Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

GRANDE NORD: come procedono le prime "manovre" del Generale?

Sembra che l’Est Europeo e parte della Scandinavia nel corso dei prossimi giorni vivranno una fase di riscaldamento. Andranno irrigidendosi invece i valori termici di Lapponia, Islanda e Groenlandia.

Webcam-clic - 18 Novembre 2003, ore 13.44

Una vasta struttura depressionaria, in azione sul Nord Europa, va contrapponendosi all’espansione dell’Anticiclone delle Azzorre in seno al Mediterraneo. Numerosi minimi di pressione al suolo si stanno infatti organizzando dall’Islanda alla Bielorussia, nella cornice di un vortice polare che mostra un discreto stato di salute. La fase di raffreddamento che ha caratterizzato gran parte degli ultimi due mesi sulla Scandinavia tenderà pertanto ad arrestarsi provvisoriamente nel corso della settimana. Il principale responsabile di questo mutamento nello stato del tempo sarà proprio il vasto sistema depressionario in azione sul Nord Europa che, a partire dal prossimo fine settimana, affonderà i suoi colpi sul Golfo di Biscaglia, ed in prospettiva sulla Penisola Iberica, provocando di riflesso una risalita di aria più calda in grado di mitigare le giornate su tutto l’Est europeo, la Bielorussia, le Repubbliche Baltiche e parte di Svezia e Finlandia. Poche centinaia di chilometri più a nord, invece, tutt’altro scenario: per la medesima azione depressionaria, gli impulsi freddi provenienti dall’Oceano Artico provocheranno una sensibile diminuzione delle temperature su tutta la Lapponia, sulla Norvegia settentrionale, e su tutto il Mare del Nord, zone dove si potranno avere delle nevicate a quote prossime al livello del mare. Situazione di raffreddamento anche più a ovest, ma per motivi diversi. Sulla spinta di un nocciolo depressionario posizionato sul Nord Atlantico, infatti, una discesa di aria fredda proveniente dalla Groenlandia investirà l’Islanda, provocando un calo delle temperature di almeno 5-6°C nel giro di 36-48 ore. Possibile neve a Reykjavik, pertanto, nel fine settimana. Come si vede, sul Grande Nord sono in pieno svolgimento le macchinose manovre che determineranno le condizioni di base per l’inverno su buona parte del Vecchio Continente.

Autore : Emanuele Latini

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum