Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Previsioni meteo autunno 2014: sarà molto piovoso?

Ci aspetta un autunno molto dinamico e variabile. Questo sembra volerci suggerire il modello per la stagione 2014.

Tendenze lungo termine - 26 Giugno 2014, ore 12.01

Da tempo molti ci chiedono di spingere un po' sulle previsioni stagionali, pur sapendo che si tratta di proiezioni alquanto rischiose.

MeteoLive ha però deciso di accontentare i suoi lettori e da oggi, ad intervalli, pubblicherà proiezioni a lunghissima gittata attraverso questa nuova rubrica denominata "Super Fantameteo", da prendere ovviamente "con le pinze", così come indichiamo nella nota redazionale che seguirà ognuno di questi pezzi.


Cominciamo allora con il SETTEMBRE 2014: 
-la prima decade sembrerebbe improntata ad una sostanziale tenuta della stagione estiva con bel tempo anticiclonico, sia pure con alcuni disturbi in Adriatico. 

-durante la seconda decade comincerebbe una fase nettamente più instabile, caratterizzata da un affondo depressionario importante e da un cambiamento stagionale anche abbastanza precoce con piogge e temporali a spasso per il Paese e un calo delle temperature.

-solo nella terza decade del mese tornerebbe un po' di calma atmosferica sull'Italia con tempo buono e anche piuttosto caldo.

-Le temperature nel complesso comunque rimarrebbero vicine alla media del periodo o solo leggermente superiori.

-Le precipitazioni risulterebbero nel complesso vicine a quelle che abitualmente si registrano nel periodo.

OTTOBRE 2014:
-la prima decade vedrebbe l'anticiclone delle Azzorre sganciarsi verso nord e aria fredda dal nord Europa piombare verso il Mediterraneo centrale dando vita ad una pesante ondata di maltempo dalle conseguenze anche temibili, dapprima al nord, poi al centro-sud.

-nella seconda decade proprio al sud andrebbe ad isolarsi una goccia fredda in quota in grado di dispensare ulteriore instabilità e temporali, mentre l'alta pressione tenderebbe a proteggere maggiormente il resto del Paese.

-nella terza decade infine tornerebbe ad affacciarsi qualche perturbazione al nord, mentre il tempo risulterebbe più tranquillo al centro-sud.

-Le temperature, nonostante la sfuriata fredda iniziale, alla fine potrebbero avvicinarsi alla media del periodo, senza grossi scostamenti positivi o negativi.

-Le precipitazioni potrebbero risultare molto più abbondanti della norma su gran parte d'Italia.

Commento: naturalmente c'è da riflettere su quanto il mare ancora caldo possa influire sulla potenza delle celle temporalesche che andranno a svilupparsi sia sul Tirreno che sullo Jonio, come del resto andiamo ripetendo da molto tempo. L'Italia deve prepararsi per tempo al nostro "monsone" mediterraneo autunnale, cosa che non sta affatto avvenendo.

-NOVEMBRE 2014:
-la prima decade sembrerebbe voler replicare quanto successo all'inizio di ottobre con una sfuriata di correnti da nord, freddo precoce e addirittura neve in Appennino, temporali al centro-sud, settentrione sottovento e con cielo spesso sereno ma temperature decisamente basse per il periodo.

-Nella seconda decade le saccature invece piomberebbero sull'ovest del Continente, consegnandoci tanta alta pressione, mitezza, assenza di fenomeni importanti e le prime nebbie al nord e nelle valli del centro-sud.

-Nella terza decade un po' di variabilità per lo scorrimento di qualche perturbazione sul centro Europa con deboli piogge possibili anche sul nostro territorio, ma nel complesso ancora tempo asciutto e mite.

-Le temperature, nonostante anche novembre presenti un inizio decisamente più freddo del normale, alla fine potrebbero risultare prossime o anche localmente superiori alla media se l'alta pressione dovesse dominare le altre due decadi del mese.

-Le precipitazioni risulterebbero inferiori alla media sull'insieme del Paese, ma soprattutto sul settentrione e sulle centrali tirreniche, rimaste sottovento rispetto alla circolazione settentrionale di inizio mese.

COMMENTO FINALE: l'autunno vedrebbe insomma l'ottobre come mese più bagnato del trimestre, la conferma di un trend termico mite, nonostante almeno un paio di irruzioni fredde previste rispettivamente all'inizio di ottobre e all'inizio di novembre. Novembre trascorrerebbe con una sconfortante mancanza di nevicate sulle Alpi. 

NOTA DI REDAZIONE: 
Tali mappe e le previsioni indicate, pur avendo una validità scientifica poichè effettivamente elaborate da potenti computer che eseguono miliardi di calcoli fisico-matematici basati anche su statistiche climatologiche, si intendono proposte soprattutto per curiosità e principalmente come un esercizio didattico: si ritiene non siano di utilità per programmare attività: la loro affidabilità è infatti inferiore al 55%.


Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum