Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Napoli : preoccupa il supervulcano dei Campi Flegrei. Importante ricerca effettuata

Terremoti - 16 Maggio 2017, ore 14.34

Uno dei più importanti sistemi vulcanici del pianeta è situato proprio sotto la nostra penisola, esattamente nel napoletano. Si tratta del supervulcano dei Campi Flegrei, il quale rappresenta un complesso sistema vulcanico composto da ben 24 crateri, tra i più rischiosi del mondo a causa dell’elevata densità di popolazione presente nella zona.

I Campi Flegrei rappresentano, assieme a pochi altri nel mondo, un punto di “sfogo” del nostro pianeta : attualmente è una caldera in stato di quiescenza, ma la debole attività ad essa legata prosegue senza sosta da migliaia di anni. Il supervulcano dei Flegrei ha un diametro di circa 15 km e sorge nel napoletano nell’area tra la collina di Posillipo, la collina dei Camaldoli, il monte di Procida e il cratere di Quarto. Una caldera solitamente è alimentata da un "punto caldo", ovvero quel punto della superficie terrestre interessato da un'anomala risalita del mantello verso la superficie e che presenta attività vulcanica da un lunghissimo periodo di tempo. Quindi nei punti caldi ( poco più di cinquanta nel mondo) il magma incandescente viene spesso a diretto contatto con la superficie. I supervulcani sono in grado di generare eruzioni catastrofiche a causa dell'enorme energia che sono in grado di accumulare nel sottosuolo.

PREOCCUPAZIONE PER IL SUPERVULCANO

È stato eseguito un importante studio da parte di un team di ricercatori dell'University College di Londra, in collaborazione con l'Osservatorio Vesuviano dell'INGV. Dopo analisi e studi sulla caldera dei Campi Flegrei è emerso che il supervulcano potrebbe esplodere molto prima del previsto. Ad accelerare il processo potrebbe essere il magma intrappolato appena sotto la superficie, il quale provoca un costante aumento dell'energia.

Lo studio pubblicato sulla rivista "Nature Communications" afferma che al momento è impossibile sbilanciarsi su una data precisa dell'eruzione, ma è stato confermato come ci sia stata un'accelerazione dei processi che conducono ad un'esplosione del supervulcano. Le ricerche condotte nei Campi Flegrei dimostrano come l'intera area sia in fermento : qui la superficie terrestre è cresciuta di 0.38 metri dal 2005 e le cause di questa crescita notevole in appena 12 anni vanno riscontrate nell'espansione dei gas, nel movimento di fluidi o dalla produzione di magma. Tutti fattori che conducono ad un incremento costante dell'attività vulcanica.

Va considerato che in passato, esattamente tra il 1982 e il 1984, vi fu una crescita della superficie di ben 1.8 metri ma fortunatamente si trattò di un falso allarme e non accadde nulla. Da quel momento tuttavia la crescita è continuata costantemente per poi subire una nuova impennata negli ultimi anni.


Autore : Redazione MeteoLive.it

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 15.34: Roma Via Aurelia

coda incidente

Code causa incidente grave nel tratto compreso tra Via Anastasio II e A90 in direzione Civitavecc..…

h 15.32: A30 Caserta-Salerno

incidente

Incidente nel tratto compreso tra Sarno (Km. 36,2) e Palma Campania in direzione Caserta dalle 1..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum