Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Scirocco del fine settimana: dove farà più caldo? Rischio di piene nei fiumi?

Prepariamoci ad un'intensa sciroccata sul finire della settimana

Sotto la lente - 10 Marzo 2004, ore 13.13

Dopo il freddo si passerà al tiepido e in alcuni casi al caldo per l’insorgenza di un forte scirocco ma rimarrà un denominatore comune: la pioggia. Anche le ultime carte in nostro possesso confermano un vivace braccio di ferro che prenderà luogo nel fine settimana, tra una profonda depressione sulla Spagna ed un anticiclone sull’est europeo. Il campo di battaglia sarà proprio l’Italia che inizierà ad essere flagellata da un’intensa sciroccata a partire da venerdì sera e dalle regioni di nord-ovest. Lo scontro sarà acceso ma l’alta pressione è destinata ad avere la peggio e ce ne accorgeremo mano a mano che i venti da sud o sud-est rinforzeranno sempre più sulla nostra zona, iniziando a far gravitare sulle nostre teste sottilissime polveri pescate dal deserto sahariano che daranno al cielo un caratteristico colore giallastro. Con queste configurazioni bariche bisognerà tenere sotto controllo le precipitazioni che insisteranno in particolar modo su Liguria, Piemonte, Val d’Aosta e alta Lombardia da venerdì notte fin quasi a lunedì, scaricando notevoli quantità di pioggia, neve e sabbia (potrebbe ripetersi il suggestivo fenomeno della neve rosa). Molta attenzione meriteranno i corsi d’acqua e i fiumi di queste zone che saranno sottoposti ad un’eccessiva sollecitazione e in alcuni casi, potrebbero allagare le campagne circostanti, visto che al momento hanno già una portata d’acqua notevole. Un’altra caratteristica di questo fine settimana all’insegna dello scirocco saranno le temperature, inesorabilmente in aumento dalla Sardegna e la Sicilia verso tutto il centro-sud. Sulle Isole maggiori si vivrà un anticipo d’estate con temperature che a 1500m toccheranno i 14° nelle prime ore di domenica, il momento più caldo (questo significa temperature al suolo fino a 24°-25°). Questo comporterà anche un durissimo colpo al manto nevoso su tutto l’Appennino. Sulle altre regioni centromeridionali, il termometro si impennerà fino a 6°- 8° a 1500m (circa 15°- 18° in pianura) con la neve che potrà ancora cadere praticamente solo sulle cime del Gran Sasso. Al nord l’aumento termico sarà più contenuto e sul Piemonte resisterà con tenacia una sacca di aria fredda destinata ad una lenta erosione nel corso di domenica. Inizialmente, su questa regione potrà nevicare fino a 300m (mentre si partirà da 600m sul resto del Nord); domenica la quota neve risalirà fino a 1300m nelle Alpi. Nel corso di domenica, le precipitazioni si estenderanno a tutto il centro e la Campania, in serata a tutto il Paese.

Autore : Simone Maio

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 03.51: A24 Roma-Teramo

fog

Nebbia a banchi nel tratto compreso tra Valle Del Salto (Km. 75,2) e L'aquila Ovest (Km. 101) in..…

h 03.50: A24 Roma-Teramo

rallentamento

Veicoli lenti nel tratto compreso tra Assergi (Km. 116,7) e L'aquila Est (Km. 106,8) in direzione..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum