Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Antardide: è primavera ma il ghiaccio fatica a fondere, meglio anche l'Artico

Appena ridimensionato il surplus di massa glaciale sugli oceani che circondano il Continente di ghiaccio, mentre l'Artico esce dal disastro post-estivo e riduce significativamente il deficit.

Ti segnaliamo - 20 Novembre 2012, ore 08.51

 Valli a capire questi ghiacci polari. Stiamo parlando della più grande riserva d'acqua dlce potenzialmente disponibile sul Pianeta. Un settore delicato che, oltre ad essere preda dal riscaldamento climatico,  spesso viene preso di mira per creare dal nulla autentici scenari fantaclimatici. 

Ma noi non sogniamo, nè facciamo incubi, vogliamo solo prender visione dei numeri. E i numeri dicono che nelle ultime settimane le manovre sulle due calotte glaciali si sono (probabilmente solo temporaneamente) invertite. L'Artico, sotto i colpi della mannaia calorifica estiva, ha ceduto nel 2012 qualcosa come oltre 2 milioni e mezzo di chilometri quadrati di superficie.

L'Antartide da parte sua aveva invece messo in risalto un super-guadagno, che ha portato l'estensione della banchisa a superare la media trentennale di oltre 1 milione di chilometri quadrati. Insomma, due Poli, due misure. Ora la primavera australe sta tentando di imporre un'inversione di tendenza sui ghiacci dell'Antartide i quali, hanno sezn'altro perso di estensione, ma rimangono comunque sempre al di sopra della media 1979-2008 di oltre 250 mila chilometri quadrati. 

L'Artico invece, pur con la disastrata situazione in cui versa il vortice polare, attaccato su più lati da flussi di calore che, tra l'altro, non riescono nemmeno a penetrare entro la stratosfera, ha invece ridotto le perdite di oltre 1 milione e 700 mila chilometri quadrati. Malgrado ciò l'estensione della banchisa al Polo Nord risulta ancora la minima degli ultimi 33 anni, contro quella dell'Antartide che vede nel passato, dal 1979 al 2008, più annate peggiori che migliori.

Visto il trend ormai consolidato, con Artico in perdita e Antartico in salita, pensiamo che l'attuale situazione sia del tutto transitoria. La super-fusione dei ghiacci artici infatti, con tanto oceano lasciato allo scoperto dalla banchisa, potrebbe essere non conseguenza, ma causa di un vortice polare molto disturbato e che non riesce più a contenere entro le sue viscere il gelo che non ha.

Da qui la prima reazione a livello circolatorio generale che contempla uno storico disaccoppiamento tra le vicende delle basse quote polari descritte e l'intenso raffreddamento fatto registrare invece a livello della stratosfera.


Autore : Luca Angelini

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum