Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Anatomia di un temporale

Proviamo ad immaginare la crescita di un cumulo.

Tutto temporali - 3 Aprile 2001, ore 08.06

Senza soffermarsi sugli aspetti fisici e teorici della formazione cumuliforme, proviamo per una volta ad immaginarlo come fanno i bambini. Ecco allora nel cielo azzurro del mattino, punteggiato da qualche altocumulus castellanus, apparire un piccolo embrione di cumulus, in apparenza mediocris. In realtà il forte riscaldamento, l'instabilità della colonna d'aria testimoniata dalla presenza d'aria fredda in quota, un certo livellamento della pressione che impedisce al vento di disperdere la termica fanno il resto. Da mediocris il cumulus diventa congestus, scopri che é una collina la base di scivolamento dell'aria calda e umida che risale e si raffredda. Ecco che il cumulo diventa maestoso, esce dall'anonimato, tutti lo possono vedere ed ammirare nella classica forma a fungo, é tutto un ribollire e sale ancora; qualche ombra propria ne determina ancor più la colorazione cangiante dal marroncino, al bianco reale, al ciano fino al grigio perla dell'incudine, che svetta come una proboscide e che punta lateralmente allargandosi come un fiore che sboccia. Altrove ancora é tutto azzurro ma il primo tuono scuote l'atmosfera. Ecco le virga, ci siamo... arriva! Il re delle nuvole si sfogherà.

Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum