Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

LUNGO TERMINE: un nuovo cambiamento messo in luce dal modello americano

Spunta quest'oggi dal cilindro in cambiamento in chiave INSTABILE con target nuovamente i settori occidentali del Mediterraneo e le regioni italiane del versante tirrenico entro la fine di settembre. La controparte europea però NON conferma.

Tendenze lungo termine - 20 Settembre 2016, ore 10.40

Pur nella straordinaria tenacia dimostrata quest'anno dall'anticiclone delle Azzorre arroccato sull'Europa occidentale, un nuovo passaggio perturbato proveniente da ovest, viene quest'oggi messo in evidenza dalla previsione del modello americano GFS. In realtà è già qualche giorno che questa dinamica perturbata viene inquadrata dai modelli nel periodo compreso tra lunedì 26 e martedì 27 settembre; inizialmente il passaggio di questa vistosa ondulazione era però previsto "mancare" il bersaglio del Mediterraneo, interessando in primis la Penisola Iberica per poi sfilare lontana dall'Italia, limitandosi ad interessare il mare del Nord e la Penisola Scandinava. 

Trattasi, quella vista quest'oggi dal modello americano, di una variante previsionale piuttosto importante, certamente degna di nota; una nuova occasione di pioggia che premierebbe ancora le regioni del versante tirrenico e dell'Italia settentrionale con nuovi temporali. Tale ipotesi è suffragata anche dalla media Ensemble dello stesso modello americano che pare confermare tale linea di tendenza anche se ancora non viene calcata troppo la mano sulla "spigolosità" della saccatura, poichè alcuni clusters dello stesso modello ancora non sono concordi su tale linea evolutiva.

Per dovizia di particolari bisogna accennare anche alla previsione del modello europeo che al momento vede solo un modesto transito frontale tra l'Europa centrale e il settentrione, lasciando l'instabilità esclusivamente per i versanti adriatici, chiudendo il ciclo con un "super" anticiclone che interverrebbe sull'Europa proprio entro il termine del mese.

Qualora l'ipotesi del modello americano dovesse risultare realistica, nuovi apporti precipitativi interesserebbero la Sardegna, le regioni del nord ed i versanti del medio/alto Tirreno. Il vento tornerebbe a spirare dai quadranti meridionali, il contesto termico sarebbe umido e mite. I valori non sarebbero troppo elevati ma soprattutto all'estremo sud, tenderebbero certamente a salire. Al momento le percentuali di realizzazione di questa ipotesi sono piuttosto scarse, la linea di tendenza più probabile resta sempre quella "secca" e stabile, con l'anticiclone a farla da padrone sull'ovest d'Europa e l'instabilità ancora concentrata su Balcani, est Europa ed il Mediterraneo orientale. 

Speriamo in nuove news nei prossimi aggiornamenti. 


Autore : Wiliam Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 14.39: Corso Regina Margherita(TO)

coda

Code nel tratto compreso tra Corso Regio Parco e Rondo' Forca in direzione Tangenziale Nord Di To..…

h 14.34: Milano Via Gallarate

incidente

Incidente sulla Via Luigi Rizzo…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum