Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Temporali: quando non si vede l’orizzonte

Di solito se il temporale è intenso, il cielo dietro ad esso ci appare completamente chiuso, tanto da indurci a pensare che la pioggia durerà a lungo. E’ giusta una considerazione del genere?

Tutto temporali - 18 Agosto 2003, ore 07.45

La giornata è cominciata con un bel sole, ma adesso che siamo a metà mattinata vediamo che sui monti hanno già cominciato a formarsi grossi cumuli; allora osserviamo per un attimo alcune piccole nubi di passaggio sopra le nostre teste, scoprendo che le correnti in quota provengono proprio dalle zone più interne. “A questo punto un temporale nel pomeriggio non ce lo toglie nessuno”, pensiamo; ed in effetti verso metà pomeriggio ecco che un grosso cumulonembo accompagnato da tuoni e fulmini avanza dalle creste montuose verso la nostra postazione; esso si presenta imponente, con una base molto scura ed estremamente estesa, tanto estesa da perdersi dietro l’orizzonte. Attenzione! Quasi sicuramente la vista vi inganna, dato che con tutta probabilità la base della nube sarebbe ben visibile in tutte le sue parti, se non fosse presente un intenso rovescio al di sotto di essa. Infatti i cumulonembi sono ammassi nuvolosi che si estendono su aree non più ampie di 30-50 chilometri quadrati, pertanto anche se essi si trovassero ad una certa distanza da noi, ne vedremmo tranquillamente tutta la base; la presenza di un forte rovescio di acqua o grandine verso il suolo provoca però un “oscuramento” di tutto ciò che si trova dietro ad esso, pertanto abbiamo la sensazione che la nube sia estesa fino all’orizzonte. Quando poi lo scroscio ci colpisce direttamente, se osserviamo il cielo notiamo che subito prima della cessazione della precipitazione la nube sembra sfaldarsi, tanto da lasciar passare un po’ di luce solare; anche questo è un effetto ottico dovuto allo stesso fenomeno. Può comunque accadere che in occasione di giornate estremamente instabili siano presenti numerose nubi temporalesche molto ravvicinate fra di loro, e quindi l’orizzonte appaia scuro anche dopo il passaggio di un violento rovescio; osservando con attenzione ogni banco nuvoloso comunque ci renderemo conto della sua estensione e dell’eventuale intensità dell’acquazzone che lo accompagna, riuscendo così anche a valutare in qualche modo la sua durata una volta che ci avrà investiti.

Autore : Lorenzo Catania

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum