Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Meteo FEBBRAIO: fase cruciale per capire se sarà MITE o riserverà risvolti GELIDI...

Spunta l'anticiclone ammazza inverno entro il 10 febbraio, ma sarà vero o restano valide le opzioni fredde?

Tendenze lungo termine - 1 Febbraio 2019, ore 20.32

Siamo praticamente arrivati alla resa dei conti.
C'è chi
da fine dicembre sostiene che quanto avvenuto in stratosfera ha condizionato almeno in parte e influenzerà ancora quanto abbiamo sperimentato in troposfera, c'è chi invece sostiene che quanto avvenuto in troposfera (super nevicate in Austria e freddo estremo in Usa) in fin dei conti si osserva abbastanza frequentemente senza scomodare le manovre stratosferiche.

C'è chi sostiene che proprio il raffreddamento e il ricompattamento del vortice polare stratosferico avvenuto in questo periodo metterà in moto anche quello troposferico e che almeno metà del mese se ne andrà nell'anonimato in Europa, c'è invece chi ancora sostiene l'esatto contrario, cioè che proprio il riscaldamento del vortice polare in stratosfera, a breve, ma stiamo aspettando questo evento ormai da parecchio, andrà a determinare importanti disturbi nel vortice polare troposferico, consegnandoci un febbraio, specie in seconda decade, caratterizzato da clamorose recrudescenze invernali da est.

A questo punto il lettore potrebbe dire: "se gli esperti dicono tutto e il contrario di tutto, allora è chiaro che gli studi sul comportamento del vortice polare sono ancora in fase embrionale". La risposta è NI, nel senso che sulla materia c'è vasta letteratura, diciamo che poi ciascuno ci mette del suo con interpretazioni magari talmente "passionali" da risultare un po' forzate ed inesatte ma comunque mai frutto di teorie fantasiose.

Il modello americano del resto stasera ci mette di fronte già ad un bivio: è infatti spuntata l'alta pressione, anche mastodontica sul Mediterraneo dal 10 in poi, mentre nel nord Europa la corrente a getto sarebbe la protagonista, segnale di un vortice polare forte e compatto che inibisce scambi di calore con le basse latitudini.

Se andasse davvero così avrebbe ragione chi, tra gli esperti, ignora ciò che è accaduto dopo Natale in stratosfera, e pensa che il vortice polare troposferico obbedisca di colpo (dopo averlo ignorato per un mese) a ciò che accade nei pianti alti dell'atmosfera.

Per il team di MeteoLive potrebbe invece non essere così.
Il modello americano ci mostra sotto traccia un disturbo notevole dal 12-13 febbraio in troposfera con blocco anticiclonico russo scandinavo e freddo in sfondamento ad ovest, anche sull'Italia.

E anche di questo bisognerà tener conto, anche se la media degli scenari strizza l'occhio alla soluzione più semplice, quella che in questo mese nel recente passato abbiamo sperimentato più volte.

A breve la tendenza sarà comunque delineata, ma anche se così fosse, un colpo di coda invernale statisticamente sarà sempre probabile, proprio nella seconda parte del febbraio.

In sintesi
IPOTESI GELIDA dal 12-13 febbraio: attendibilità 25 per cento
IPOTESI ANTICICLONICA dal 10 febbraio in poi: attendibilità 40 per cento
ALTRE IPOTESI (tempo instabile con affondi da nord-ovest): attendibilità 35 per cento
 


Autore : Team di MeteoLive.it

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum