Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Possibile guasto da metà della prossima settimana

Debole instabilità sulle regioni ioniche; bel tempo al nord e al cento. Da metà della prossima settimana possibile ritornano le piogge e temperature in flessione su tutto il Paese.

Sotto la lente - 9 Ottobre 2006, ore 11.10

Ci attende qualche giorno di bel tempo su gran parte del Paese, con temperature gradevoli e qualche nebbia sulle pianure del nord. Al meridione tuttavia sarà presente una certa instabilità generata da un debole flusso di correnti fresche orientali che potrebbero determinare qualche addensamento pomeridiano associato a isolati fenomeni. La circolazione atmosferica alle alte quote sull'Europa e l'Atlantico sarà comandata nei prossimi giorni da un'ampia ondulazione della corrente a getto polare, che disegna una profonda saccatura sull'Oceano, mentre sul nostro Continente alimenta un vasto anticiclone, in graduale ulteriore rafforzamento. Infatti sembra sempre più probabile una fusione tra quest'ultima figura altopressoria e l'Anticiclone delle Azzorre. Sarà proprio questa imponente barriera di alta pressione a decidere dove, come e quando far transitare le perturbazioni sull'Italia e l'Europa meridionale. Sull'Europa nord-occidentale, flussi di aria piuttosto calda determineranno, nel prossimo week-end, un deciso aumento delle temperature con valori decisamente elevati per il periodo. Impulsi freschi continueranno invece ad investire le regioni Ioniche e del basso Adriatico con possibili temporali marittimi localmente di forte intensità, mentre al nord e sull'Italia centrale la protezione dell'anticiclone "euroazzorriano" dovrebbe garantire condizioni di bel tempo con temperature sopra la media del periodo almeno sino ai primi giorni della prossima settimana. Per assistere ad un peggioramento del tempo dovremo attendere sino a metà della prossima settimana, quando una saccatura atlantica, potrebbe investire la Penisola Iberica in lento movimento verso il settore mediterraneo occidentale, determinando prima piogge sparse, temporali e un deciso calo delle temperature, sull'alto settore tirrenico e su parte del nord, per poi propagarsi alla fine della seconda decade del mese sull'Italia centrale e sul settore adiatico. In questa fase di moderato maltempo potrebbero essere coinvolte marginalmente solo le estreme regioni meridionali, protette da una promontorio anticiclonico africano.

Autore : Luca Savorani

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 10.03: A51 Via Raffaele Rubattino incrocio Tangenziale Est Di Milano

coda rallentamento

Code a tratti causa traffico intenso nel tratto compreso tra Svincolo Cologno Monzese: S.S.Giovanni..…

h 10.02: SS613 Brindisi-Lecce

blocco rallentamento

Traffico rallentato, chiusura corsia nel tratto compreso tra 3,739 km dopo Incrocio Trullo Masseria..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum