Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

L’Epifania tutto il freddo si porta via

Nel corso del week-end l’aria fredda sarà completamente sostituita dalle miti correnti atlantiche, con un picco di “caldo” al sud proprio il giorno della Befana. Ma il tempo non guarirà completamente e permarranno piogge e vento.

Week-end - 3 Gennaio 2008, ore 11.57

Prossimo fine settimana all’insegna di un clima insolito per Gennaio; mite e umido, quasi ovunque ventoso e su molte zone seguiterà a cadere la pioggia. Si, pioggia, perché la neve sarà relegata ai rilievi e ad alcune ristrette zone del nord-ovest. Probabilmente sul sud-ovest del Piemonte, Verbano e Canton Ticino potrà ancora nevicare al piano nella notte tra venerdì e sabato. Solo da 400-600m in su nel resto del nord, specie al nord-est nella giornata di sabato; mentre da ovest si farà strada un parziale miglioramento. Non mancheranno foschie dense e locali nebbie dalla sera. Al centro, in particolare su Sardegna e regioni tirreniche, la faranno da padrone nubi, a tratti intense, con piogge e rovesci. Non si escludono locali temporali tra bassa Toscana, Lazio e sud della Sardegna. Sulle regioni adriatiche invece, i fenomeni saranno più sporadici e meno intensi, alternati a qualche schiarita, soprattutto sul medio Adriatico. La neve sarà appannaggio dei rilievi appenninici, ma solo oltre i 1200-1400m. Venti mediamente forti e mari molto mossi, a tratti agitati. Al sud scirocco teso, con punte di 80 km/h, che renderà il mare improponibile, specie lo Ionio e il basso Adriatico, mentre le temperature schizzeranno verso l’alto, con valori superiori ai 20°C sulla Sicilia. Nubi e piogge, localmente intense dal pomeriggio, abborderanno tutte le regioni ioniche, in particolare est Sicilia, Calabria e Golfo di Taranto. Piogge anche su Campania e Lucania; mentre i fenomeni saranno inizialmente più isolati su nord Puglia e Molise. Il giorno della Befana vede un nuovo impulso perturbato adagiarsi sull’Arco Alpino centro-occidentale, dove apporterà nevicate moderate lungo i crinali, localmente abbondanti sul versante Franco-Svizzero. La sua direttrice più settentrionale consentirà il tipico salto piemontese e del Ponente Ligure, dispensando piogge solo sul Levante e su parte e sul Triveneto. Neve solo oltre gli 800-1000m in Liguria e 500-700m al nord-est. A seguire un rapido miglioramento e un moderato calo termico notturno. Regioni centrali alle prese con libeccio moderato e a tratti forte sul Tirreno; piogge consistenti sulla Toscana. Molte nubi, ma precipitazioni meno convinte sulle rimanenti regioni tirreniche e sulla Sardegna. Un po’ di garbino in Adriatico dove la perturbazione sarà decisamente meno attiva. Neve solo oltre i 1400-1500mm. Mari generalmente molto mossi, soprattutto quelli intorno alla Sardegna. Al sud la perturbazione arriverà solo dal pomeriggio, ma in punta di piedi, garantendo un po’ di pioggia intermittente solo alle regioni del basso Tirreno e a quelle appenniniche. Fenomeni più sporadici su Puglia e regioni ioniche dove, nel frattempo, i venti caldi meridionali avranno spinto ancora più in su le temperature, fino a sfiorare localmente (tra Salento, Calabria e Sicilia Ionica) i 17-18°C.

Autore : Giuseppe Tito

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum