Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

AL LUPO, AL LUPO!!!

La popolazione italiana sta subendo un bombardamento mediatico sul tempo degno del "grande fratello" di George Orwell. MeteoLive cerca di svegliare le vostre coscienze e farvi riflettere.

Striscia...la meteo - 31 Luglio 2004, ore 08.47

"Hanno detto che farà sempre così: gran caldo e poi forti temporali, il tempo diventerà come all'equatore"; è solo una delle frasi che si sentono dire per strada, sulle piste da sci o sotto l'ombrellone e che ti lasciano dentro una rabbia da "comizio". Vorresti piazzarti infatti su una torretta con il megafono e dire a tutti: signori, ma dove è finita la memoria storica sul tempo? Vi stanno prendendo in giro, stanno entrando nel vostro cervello inserendo un micro-chip che ripeta a comando queste frasi banali, che calpestano, deturpano, mistificano la realtà del tempo meteorologico. Ma in Italia, si sa, pontificare è pericoloso, e allora non resta che scrivere da queste pagine, quanto si vorrebbe gridare ai quattro venti. Vi facciamo solo tre esempi per aiutarvi a capire partendo da qualche postulato: in Italia negli ultimi 50 anni vi sono stati episodi di caldo estivo molto intenso, alternati ad altri più freschi, accompagnati da rovesci e temporali, spesso grandiniferi e associati a vere e proprie trombe d'aria. La gente non ricorda nulla di tutto questo e pensa che il tempo si sia incattivito per ogni temporale violento a cui assiste. Il condizionatore ha cambiato il nostro modo di vivere: si esce dalla propria auto con 20°C e l'impatto con l'asfalto che bolle a 40°C é traumatico: che caldo, si muore, si soffoca, dove andremo a finire! Facciamo un passo indietro: siamo nel luglio 1983: Radio Meneghina, una famosa radio milanese, dopo aver trasmesso le classiche canzoncine estive del venerdì: "Vamos alla Playa" e "Un'estate al mare", "Gelato al cioccolato", ricorda che il gran caldo che affligge i milanesi sarà presto cancellato da un'ondata temporalesca memorabile con possibili trombe d'aria. Per fortuna non accadde nulla di tutto questo ma lo scenario di vent'anni fa, quando ancora non si parlava di effetto serra, era il medesimo di oggi. "Mai visti episodi temporaleschi così": altro luogo comune vergognoso che fa invidia a "la Sardegna si sta desertificando". Nessuno ricorda più niente: lamentarsi in Italia è bellissimo, fa gruppo e non costa nulla. Le immagini che vi proponiamo parlano da sole: la prima riguarda una tromba marina notevole, siamo nel lontano settembre 1979 all'isola d'Elba. La seconda mostra un incendio sardo del 1976: a conferma che il deserto in Sardegna avrebbe dovuto già impadronirsi dell'isola già 25 anni fa. La terza è memorabile: si tratta della famosa nevicata del 1985 all'Elba con il Golfo di Marina di Campo parzialmente ghiacciato. Insomma: non fatevi spaventare dalle apparenze, la fine del mondo è ancora lontana.

Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 03.20: A14 Bologna-Ancona

rallentamento

Veicoli lenti nel tratto compreso tra Allacciamento A13 Bologna-Padova (Km. 14,4) e Allacciamento A..…

h 03.08: A13 Bologna-Padova

rallentamento

Veicoli lenti nel tratto compreso tra Bologna Interporto (Km. 7,9) e Allacciamento A14 Bologna-Tara..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum