonasera Giusy!!!Certo che anche nel passato ci sono stati inverni miti o Gennaio mite... ma paragonarli al clima attuale non è corretto.


Non mi sembra affatto di aver paragonato i clima attuale a quello di 40 anni fa, ho solo portato un esempio di come anche una volta potevano esserci dei mesi di gennaio miti.
Giusto perché non si creda che una volta gli inverni erano tutti rigidi e crudi, mentre adesso sono tutti miti e mollaccioni.



Andiamo a cercare le medie dell'inverno 1974/75 e 1975/76 e le confrontiamo con quello attuale e vediamo cosa ne viene fuori?
E certo che una volta non erano tutti rigidi e crudi, ma anche senza avere l'evento l'inverno faceva l'inverno, oggi ci sono lunghe fasi che di inverno hanno ben poco, penso ad esempio ai 16 giorni di dicembre con temperatura massima > 10°C di cui 13 consecutivi e ai 6 di gennaio finora. E magari anche allora c'erano 15 giorni caldi, ma magari preceduti e seguiti da 15 giorni freddi. Oggi se va bene di giorni freddi ne abbiamo 15 in tutto l''inverno


infatti durante gli anni '70 gli inverni sono stati prevalentemente miti o nella norma , a differenza che a quei tempi non era ancora iniziata la serie di eventi El Nino tra i piu intensi della storia come i Super El Nino del 1982/1983 , 1997/1998 , 2015/2016

se negli anni '70 ci fosse stato internet ci sarebbero stati gli stessi commenti di adesso , cioe' ' inverno finito a dicembre , HP a pallone , due palle , gennaio anticiclonico e nebbioso , febbraio primaverile , ' come in effetti e' stato il ' caldo ' febbraio 1977 , in assoluto tra i piu miti dal 1948


Miti o nella norma che vuol dire? Riferimento a che norma? Parliamo di numeri robert, non di sensazioni. Tirate fuori le medie dei due inverni indicati e poi confrontiamole con quelle in corso e vediamo di che differenze stiamo parlando, se no si parla davvero del nulla!


Tein, effettivamente il gennaio 1974 (dati di Milano) è stato mite (medie 2,0°/7,5°), così come il 1975 (0,9°/7,5°). Sono valori superiori alla maggior parte dei mesi di gennaio degli ultimi 20 anni. La media 1961-1990 è -1,9°/4,6. Febbraio 1975 sopra media (0,0°/10,2°), febbraio 1974 grosso sopra media (3,8°/10,6°), più caldo anche del caldissimo febbraio 2007.
Dicembre 1974 sopra media ma non eccezionale, e più o meno pari ai dicembre di adesso (-0,4°/7,6°); dicembre 1973 l'unico mese normale (-1,3°/6,0°).

Ecco i dati.

Ci sono due differenze grosse tra adesso e gli anni '70:
1) primavere ed estati molto più fresche;
2) riuscivano ad esserci anche periodi sotto media prolungati in ogni stagione.


Top
Profilo Invia messaggio privato
Tein80



Registrato: 31/05/14 20:53
Messaggi: 1107
Residenza: Padova

MessaggioInviato: Thu Jan 23, 2020 3:08 pm    Oggetto: Rispondi citando

Bill Carson ha scritto:


Tein, effettivamente il gennaio 1974 (dati di Milano) è stato mite (medie 2,0°/7,5°), così come il 1975 (0,9°/7,5°). Sono valori superiori alla maggior parte dei mesi di gennaio degli ultimi 20 anni. La media 1961-1990 è -1,9°/4,6. Febbraio 1975 sopra media (0,0°/10,2°), febbraio 1974 grosso sopra media (3,8°/10,6°), più caldo anche del caldissimo febbraio 2007.
Dicembre 1974 sopra media ma non eccezionale, e più o meno pari ai dicembre di adesso (-0,4°/7,6°); dicembre 1973 l'unico mese normale (-1,3°/6,0°).

Ecco i dati.

Ci sono due differenze grosse tra adesso e gli anni '70:
1) primavere ed estati molto più fresche;
2) riuscivano ad esserci anche periodi sotto media prolungati in ogni stagione.


Bill io parlavo di stagione, non del singolo mese, è indubbio che in passato ci siano stati mesi caldi, ma facciamo il confronto tra stagioni ritenute miti una volta e quelle attuali, se vogliamo anche con l'inverno in corso, bisognerà attendere un altro mese abbondante.
Tra l'altro bisogna anche vedere le stazioni di riferimento, tu hai usato Milano Linate per la media 1961/1990, Milano Brera ha medie ovviamente ben più alte per gennaio (+0,8°C/+5,4°C), il +2°C / +7,5°C a che stazione fa riferimento? Se sono i dati che hai preso dal noto sito sono tutti da verificare, in quanto mettendo qualsiasi stazione di Milano restituisce sempre la stessa media per gennaio 1974.

E comunque quello che contesto è proprio il voler dire che anche 45 anni fa c'è stato un gennaio caldo, quasi come per giustificarlo, senza ovviamente tenere presente (come ha i ben detto tu) che qui si viene da 7 mesi di sopramedia continuo, mentre 45 anni fa??


Top
Profilo Invia messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   

Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum » Previsioni meteo e meteorologia Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a Precedente  1, 2, 3 ... 40, 41, 42, 43, 44, 45  Successivo
Pagina 41 di 45

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Puoi votare nei sondaggi



Powered by phpBB © 2001- 2004 phpBB Group
Theme created by phpBBStyles.com | Themes Database
phpbb.it