Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Un inverno GELIDO sull'emisfero australe! Correnti oceaniche vicine al collasso?

Nell'era del Global Warming, arrivano notizie "fresche" dal Sud.: l'emisfero australe piomba in un inverno storico, con temperature rigide e nevicate record. Quali le cause e le ripercussioni su scala globale?

Sotto la lente - 23 Luglio 2007, ore 10.17

Tra il mese di giugno e la prima parte di luglio, il sud del Pianeta ha vissuto un inverno memorabile con temperature rigide e nevicate storiche. A metà giugno una prima intensa ondata di freddo e maltempo ha colpito l'Argentina, con nevicate record in montagna. Presso Mendoza tra Argentina e Cile, nei pressi del tunnel Cristo Redentor si sono registrati accumuli di ben sei metri di neve! All'inizio della terza decade di giugno, una intensa perturbazione invernale, la seconda in 11 giorni associata ad una vasta area depressionaria, ha colpito la Nuova Zelanda, portando neve, ghiaccio e intense piogge sull'Isola. I venti freddi meridionali, di provenienza antartica, hanno spinto il termometro fino a -12°C nelle zone interne dell'isola. Ancora freddo intenso in Argentina; sulla costa atlantica, la temperatura è scesa a -4°C a Mar del Plata, dove la media delle minime di giugno è 4°C. Ma è stato quello di lunedì 9 e martedì 10 luglio l'evento meteorologico del secolo in Sud America. La neve è caduta in località dove essa era quasi sconosciuta. La neve è caduta a Buenos Aires, un evento storico che non capitava dal 23 giugno 1918. Grandi nevicate sono cadute, in Argentina, in città come Cordoba e Catamarca, ove non nevicava da almeno trent'anni, e poi a Rosario, La Plata e Salta. E' nevicato anche a Valparaiso, in Cile, a 100 metri sul livello del mare, un evento che non era mai accaduto dalla fondazione della città diversi secoli fa ad oggi. Inverno storico anche su molte regioni del Sud Africa e sul sud dell'Australia. In passato si sono verificate delle interessanti correlazioni climatiche, con inverni storicamente freddi nell'emisfero meridionale che sono stati seguiti da inverni europei altrettanto freddi. Tre inverni freddi storici in Sud America, come il 1879, il 1928, ed il 1955, furono seguiti da altrettanti storici inverni in Europa ed in Italia. Anche il famosissimo inverno del 1984 fu storico per il freddo, in Sud America, con un gennaio successivo che fu gelido anche in Italia. Questo campo di correlazioni climatiche, tuttavia non risponde a regole ben precise e non sempre ad un fenomeno in una parte del Globo segue poi un altro fenomeno di un certo tipo. Fa riflettere tuttavia una recente notizia divulgata dall'Istituto di scienze marine (Ismar) del Cnr di Venezia, nell'ambito del progetto Polar-Dove del Pnra (Progetto nazionale di ricerche in Antartide) dove è stato individuato un sensibile addolcimento delle acque dell'Oceano Pacifico Meridionale. Il Pacifico è mediamente meno salato dell'Atlantico e le zone polari lo sono mediamente meno di quelle tropicali. La diminuzione nel tempo della salinità media della zona in esame, però, anche se riferita a un periodo molto breve dal punto di vista scientifico, solo 10 anni di osservazioni, fa supporre che il fenomeno sia collegato alla riduzione della formazione di nuovi ghiacciai polari, conseguenza dei cambiamenti climatici in atto. Le analisi dei dati a disposizione dei ricercatori hanno evidenziato che la diminuzione di salinità potrebbe avere ripercussioni sulla circolazione globale degli oceani, producendo un rallentamento nelle correnti circumpolari e una minore formazione delle correnti profonde antartiche. La diminuzione della salinità osservata dai ricercatori potrebbe quindi comportare una riduzione del flusso di queste correnti con possibili conseguenze sul bilancio energetico dell'intero emisfero, innescando rapidi ed imprevedibili cambiamenti climatici a livello globale.

Autore : Luca Savorani

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum