Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Ultimissime: ecco dove il clima sarà più mite il giorno della Vigilia

Le temperature aumenteranno in maniera più netta sulle Alpi e al centro-sud, dove i valori potranno sforare le medie anche fino a 12°C. Meno sensibile a la scaldata in val Padana per l'insistenza di strati nebbiosi o di nubi basse legate ad una situazione di inversione termica.

Temperature - 23 Dicembre 2012, ore 09.22

 La scaldata della Vigilia è ormai alle porte. La forte ondulazione del Getto in uscita dal nord America andrà a sprofondare verso il basso Atlantico, dove preleverà una massa d'aria di origine subtropicale marittima che diverrà protagonista del Natale sul Mediterraneo. Sempre il Getto, con la sua spinta dinamica, andrà a gonfiare un promontorio anticiclonico mobile di tipo nord-africano il quale inizierà a salire di latitudine fino ad abbracciare anche l'Italia.

Questo, in sintesi, è il meccanismo sinottico che porterà ad un sensibile aumento delle temperature su buona parte dell'Italia tra oggi, domenica 23 e il Natale. L'apice della scaldata, come detto nei precedenti approfondimenti, sarà raggiunto il giorno della Vigilia.

Le temperature aumenteranno su tutto il suolo italiano, ma si presenterà in modo più sensibile sulle Alpi e al centro-sud, meno sulla pianura Padana, dove un cuscino di aria fredda graverà nei bassi strati intrappolandovi anche nebbia e inquinanti.

La colonnina di mercurio per il resto salirà al nord fino a 7-8°C sopra le medie del periodo, al centro tra 8 e 9°C, al sud e sulle Isole Maggiori tra 10 e 12°C. Impressionante e repentina alita anche dello zero termico, che sulle Alpi si porterà fino a 3500 metri, mettendo a dura prova la stabilità del consistente manto nevoso caduto di recente.

La scaldata sarà però tanto repentina, quanto sbrigativa: controlla qui l'andamento delle temperature previsto dai nostri modelli meteolive.leonardo.it/speciali/MAPPE/73/
Differenze-di-temperatura-al-suolo-dei-prossimi-giorni-rispetto-ad-oggi/32852/
. Già dalla giornata di Santo Stefano la massa d'aria subtropicale lascerà il nostro Paese e così, per la sua caratteristica mobile, anche il promontorio di alta pressione. La colonnina di mercurio dunque tenderà a rientrare intorno a valori normali e lo zero termico a portarsi su livelli più consoni al periodo.

 


Autore : Luca Angelini

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum