Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Week-end: NEVE eccezionale sulle Alpi, tutte le ultimissime novità

Pur in lieve rialzo come quota, la neve seguiterà a cadere in abbondanza su tutto l'arco alpino, depositando ulteriori accumuli su un manto recente già molto consistente.

Ti segnaliamo - 17 Gennaio 2014, ore 10.02

 Due perturbazioni per il fine settimana, una prima attesa nel corso della giornata di sabato e una seconda perfettamente centrata sulla domenica. Ques'utlima perturbazione, tra l'altro, si attarderà con la sua fenomenologia anche nella giornata di lunedì 20, visto il processo ciclogenetico che vi si accompagnerà. Ma andiamo ai particolari.

Punto primo: sconsigliate escursioni in neve fresca in quota, sconsigliati percorsi scialpinistici fuori pista, sconsigliata insomma qualsiasi attività sportiva o ludica lungo i pendii alpini a partire dai 1500 metri di quota. Questo perchè i pendii saranno molto carichi e la neve che cadrà nel corso del fine settimana poggerà su un substrato precedente, che non ha ancora avuto modo di assestarsi.

Alto dunque il rischio di cedimento strutturali del manto nevoso, così come alto sarà la possibilità di distacco di valanghe di neve polverosa. Rischio alto, compreso tra 3 e 4 su una scala massima di 5.

Ma quanta neve cadrà nel corso del fine settimana?

Sabato 18 sotto pressione soprattutto il comparto delle Alpi Marittime quello delle Alpi Cozie, dove nell'arco delle 24 ore sono previsti accumuli di neve fresca fino a 80-90 centimetri alla quota di 1800 metri. Seguirà il comparto alpino lombardo, dove alla medesima quota si depositeranno fino a 60-70 centimetri di neve fresca, 45-50 centimetri su tutti gli altri settori ad eccezione delle Alpi Giulie e di tutta la fascia prealpina, dove la precipitazione sarà nel complesso minore.

Domenica 19 altra passata di bianco. Attenzione alle Alpi Marittime e Cozie, dove sono previsti cadere ulteriori 60-70 centimetri di neve che, sommati agli 80-90 della giornata precedente, fanno 140-160 centimetri di neve nell'arco di 48 ore. Il concomitante lieve rialzo delle temperature, dovute al subentro in quota di venti sciroccali, contribuirà senz'altro a instabilizzare l'immane massa nevosa.

Sempre domenica sono previsti cadere altri 60-70 centimetri di neve sui settori alpini delle Pennine, Lepontine e Retiche. Su quest'ultimo settore, andranno a sommarsi quelli caduti sabato per un totale fino a 120-140 centimetri di neve fresca. Su tutte le altre zone alpine si accumuleranno spessori compresi tra 30 e 45 centimetri. Il fenomeno sarà più discontinuo sull'alta Valle d'Aosta e sulle montagne friulane.

Le quote neve

Sabato al mattino 400-600 metri sul versante cuneese delle Marittime, 1300 su quello marittimo, 1000-1200 metri in media su tutti gli altri settori, con la precipitazione che cadrà soprattutto a partire dalla tarda mattinata. Le quote sono previste salire nel corso del pomeriggio. Domenica 800 metri sulle montagne del Cuneese, 1200-1400 metri su tutti gli altri settori.


Autore : Luca Angelini

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum