Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Quanto freddo e quanta neve potranno arrivare in febbraio?

Definitivamente accantonata l'ipotesi di una ingerenza anticiclonica prolungata nel tempo, questa mattina i modelli confermano un mese di febbraio più vivace di quanto si potesse immaginare.

Sotto la lente - 28 Gennaio 2013, ore 14.00

L'arrivo di febbraio sancisce solitamente l'ingresso di una parte della stagione invernale caratterizzata da una maggiore dinamicità in cui l'atmosfera risulta più predisposta a generare degli intensi scambi meridiani di masse d'aria.

Questo avviene in conseguenza di una graduale esasperazione termica che si verifica tra le temperature delle fasce tropicali che tendono nuovamente ad aumentare, con le temperature decisamente raffreddate dalla lunga notte polare nelle latitudini del grande nord.

Il periodo anticiclonico previsto a partire da domani avrà una durata assai limitata nel tempo. Già nella giornata di sabato due febbraio una piccola ma insidiosa saccatura farà ingresso nel Mediterraneo centro-occidentale sfruttando una piccola falla che verrà a crearsi dentro l'anticiclone prima che esso stesso vada ritirandosi definitivamente sull'oceano. Quello che seguirà potrebbe determinare le sorti della parte finale della stagione invernale sui nostri lidi.

Andrà perdendo di importanza il ramo canadese del Vortice Polare. Una ritrovata elevazione anticiclonica di natura oceanica potrebbe così ergere un blocco favorendo l'arricciamento delle vorticità zonali sul comparto groenlandese e canadese con un progressivo raffreddamento dell'Europa che interverrà già nella prima decade di febbraio.

Al momento i principali modelli di previsione prevedono un raffreddamento dell'Europa per mano di correnti fredde ed instabili di origine artico-marittima con la creazione di frequenti situazioni di instabilità su diversi settori d'Europa. Sull'Italia l'impatto di queste masse d'aria dipenderanno molto da quale via prenderà l'aria fredda per entrare nel Mediterraneo.

Nella fase iniziale, la vicinanza del nostro Paese all'anticiclone ci esporrà a frequenti situazioni secche e favoniche che caratterizzeranno soprattutto le regioni del nord mentre al centro ed al sud qualche veloce passaggio nuvoloso da nord-ovest potrebbe essere garantito.

Sarà il primo step obbligato di una lunga manovra che potrebbe forse sfociare nella creazione della fase fredda più importante dell'inverno 2012 - 2013.

Approfondimenti su: http://meteolive.leonardo.it/news/In-primo-piano/2/Blocking-atlantico-in-arrivo-con-febbraio-/40276-TOBEPUB/ di William Demasi.


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 19.28: A1 Firenze-Roma

incidente

Incidente nel tratto compreso tra Firenze Certosa (Km. 295,5) e Firenze Sud (Km. 300,9) in direzi..…

h 19.26: Tangenziale Est (RM)

rallentamento

Traffico rallentato causa traffico intenso nel tratto compreso tra Incrocio Uscita Via Prenestina-P..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum