Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Week-end dell’Immacolata, assaggio d’inverno

Sabato la giornata migliore ovunque. Domenica peggioramento su medio Adriatico e Nord-Est. Lunedi giorno peggiore per Meridione e Isole maggiori. Al riparo il versante tirrenico e il Nord-Ovest. Fenomeni localmente intensi su Appennino Abruzzese, Sannita, Lucano, Calabrese e Siculo.

Week-end - 5 Dicembre 2003, ore 13.29

ARRIVA L’INVERNO? Sarà il primo vero assaggio d’inverno, quello che attende il nostro Paese nei prossimi giorni. Proprio il giorno dell’Immacolata, lunedi 8 dicembre, per molte regioni potrebbe infatti essere il giorno più freddo e in alcuni casi più instabile di tutto il week-end. Sicuramente sarà la prima giornata invernale della nuova stagione, con i fiocchi che un po’ qua e un po’ là potrebbero far la loro comparsa sia a Nord che al Sud. Si tratterà comunque di un episodio circoscritto, anche se difficilmente il gran freddo in arrivo potrà essere scalzato via, complice anche la scarsa durata della fase diurna nel mese di dicembre. LE ZONE PIU’ ESPOSTE A FREDDO E NEVE E se il freddo sarà un po’ l’elemento caratterizzante per tutti, anche se in maniera diversa da regione a regione, ciò non si potrà dire delle precipitazioni nevose, che vedranno il settore adriatico ed il Meridione decisamente più esposti. Su Medio e Alto Tirreno e su gran parte del Nord-Ovest, infatti, ci sarà una netta predominanza di cieli soleggiati o tuttalpiù nuvolosi, ma con una bassa probabilità di precipitazioni. Mediamente esposti saranno anche il settore alpino centro-orientale, i versanti padani dell’Appennino Settentrionale, il Friuli e la Venezia Giulia. LE MOSSE DEL GENERALE Una colata di aria fredda proveniente dalle zone artiche, associata ad una saccatura continentale, scivolerà lungo il bordo orientale di un robusto anticiclone articolato inizialmente sulla Scozia ed in lenta trasmigrazione verso sud-est, in direzione della Germania. SABATO il primo alito freddo si farà sentire sul settore nord-orientale e sul medio e alto Adriatico già dal pomeriggio, quando si assisterà ad un deciso calo delle temperature. DOMENICA il raffreddamento interesserà gradualmente tutto il resto dello Stivale. Su Marche, Abruzzo, Molise e Puglia settentrionale saranno inoltre possibili rovesci di neve, inizialmente a quote collinari ma progressivamente a quote sempre più basse, fino a toccare il litorale già dal primo pomeriggio. LUNEDI la giornata peggiore per il Meridione, con instabilità diffusa, rovesci e temporali e quota neve progressivamente in calo, fino a quote collinari. Migliora al Nord e su Alto e Medio Tirreno. ZOOM-ALPI Le Api risentiranno parzialmente di questa ondata di aria fredda. Più esposto al freddo sarà il settore orientale, dove al mattino di lunedi potranno raggiungersi valori di tutto rispetto su Cadore, Tarvisiano ed Alto Adige. Il freddo si farà sentire in maniera minore sul settore occidentale, con Alpi Marittime, Cozie e Graie. SABATO sarà una giornata complessivamente buona, ideale per godersi un po’ di sole in montagna, prima dell’arrivo dell’aria fredda. Da segnalare il rinforzo del vento dal tardo pomeriggio sul Friuli-Venezia Giulia. DOMENICA la giornata peggiore: sui crinali di confine con Austria e Svizzera saranno possibili addensamenti nuvolosi che potrebbero dar luogo a sporadiche nevicate. Altrove, cielo maggiormente soleggiato in montagna ma con annuvolamenti compatti a ridosso dei rilievi e sulle Prealpi, dove si potranno avere deboli e brevi nevicate. Vento moderato con rinforzi in montagna, raffiche forti nella zona del Carso. Gran freddo su Centro ed Est Alpi. Attività all’aperto sconsigliate. LUNEDI spazio al miglioramento, ma continuerà a far freddo. ZOOM-APPENNINO La catena appenninica, dopo le prime spolverate della settimana scorsa, è attesa da nuove nevicate che localmente potrebbero riservare accumuli interessanti. Potrebbe insomma essere l’occasione giusto per il definitivo lancio verso la nuova stagione sciistica. Ma non per tutti. Le precipitazioni saranno infatti più probabili e più abbondanti laddove più esposti risulteranno essere valli e versanti, e comunque il Meridione, assieme al versante adriatico, sarà il settore più avvantaggiato per nevicate più copiose. Ad ogni modo, in Appennino il tempo sarà freddo, ventoso e spesso caratterizzato da rovesci e temporali di neve, alternati a fasi asciutte. Possibili anche sprazzi di sole. SABATO notte le prime avvisaglie su Romagna, Marche ed Abruzzo, con crollo delle temperature, annuvolamenti e primi timidi fiocchi in montagna. DOMENICA cielo nuvoloso sui versanti padani di Appennino Ligure e Tosco-Emiliano, con possibilità di eventuali deboli nevicate. Fenomeni più intensi su Marche, Abruzzo, Molise e Puglia, con quota neve dapprima sui 700 metri, ma poi in repentino abbassamento. I maggiori accumuli sono previsti su Gran Sasso, Maiella, Morrone, zona Parco Nazionale d’Abruzzo, Mainarde, Matese e Monti Frentani. Nevicate sono attese anche sul Sub-Appennino Dauno e sul Gargano. Più al riparo tutto il versante appenninico occidentale del Centro, dove il cielo si presenterà irregolarmente nuvoloso, con deboli nevicate comunque possibili. Dal pomeriggio coinvolti anche Murge, Cilento e Appennino Lucano, con neve da 700 metri (in abbassamento). In serata, infine, instabilità diffusa anche sulla Calabria, con frequenti rovesci e temporali di neve possibili in montagna. LUNEDI miglioramento deciso su Romagna e Marche, ancora qualche incertezza su Abruzzo e Molise, con rovesci di neve ancora possibili sin sul litorale. Parzialmente nuvoloso sui versanti occidentali del Medio e Alto Tirreno. Al Meridione ancora instabilità diffusa, con rovesci di neve fino a quote prossime ai 500 metri. Coinvolta anche la Sicilia. Fenomeni più intensi su Appennino Lucano, Pollino, Sila, Aspromonte, Peloritani, Nebrodi, Madonie, Etna e Monti Iblei. ZOOM-SARDEGNA Sulla Sardegna assisteremo ad un tempo decisamente stabile e temperato nella giornata di sabato. Il peggioramento interverrà a partire dal tardo pomeriggio di domenica e si concretizzerà nella giornata di lunedi, quando ad una brusca diminuzione delle temperature si potranno associare precipitazioni nevose fino a quote collinari su Gallura, Goceano e Ogliastra, con possibilità di accumuli importanti sul Gennargentu.

Autore : Emanuele Latini

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum