Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Uragani, catastrofi, ghiacciai che fondono, fine del mondo vicinissima...Preparatevi!

La manipolazione della realtà meteorologica.

Striscia...la meteo - 4 Ottobre 2005, ore 14.08

Appaiono notizie raggelanti sulle principali testate informative, per fortuna siamo così immersi nelle nostre preoccupazioni quotidiane da non dargli troppo peso; chi però si ferma a meditare e a rileggere queste frasi con attenzione, potrebbe anche rimanerne angosciato. "Lo dice la stampa, lo dicono i professoroni, è certamente verità di fede", questo pensa la gente, invece sono tutte opinioni e come tali opinabili, ed è proprio quello che cerca da fare da anni questa rubrica. Allora commentiamole una ad una senza la pretesa di fornirvi noi la verità ma almeno con la soddisfazione di aiutarvi a comprendere meglio quanto viene scritto: SI LEGGE: "Citta' italiane sempre piu' sott' acqua. E non e' solo una sensazione. Nei centri urbani c'e' stato un vero e proprio boom di nubifragi: si va da un minimo di aumento del 190% a Torino fino alla crescita massima del 380% di Milano passando per un +200% di Roma e +220% di Napoli. E questa, secondo i meteorologi, e' solo uno dei segnali evidenti del clima che cambia e che fa dell'autunno la stagione piu' piovosa dell'anno. SI COMMENTA: i nubifragi su Milano e Torino negli ultimi anni si contano sulle dita, su queste città vi sono state stagioni in cui in autunno è piovuto pochissimo. Il nubifragio più tremendo degli ultimi 20 anni a Milano risale al 1987 e al mese di agosto, da allora solo pochi episodi hanno toccato quei picchi di pioggia, l'aumento di temporali su Roma e Napoli è da attribuire ad una modifica delle posizioni delle principali figure bariche sull'Europa, cosa che può rientrare in un trend di normalità climatica. Il cambiamento del clima NON ha fatto diventare l'autunno la stagione più piovosa, semplicemente perchè lo è sempre stata. SI LEGGE: Questa che sta passando sull'Italia in questi giorni e' una perturbazione che Giuliacci definisce in ''stile uragano'' nel senso che si e' posizionata come il tipico mulinello degli uragani e ''mazzolera' l'Italia fino a sabato''. Dunque, ''maltempo per tutta la settimana''. SI COMMENTA: perchè far credere che un uragano stia colpendo il nostro Paese quando si tratta di una classica depressione autunnale, solo una derivata dai rimasugli di Rita ma che non ha alcuna familiarità con la dinamica di un uragano? SI LEGGE: eventi che corrispondono anche a un aumento di 'estremi' nella psiche e nei comportamenti. ''Il problema - ha detto Alessandro Meluzzi, psichiatra e direttore della scuola superiore di umanizzazione della medicina Regione Piemonte - e' piu' grave di quanto si possa pensare. Queste grandi catastrofi trasmettono un senso di insicurezza mentre i repentini mutamenti di temperatura e di condizioni meteo provocano un senso di disorientamento e di instabilita' interiore''. Tre i maggiori tipi di disturbi. ''Fino a poco tempo l'uomo credeva di aver domato la natura - ha detto ancora Meluzzi - ora questa sicurezza non c'e' piu'. SI COMMENTA: grandi catastrofi? Una semplice depressione autunnale diventa una grande catastrofe? Fino a poco tempo fa l'uomo credeva di aver domato la natura? Quale uomo? Ma se da una vita negli Stati Uniti convivono con tornado ed uragani e in India con i monsoni? La modernità e la tecnologia ci fanno pensare di vivere in un mondo finto che esaudisce i nostri desideri ma questo avviene solo in ristrette fasce del Pianeta, perchè generalizzare? SI LEGGE: Non c'e' piu' tempo da perdere se, ha ricordato il climatologo dell'Enea, Vincenzo Ferrara, negli ultimi 27 anni i ghiacci artici si stanno riducendo ad un ritmo pari al 8,5 % per decennio; se gli scenari parlano di un aumento della temperatura media globale di ben 4 gradi entro la fine di questo secolo e se le emissioni di gas serra dal 1990 a oggi, secondo le ultime analisi dei laboratori statunitensi, risultano del 20% superiori." SI COMMENTA: ma ci si rende conto che un aumento di questa portata della temperatura alla fine del secolo, ammesso e concesso che si verifichi (molti sollevano forti dubbi), potrebbe portarci direttamente in una nuova era glaciale per l'inceppamento della Corrente del Golfo dovuto effettivamente allo scioglimento dei ghiacci polari? Il riscaldamento non sarà infinito, la natura mette sempre le cose a posto con i processi di retroazione. Impegnarsi a ridurre le emissioni è un preciso dovere delle nazioni ma pensare e far credere che nei normali cicli di riscaldamento e raffreddamento del Pianeta l'uomo reciti la parte del regista è quantomeno presuntuoso.

Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum