Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Quando si supera il limite della decenza...

10 anni di articoli buttati al vento contro il giornalismo becero e strillone. La situazione si complica quando ci si mettono anche gli esperti ad alimentare la disinformazione.

Striscia...la meteo - 23 Ottobre 2007, ore 10.48

L'avrò scritto e ripetuto mille volte. Non ho neanche quasi più la forza di ripeterlo. Quando si comincerà ad inserire nei programmi scolastici ministeriali un po' di meteorologia e di climatologia fatta in modo serio? Quando si comincerà a multare i giornalisti per la cattiva informazione che danno? Il punto è che ora ci si mettono anche gli esperti ad avallare le loro sintesi FOLLI, ecco qui l'aggettivo è appropriato. Sigla del TG1 del 22 ottobre ore 20; tra i titoli "clima pazzo: o caldo o freddo...incendi in California, Italia nel gelo". Il giornalista di turno come sempre accade, qualunque cosa faccia il tempo, attribuisce la causa all'effetto serra. Cominciamo subito con una osservazione: ma come si può dico io mettere a confronto una situazione contingente californiana con quella italiana? La testata giornalistica del TG1 sa quanto sia grande il Pianeta, quanto sia esteso in latitudine? Sa che contemporaneamente ci sono zone dove fa freddo ed altre dove fa caldo? Sa che gli scambi di calore tra le latitudini assicurano la vita? Sa che da sempre l'autunno è stato caratterizzato da estremi termici, da Scirocco, Bora, pioggia, freddo, caldo, è stagione di transizione l'autunno e come tale si deve comportare. Quello che noi vogliamo è invece un clima ideale, finto, riprodotto al computer, la pioggerella, la temperatura costante, un lento calo che ci traghetti in inverno, ma non funziona così accidenti! Mentre batto i tasti del mio pc capisco che sto scrivendo un altro pezzo inutile. Intanto la disinformazione continuerà. Certo questa volta si è superato il limite quando è stato intervistato l'uomo di punta del meteo in Rai Guido Caroselli. Costui anzichè smentire il giornalista riconducendo l'episodio ad un normale trend autunnale, ha avallato l'ipotesi serra. Del resto come stupirsene: bandiera di lega ambiente, mica poteva dire il contrario, ma doveva almeno precisare che la storia è piena di ondate di gelo ad ottobre, invece ha scelto la linea della "valvola di sfogo". Il clima deve compensare gli eccessi e allora fa queste cose...Magari le facesse più spesso: grazie a questa ondata di freddo il sud e la Romagna hanno visto allentarsi la morsa della siccità. Invece siamo dei viziati, piagnoni, che magari poi si vantano di essere ambientalisti. Come mi piacerebbe vedere l'Italia al freddo per tutto l'inverno, senza riscaldamenti. Cominciamo a risparmiare limitando le centinaia di assurdi ed inutili spettacoli che si tengono ogni sera in tutto il Paese con immane spreco di elettricità, quelle passerelle dove centinaia di vip idioti se la spassano allegramente a spese nostre. Pensate a quanti alberi risparmieremmo eliminando dalle edicole i giornaletti di gossip. Altro che clima impazzito, è la società che ha perso la bussola, noi ad aver perso i valori. Sono arrivate molte lettere in seguito al TG1 di ieri sera in redazione. Pubblichiamo qui sotto la più incisiva che in qualche modo completa e in parte ripete quanto ho ribadito sopra. Siamo impotenti di fronte a questa situazione ma magari qualcuno che ci legge si sarà fatto un'idea, e questo mi basta. Ci scrive Francesco Salvadorini Con involontaria ironia mi sono soffermato sul servizio meteo del TG1 delle 20.00 di ieri 22 ottobre: il sig. Guido Caroselli, sottotitolato dal TG1 "Meteorologo", con tanto di sciarpa legata al collo, indicava come causa della depressione che ci ha colpito in questi giorni, il famigerato effetto serra. Argomentava con serioso discorso, che il riscaldamento globale dovuto all'effetto serra, aveva come "valvola di sfogo" queste ondate di freddo e pioggia secondo lui eccezionali e fuori stagione. Tralasciando il fatto che di eccezionale ed anormale in questa fase perturbata proprio non ci vedo nulla, supportato dalla mia pur breve memoria (ho "solo" 33 anni) ricordo di giornate di ottobre molto simili, vorrei evidenziare un chiaro caso di errata informazione da parte del servizio televisivo di stato. Un signore che si fa chiamare meteorologo non dovrebbe argomentare diversamente questa irruzione fedda? Invece di addossare le colpe al riscaldamento globale, non sarebbe più utile ed opportuno spiegare che il clima ha un andamento ciclico, che ci sono indici scientifici quali NAO, QBO, AMO, intensità vortice polare (ecc. ecc.) che influenzano tali oscillazioni del tutto normali? Evidenziare che queste piogge sono state una manna per regioni come la Romagna in cui vivo, al limite di una crisi idrica? Che un centimetro di neve a fine ottobre non crea nessun disagio, che due giorni di pioggia, ampiamente previsti, non costituiscono un problema, ma anzi ne risolvono parecchi? P urtroppo ci siamo abituati a queste litanie, a queste bugie, a questa malafede. Quindi non ci resta che ascoltare con il sorriso sulle labbra i servizi meteo dei telegiornali, confidando in qualche grassa risata senza il bisogno di sintonizzarci su Striscia la Notizia. Cordiali saluti e complimenti per il vostro lavoro. Francesco

Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 09.47: Milano Corso Magenta

problema sdrucciolevole

Olio sulla strada sulla Via Nirone…

h 09.46: A1 Firenze-Roma

problema rallentamento sdrucciolevole

Traffico rallentato causa ripristino urgente fondo stradale nel tratto compreso tra Arezzo (Km. 358..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum