Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Primo week-end di gennaio: quali prospettive?

Uno sguardo al primo weekend di gennaio; l'esordio del secondo mese di inverno meteorologico sarà caratterizzato da un generale reset della circolazione atmosferica a livello europeo e mediterraneo, ecco quali saranno le conseguenze sul nostro stivale.

Week-end - 30 Dicembre 2014, ore 12.45

Aria fresca/fredda di origine nord-est europea, affluisce in queste ore sullo stivale italiano, garantendo valori termici improntati al freddo generalizzato. Tuttavia, quella che vi abbiamo appena descritto sarà una situazione destinata a durare lo spazio di pochi giorni; il freddo di questo fine dicembre verrà infatti precocemente "divorato" da un netto rinforzo delle vorticità zonali alle elevate latitudini settentrionali dell'Europa e dell'oceano Atlantico. In conseguenza di questo, ci attendiamo un generale rinforzo del campo anticiclonico attualmente presente sui settori europei occidentali, interessando in modo diretto la penisola Iberica e la Francia.

Il primo fine settimana di gennaio esordirà quindi sotto la protezione dell'anticiclone che da questi settori tenderà ad invadere l'area centrale dell'Europa e del Mediterraneo. Una corposa depressione andrà collocando il proprio perno al di sopra della penisola Scandinava, determinando un netto rinforzo della ventilazione occidentale sin verso la Russia settentrionale, smorzando il flusso d'aria fredda diretta al nostro Paese che andrà attenuandosi già dalla nottata di San Silvestro.

Sabato 3 e domenica 4 gennaio saranno caratterizzate da un aumento della temperatura anche sensibile rispetto ai valori registrati i giorni precedenti
. La colonnina di mercurio subirà un deciso aumento della temperatura che si farà sentire con particolare vigore lungo i settori occidentali della penisola, riferendoci quindi all'area tirrenica centro-settentrionale, l'angolo nord-occidentale e la Sardegna. Su questi ultimi settori il tempo risulterà particolarmente buono, con valori termici miti sia sulle coste che in montagna. Possibile episodio di Favonio tiepido e mite sulla Valpadana, con conseguente rottura delle inversioni termiche al suolo, associate a sensibile aumento delle temperature.

Residui flussi d'aria fresca nord-orientale resisterebbero soltanto all'estremo sud, associati ancora a qualche blando fenomeno di instabilità.


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum