Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Vortice polare a mille? Guardate come fa bene ai ghiacci artici

In netta ripresa l'estensione della banchisa glaciale che ha ridotto di alcune centinaia di chilometri quadrati il cronico deficit rispetto alla meda dell'ultimo trentennio.

Ti segnaliamo - 30 Dicembre 2011, ore 12.20

 In tempi di global warming conclamato non è certo un dato da sottovalutare: la banchisa artica sta tirando il fiato. La situazione recente ci ha davvero preoccupati, non certo per gli allarmismi suonati a trombe spiegate che ci annunciavano la scomparsa della calotta polare entro la prossima estate, ma per i dati di fatto che hanno visto un trend deficitario divenuto ormai cronico.

E' vero che il dato deficitario si riferisce alla media calcolata sugli ultimi 30 anni, per via della disponibile rilevazione satellitare, e 30 anni sono poco più di nulla rispetto ai tempi climatici del pianeta, ma è anche vero che il trend del 2011 ha disegnato una curva in prevalente e quasi costante discesa.

Guardate il grafico in figura qui a fianco e capirete al volo il nostro discorso. Ora però c'è una novità: certo si tratta di una situazione transitoria dovuta alla favorevole congiuntura sinottica che vede il vortice polare girare a pieno regime, tuttavia questa stupefacente forza del vortice polare ha permesso un accumulo di gelo tale lassù, dove regna la notte artica, che ha agevolato una sostanziale ripresa del tessuto glaciale oceanico.

Dopo aver sfondato il notevole valore deficitario di -2 milioni e 200 mila chilometri quadrati di superficie lo scorso settembre, il recupero autunnale a partire soprattutto dalla seconda metà di ottobre è stato davvero prodigioso e ci ha restituito oggi, penultimo giorno di quest'annata non proprio felice, oltre 1 milione e mezzo di chilometri quadrati di ghiaccio.

Si tratta di ghiaccio giovane (figura qui a fianco), quindi delicato e suscettibile alle intemperanze della prossima estate, ma comunque un evento non indifferente che dimostra quanto le dinamiche sinottiche possano incidere in modo determinante sulle vicende climatiche anche nell'arco di pochissimo tempo.

 


Autore : Luca Angelini

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum