Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Ecco le zone “a rischio instabilità” in questo fine settimana

Cerchiamo di capire dove la nuvolosità ed eventuali fenomeni potrebbero insistere maggiormente sulla nostra Penisola nelle giornate di sabato e domenica prossimi.

Week-end - 21 Marzo 2003, ore 10.44

Quasi tutto il settore orientale europeo sta per subire gli effetti dell’ennesima colata di aria gelida proveniente dalle alte latitudini, che determinerà venti forti, nevicate e temperature molto basse. La nostra Penisola non sarà investita in pieno dall’avvezione fredda, grazie alla protezione offerta dall’alta pressione che da parecchio tempo governa il tempo sull’Europa centro-occidentale. Tuttavia l’Italia, trovandosi ancora sul bordo sud-orientale dell’anticiclone, risentirà in qualche modo di ciò che capiterà più ad est, con addensamenti, qualche locale precipitazione e un forte abbassamento delle temperature, segnatamente sui settori orientali e al sud. Andando nel dettaglio, possiamo suddividere questo fine settimana in due distinti periodi. Nella giornata di sabato, gli eventuali annuvolamenti saranno dovuti principalmente al contrasto tra l’aria fredda in entrata da est e la preesistente aria più calda e umida, mentre domenica sarà l’aria fredda vera e propria a dominare la scena, determinando addensamenti nelle zone maggiormente esposte al flusso da N. Per il settentrione d’Italia sarà la mattinata di sabato che vedrà maggiore nuvolosità e qualche precipitazione. Le zone più interessate saranno il biellese, parte del novarese, il torinese, la parte bassa della Val d’Aosta, le Alpi Cozie, le Alpi Marittime e i versanti padani dell’Appennino ligure centro-occidentale. Su tutte queste zone sarà possibile qualche precipitazione, che potrebbe essere nevosa già al di sopra dei 600 metri di quota. Brevi rovesci non saranno esclusi sulle restanti zone di pianura del Piemonte e sulla Riviera ligure di Ponente, mentre per il resto del settentrione si manifesterà solo un aumento della nuvolosità. Nel corso della giornata tali fenomeni tenderanno ad attenuarsi, anche se potrebbe persistere una certa nuvolosità, segnatamente sul Piemonte e l’ovest della Lombardia, mentre altrove il sole dovrebbe avere la meglio. Per il centro, la zona più “a rischio” sarà sicuramente il basso Lazio, segnatamente il frusinate e la zona di Latina, soprattutto nelle ore pomeridiane. La presenza di un piccolo centro depressionario in prossimità del medio Tirreno, per ora in fase embrionale, determinerà la crescita di nubi in prevalenza cumuliformi nel corso della giornata. Nel pomeriggio e in serata tali addensamenti saranno in grado di recare qualche rovescio e forse brevi temporali, che tenderanno ad attenuarsi nelle ore notturne. Non si esclude anche un temporaneo coinvolgimento della Capitale. Anche sull’Abruzzo e parte delle Marche le nubi non mancheranno, ma i fenomeni associati saranno scarsi. Su queste zone si prevede un deciso calo termico dalla sera a causa dell’arrivo dei venti gelidi da N. Per il resto il tempo sarà buono o discreto, salvo locali addensamenti. Al sud la giornata di sabato, vedrà addensamenti e qualche rovescio, specie nel pomeriggio, sulla Campania e la Calabria, mentre altrove le nubi saranno alternate ad ampi spazi soleggiati. In Campania alcuni rovesci potrebbero presentarsi a Napoli, a Caserta a Benevento e ad Avellino, specie nel pomeriggio. In Calabria la zona maggiormente interessata da nuvolosità ed eventuali fenomeni sarà il crotonese e a seguire anche la zona di Reggio Calabria. In serata nubi in aumento anche sul settore est della Sicilia, ma con basso rischio di pioggia. Domenica, se si eccettua un po’ di nuvolosità al mattino sul Piemonte, il tempo sarà buono su tutto il nord, anche se le temperature del mattino saranno un po’ frizzanti. Bel tempo anche al centro, se si eccettua qualche nube sull’Abruzzo, ma senza conseguenze. Le temperature sono previste in deciso calo, specie sui settori orientali dove i venti saranno anche sostenuti settentrionali. Qualche addensamento potrebbe esserci sul settore orientale della Sardegna, dove si prevede qualche sporadico rovescio, in attenuazione. Al sud il calo termico sarà sensibile, soprattutto sul Molise, la Puglia e la Basilicata, regioni che saranno battute anche da venti settentrionali piuttosto forti. Addensamenti saranno presenti sui rilievi, segnatamente sulle Murge, dove sarà possibile anche qualche nevicata al mattino già attorno a 300-400 metri. Schiarite più ampie sulla Campania, mentre sulla Sicilia settentrionale ed orientale e sulla Calabria ionica prevarranno gli addensamenti con qualche possibile precipitazione.

Autore : Paolo Bonino

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 00.21: S03 Strada Grande Comunicazione Fi-Pi-Li (diramazione per Pisa)

coda incidente

Code causa incidente nel tratto compreso tra Svincolo Navacchio-Visignano (Km. 68) e Svincolo Gello..…

h 00.18: S03 Strada Grande Comunicazione Fi-Pi-Li (diramazione per Pisa)

incidente

Incidente nel tratto compreso tra Svincolo Gello-Bivio Allacciamento Fi-Pi-Li per Livorno (Km. 58)..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum