Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

FREE SOLO: scalare l'impossibile? Si può...

Davvero ben fatto il film-documentario che racconta la vita dello scalatore Alex Honnold

Ti segnaliamo - 14 Marzo 2019, ore 13.06

...quando una passione supera ogni limite, perchè in quel preciso istante i limiti non esistono. Non esiste la paura, non esiste la stanchezza e soprattutto non ci si ferma davanti a nulla perchè stai coronando il tuo sogno...un sogno che ha condizionato gran parte della tua esistenza. 

Il sogno di Alex Honnold è scalare le montagne o meglio le pareti verticali che sembrano inacessibili a chiunque. Sfruttando ogni piccolo anfratto, ogni spuntone o sporgenza, Alex si muove come un geco sulla parete, lasciando tutti con il fiato sospeso. 

Così, montagna dopo montagna, a mani rigorosamente nude, senza protezioni, si conquista la fama mondiale del free climber più intrepido, tanto da riuscire a scalare la vetta di El Capitan, sua ultima leggendaria impresa che ha richiesto ben tre anni di preparazione, atletica quanto mentale. 

Il film documentario candidato anche al premio Oscar racconta la vita di questo ragazzo introverso che fatica a socializzare con il prossimo. Una vita non proprio idilliaca, trascorsa in un camioncino tra pentole e docce tutt'altro che confortevoli, allenamenti fisici e appunti quotidiani su un diario. Alex Hannold si racconta al suo amico Jimmy Chin, regista e climber professionista, che lo segue in tutti i sensi. 

Un ragazzo modesto, semplice e alla mano, con un quoziente intellettivo più alto della media, con il centro del controllo della paura (l'amigdala, nel cervello) inibita da anni di allenamenti; in altre parole, la paura per lui non esiste, o meglio si manifesta ad uno stadio limite molto più alto di qualsiasi essere umano. 

La sua relazione intrapresa con  Sanni McCandless all'inizio è controversa! Un free climber del suo calibro può permettersi di avere una relazione? Il film lascia che questo interrogativo si insinui, sottolineando la filosofia da guerriero del protagonista: da una parte l'abnegazione totale e la necessità di concentrarsi sull'obiettivo al 101%, dall'altra la ricerca della perfezione nell'impossibilità dell'errore. 

Si...l'errore...perchè basta un movimento sbagliato, un piegamento involontario o una variazione anche minima del percorso di scalata che cadi nel vuoto, morendo senza possibilità di appello. Alex queste cose le sa bene, ma nell'atto del suo maestoso sogno, scalare la parete di El Capitan a mani nude e senza corde, sorride ed è felice!

El Capitan è una falesia alta 925 metri completamente liscia situata in California, nello Yosemite Park (vedi foto). E' considerata la parete più difficile al mondo da scalare. Alex ci riesce in poco più di tre ore senza corde, rischiando di precipitare nel vuoto in ogni attimo. La sua scalata è seguita in silenzio; si resta a bocca aperta fin tanto che lo scalatore riesce ad abbracciare la vetta in un tripudio di gioia ed incredulità da parte di tutti. 

Un film con riprese mozzafiato nel mezzo della maestosità della natura; un trionfo di rumori e colori...e un arcobaleno che spunta involontario e regale tra le cascate. Da vedere assolutamente!


Autore : Paolo Bonino

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum