Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Il pomeriggio temporalesco di domenica 9 (con foto)

Dopo alcuni giorni di generale quiete atmosferica, domenica 9 l'avvicinamento all'Italia di una figura ciclonica carica di aria fredda in quota, ha generato diversi episodi di instabilità atmosferica. L'ingresso dell'aria fredda sul territorio italiano è risultato piuttosto brusco, provocando la formazione di alcuni spettacolari temporali.

Tutto temporali - 10 Giugno 2013, ore 17.00

Una volta lasciataci alle spalle una modesta fase anticiclonica nord-africana che tra giovedì 6 e sabato 8 ha interessato il nostro Paese, l'ennesima depressione proveniente dall'Europa occidentale ha portato una nuova sventagliata di instabilità fatta di molti temporali.

Durante le ore mattutine l'Italia centro-settentrionale risultava investita da una ventilazione tesa sciroccale, ben attiva sia al livello del suolo che alle quote superiori. La nuvolosità associata a questa fase è stata di tipo stratificato ed ha portato diverse precipitazioni che durante la mattinata hanno interessato soprattutto la Toscana, il levante ligure e l'Emilia Romagna.

Durante il pomeriggio l'avanzata dell'aria fredda atlantica verso la zona precedentemente occupata dall'aria calda nord-africana, ha provocato l'innesco di numerose manifestazioni temporalesche che hanno colpito indistintamente sia i settori interni e padani, sia le zone costiere di Liguria e Toscana. Si segnala inoltre un terzo importante cluster temporalesco nato in sede prefrontale (settore caldo) che ha interessato durante il pomeriggio alcuni settori est padani, partendo dalla Provincia di Verona.

Le fotografie mostrano alcuni degli spettacolari temporali che si sono verificati nel Piemonte durante il tardo pomeriggio di domenica. I temporali in questione sono andati formandosi nell'area del cuneese dove la cappa di nubi a media quota che ha dominato il tempo della mattina, è stata sostituita dall'arrivo di schiarite durante il primo pomeriggio. A fornire l'innesco per la formazione di questi temporali ci ha pensato sia il ritrovato irraggiamento solare di giugno, sia l'arrivo dell'aria fresca atlantica che è intervenuta proprio durante le ore pomeridiane.


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum