Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Possibile GUASTO a partire da metà della prossima settimana?

Grande fermento a partire dalla prossima settimana sull'ovest europeo con una saccatura atlantica pronta a tuffarsi in pieno Mediterraneo.

Sotto la lente - 29 Novembre 2006, ore 10.20

La stagione autunnale si avvia lentamente al termine con un deficit idrico considerevole in vista dell'inverno ormai alle porte, che difficilmente potrà colmare questa profonda lacuna, eccetto situazioni eccezionali o profonde depressioni mediterranee, in grado di pareggiare i conti ormai in rosso. Per i prossimi giorni intanto, l'alta pressione tenderà a gonfiarsi ulteriormente sull'Europa, garantendo una certa protezione dalle perturbazioni atlantiche, che come abbiamo già accennato, saranno costrette a scorrere a latitudini decisamente elevate. Tuttavia la cupola anticiclonica non sarà esente da falle e punti deboli, obiettivo di possibili infiltrazioni atlandiche che potrebbero determinare qualche disturbo e annuvolamenti al nord e su parte del centro-sud. Tra i 5 e il 6 dicembre è atteso un graduale peggioramento del tempo ad iniziare da ovest. Una saccatura in transito tra la Francia e la penisola Iberica, potrebbe avvicinarsi con una certa convinzione sull'area mediterranea, innescando flussi di correnti caldo umide dirette sulle nostre regioni forierie di piogge, anche abbondanti, prima sul nord ovest e sulla Sardegna, per poi propagarsi all'alto e medio versante tirrenico. Sarà l'occasione per le prime vere nevicate sulle Alpi, dove la d"ama bianca" potrebbe scendere a quote prossime ai 1700m per poi scendere sin sotto i 1200m; possibili rovesci di neve anche sulle cime appenniniche ma inizialmente a quote piuttosto elevate. In seguito si potrebbe isolare un minimo sul Mediterraneo, con un vortice depressionario che muoverà lentamente dal nord Italia verso il meridione, sino ad affondare sul settore ionico, per poi colmarsi definitivamente sul settore balcanico con le piogge che potrebbero interessare gran parte del Paese e la neve che, grazie anche all'intervento di flussi freddi dai quadranti orientali, potrebbe cadere a quote piuttosto basse, sia sul settore alpino che sull'Appennino. Isomma dale ultime proiezione appare evidente un certo fermento su scala sinottica all'inizio della prossima settimana, con l'autunno che potrebbe rientrare in carreggiata in zona Cesarini, appena in tempo per accogliere degnamente la nuova stagione invernale ormai alle porte.

Autore : Luca Savorani

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum