Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

L'iceberg che crolla arriva sempre al TG1

La disinformazione scientifica della televisione di Stato trionfa ancora.

Striscia...la meteo - 22 Aprile 2008, ore 09.27

La testata giornalistica del TG1 continua ad avallare e a mandare in onda teorie scientifiche che prevedono entro 40 anni lo scioglimento totale dei ghiacci groenlandesi, catastrofi varie, aumento delle epidemie, aumento delle temperature di 4-5°C, desertificazione. Il tutto accompagnato dal solito immancabile filmato di iceberg che crollano in mare sotto l'incalzare di un sole infuocato. Nonostante queste teorie siano state messe in serio dubbio da centinaia di scienziati e i fatti provino che il riscaldamento globale non stia procedendo all'andatura prevista, anzi sembra aver improvvisamente frenato, un solo messaggio passa ancora sulla televisione di Stato, quello di un mondo in agonia a causa della presenza dell'uomo. Nessuno spazio per i dati scientifici reali, per menzionare opinioni diverse, solo sintesi distorte e fuorvianti su un futuro a mollo e caldissimo. Come si può banalizzare in questo modo una scienza tanto complessa come la climatologia in nome di un'ideologia ambientalista che non sa vedere aldilà del proprio naso e che deve ringraziare il cielo, vista la crisi energetica che attanaglia il nostro Paese, se la temperatura sta salendo di un grado, che la montagna sia diventata una fonte di reddito per il turismo, invece di una serie pressochè continua di ghiacciai e nevai inaccessibili, che gli inverni non siano troppo rigidi da paralizzare i trasporti, che si riesca a risparmiare qualche soldo per il riscaldamento invernale. Nessuna campagna invece ho visto fare dalla testata contro il condizionamento selvaggio e forzato che obbliga ogni estate centinaia di italiani a letto con la bronchite dopo aver passato settimane a 17°C in uffici trasformati in freezer. E che dire degli sprechi energetici per illuminare nottetempo uffici vuoti, palazzi, strade dove anche la metà della luce basterebbe per pensare di essere in pieno giorno. Perchè non dire ai telespettatori: inutile farsi illusioni, il clima perfetto in costante equilibrio NON ESISTE, nè sarà impossibile crearlo anche se scomparissimo dalla faccia della Terra. Perchè non dire alla gente invece guardate che con il freddo si starebbe peggio, perchè è vero che forse avremo qualche insetto in meno e scoppierebbe qualche epidemia in meno, ma l'agricoltura nel nord Europa e del nord America entrerebbe in una crisi gravissima, i ghiacci creerebbero problemi alle rotte marittime internazionali, sprecheremmo molta più energia per riscaldarci, migliaia di persone morirebbero di freddo nelle zone più povere, il turismo subirebbe un ridimensionamento con danni economici rilevanti, aumenterebbero le malattie respiratorie. Il punto è che, se avessero l'input, lo farebbero e l'arma da usare per condannare le attività antropiche si passerebbe dal riscaldamento globale al raffreddamento globale. Cambia poco: freddo o caldo che sia gli scenari saranno sempre catastrofici. Mai che si parli di una dote straordinaria che posseggono quasi tutti gli esseri viventi presenti sul Pianeta: l'ADATTABILITA'. Ci si adatta a tutto, anche alla morte, che in realtà è trasformazione, perchè come ci hanno insegnato a scuola: nulla si crea e nulla si distrugge ma tutto si trasforma.

Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum